Duecento nuove specie animali scoperte in Papua Nuova Guinea

Il topo dalla coda bianca, una delle nuove specie scoperte in Papua Nuova Guinea

Il topo dalla coda bianca, una delle nuove specie scoperte in Papua Nuova Guinea

La Papua Nuova Guinea è un territorio dell’Oceania in gran parte montagnoso, con coste frastagliate e strette insenature, circondata da isole e arcipelaghi. Si tratta di un luogo estremamente interessante dal punto di vista della morfologia, perché racchiude pianure lungo le coste, ma anche paludi basse al nord e al sud e, nel cuore, un’estesa foresta pluviale che la ricopre per tre quarti.

È proprio la foresta a rappresentare un ecosistema particolare e misterioso, spesso sede di visite da parte di biologi curiosi.



vedi dove si trova la Papua Nuova Guinea

Dopo due mesi di studio in questa foresta pluviale, nel 2009 una spedizione promossa dal Conservation International Rapid Assessment Program (le cui ricerche sono rivolte alla scoperta di forme di vita uniche nelle più remote regioni) ha scoperto ben duecento specie animali non ancora catalogate.

I ritrovamenti riguardano, tra gli altri, dozzine di specie di rane, due nuovi mammiferi, nove specie di piante e naturalmente un centinaio di insetti sconosciuti.

Alcune delle specie ritrovate hanno caratteristiche piuttosto anomale. Un genere di rana, per esempio, diversamente dalle sue “cugine” salta del tutto lo stadio di girino. Curiosi sono poi la cavalletta con gli occhi rosa e la formica dalla grande testa, che utilizza la protuberanza per rompere i semi. Entrambi sono ritratti nelle foto qui sotto:

Una curiosa specie di cavalletta dagli occhi rosa

Una curiosa specie di cavalletta dagli occhi rosa

La formica dalla grande testa usa la sua insolita caratteristica per rompere i semi

La formica dalla grande testa usa la sua insolita caratteristica per rompere i semi

Altre immagini le potete vedere nell’articolo originale, linkato in fondo alla pagina, e su sul sito di National Geographic (vedi sotto).

Fonti principali


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.