I cloni di Veri Apriyatno – Quando l’arte diventa spettacolo [13 immagini]

Veri Pariyatno riflesso nell'acqua

Veri Apriyatno è un artista che ha fatto di se stesso il soggetto e l’oggetto dei dipinti, dove esprime le sue emozioni attraverso il realismo, la tridimensionalità e una dose di ironia [1]

Ci sono artisti capaci di creare opere d’arte tridimensionali davvero eccezionali; altri riescono a giocare su luci e ombre al punto da far apparire “vivi” i loro soggetti; infine, esistono pittori in grado di rappresentare su tela dei volti umani così realistici da sembrare fotografie.

Veri Apriyatno unisce nelle sue opere tutti e tre i tipi di talento.
Nato nel 1973, è un artista dell’Indonesia che ha assunto in breve tempo una fama su larga scala. Nei suoi quadri si vede palesemente l’influenza di Maurits Escher, grafico olandese specializzato in costruzioni illusorie che ingannano il cervello.

Nella fattispecie, Veri Apriyatno ama rappresentare se stesso – non una sola volta, ma tre o quattro volte in una stessa tela, al punto da creare l’illusione di cloni che interagiscono tra loro. Nei dipinti rispecchia le sue emozioni – sorpresa, solitudine, paura, gioia – spesso immerse in un gioco ironico.
L’ego di questo pittore è evidente, ma in fin dei conti lo fa con cognizione di causa. La sua bravura è fuori discussione e non si limita soltanto all’autoritratto: disegna corpi femminili, animali e scene dinamiche di ogni genere.

Vedere le sue opere per credere.

Veri Apriyatno che dipinge se stesso

Ben cinque cloni sono serviti per creare… un sesto Apriyatno in bianco e nero. Opera creata del 2011 [2]

Veri Apriyatno - Double take - Camminata sopra la città

Le opere in cui Apriyatno si autorappresenta fanno parte della serie “Narcis Diagnosis” (“Diagnosi narcisista”) [3]

Veri Apriyatno colpisce sui cloni

Non sapete con chi giocare nei momenti di noia? Veri ha la soluzione: se stesso [4]

Veri Apriyatno dipinge se stesso allo specchio

Il titolo “Mirror image” (“Immagine allo specchio”) esprime appieno il senso di quest’opera, dove l’autore è sia soggetto che oggetto [5]

Veri Apriyatno disegna se stesso dall'alto

Veri impiega da uno a due mesi per completare le sue opere [6]

Vari cloni in cerchio di Veri Apriyatno

“Fluid feeling”. Veri rappresenta nei quadri le sue emozioni, che su sua affermazioni continuano a cambiare in base ai periodi [7]

Veri Apriyatno - Cloni di spalle

Autoritratti su più livelli [8]

Veri Apriyatno - Scarpa gigante

La prospettiva dal basso della scarpa di un gigante [9]

Veri Apriyatno - Narcis Diagnosis

Spettacolare quest’opera, dove l’autore copia se stesso sotto diversi punti di vista [10]

Veri Apriyatno - Occhi dipinti su riquadri alla parete

Un dipinto diverso dagli altri, intitolato “Window to the soul” (“Finestra sull’anima”) [11]

Veri Apriyatno - Emotional rollercoaster - Cloni nel dipinto

Apriyatno ha affermato di disegnare se stesso per esplorarsi in profondità e arrivare a conoscersi meglio [12]

Veri Apriyatno - Leoncino gioca con leone

“Lion vs. lion”. Il gioco tra un leoncino e papà leone [13]

Fonti esterne

Pagina Facebook di Veri Apriyatno

Copyright immagini

[1] https://www.facebook.com/vapriyatno
[2] http://www.dailymail.co.uk/news/article-2295268
[3] http://www.dailymail.co.uk/news/article-2295268
[4] http://www.dailymail.co.uk/news/article-2295268
[5] http://www.dailymail.co.uk/news/article-2295268
[6] http://www.dailymail.co.uk/news/article-2295268
[7] http://www.dailymail.co.uk/news/article-2295268
[8] http://www.themost10.com/astonishing-self-portrait-drawings/
[9] http://www.themost10.com/astonishing-self-portrait-drawings/
[10] http://www.dailymail.co.uk/news/article-2295268
[11] http://www.dailymail.co.uk/news/article-2295268
[12] http://www.dailymail.co.uk/news/article-2295268
[13] https://www.facebook.com/vapriyatno

Etichette
Etichette:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.