Pirati, corsari, bucanieri e filibustieri – Il jolly roger, la bandiera con il teschio

Jolly Roger con teschio e due sciabole incrociate

Rappresentazione di un Jolly Roger, una delle bandieri più comuni issate dai pirati prima dell’arrembaggio

Sui libri di storia – ma anche nei racconti e nei film – appaiono termini diversi per indicare, in apparenza, una stessa figura: pirati, corsari, bucanieri e filibustieri. Non si trattano di sinonimi, ognuno dei termini identifica un soggetto specifico.

Criminali legali e illegali

Il pirata deriva dal greco peiràn e ha il significato di «assalire» o «aggirare». Era il predone dei mari vero e proprio, ma la legge inglese estese la figura anche a chi compiva crimini e omicidi lungo la sponda dei fiumi e dei mari.

Un quasi sinonimo del pirata è filibustiere, che identifica i pirati che bazzicavano i Caraibi.

Tutt’altra cosa erano i corsari. Alcuni capitani ricevevano dai governi delle “patenti di corsa”, con le quali avevano il diritto di attaccare le navi di nazioni straniere. Si trattava di un crimine legalizzato, usato spesso in tempi di guerra o per rinfoltire le casse regali: gran parte del bottino andava infatti al governo.

Infine, il bucaniere ha la sua origine dal nome barabicu, che nella lingua degli indigeni Taino significa «luogo di origine del fuoco sacro». Il barabicu era il buco scavato nel terreno dove erano messe le braci, sulle quali veniva poi affumicata la carne.

Bandiere e Jolly Roger

Anche per le bandiere innalzate durante l’arrembaggio si trovano versioni diverse. La più classica era un teschio con due ossa incrociate, su campo nero, ma spesso la si trovava sostituita con due sciabole incrociate. Altre versioni vedono palle di cannone o cuori trafitti.

A ogni modo, le bandiere piratesche assumono tutte lo stesso nome: Jolly Roger. La derivazione del termine è incerta: forse si rifà a un soprannome del diavolo (“Old Roger”), oppure al francese jolie rouge, “bella rossa”, che identificava la bandiera rosso sangue che, innalzata, indicava il desiderio da parte dell’equipaggio di combattere fino alla morte.

Le bandiere rosse, quindi, erano ben più temute di quelle nere.

Gli altri articoli sui pirati

Sfatiamo alcuni luoghi comuni sui pirati

Il codice dei pirati – Un insieme di regole per la convivenza

Fonti principali


Gran parte delle informazioni sono state prese da Focus Storia n.57, di luglio 2011

Etichette
Etichette:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.