Bruno Serato, lo chef italiano all’ottavo posto tra gli eroi americani

Bruno Serato
Bruno Serato, chef del ristorante Anaheim White House che di notte diventa un punto di riferimento per i bambini del Boys and girls club [@01]

Bruno Serato è uno chef italiano che vive in California. Il suo lavoro si svolge a New York, nel ristorante Anaheim White House, ed è particolarmente richiesto da personaggi noti nella sfera della politica e tra le star.

La buona cucina italiana ha raggiunto gli angoli più remoti del pianeta e forse può non sembrare una novità che uno chef attiri tanto l’attenzione. Ma Bruno Serato non è soltanto un cuoco: di notte la sua divisa prende un’altra forma e diventa un punto di riferimento per i bambini del Boys and girls club, una sede pubblica per l’infanzia.

Una cucina per beneficenza

Al Boys and girls club i bambini vengono accolti in stanze poco costose, dove sono a contatto con una realtà non proprio adatta alla loro giovinezza: prostitute, drogati e alcolisti li circondano da ogni direzione, come capita spesso negli ambienti più poveri.
Quando ha scoperto questa precaria situazione, e che i genitori dei piccoli non avevano nemmeno il denaro per nutrirli, Caterina, la madre di Bruno, è rimasta sconcertata e ha chiesto al figlio di «preparargli un piatto di pasta».

Da quel giorno sono trascorsi sei anni e Bruno non ha mai smesso, durante la sera, di preparare dei piatti per i bambini del club: «tra 150 e 200 ragazzi, 7 giorni a settimana». Fino a ora ha servito ben 250 mila pietanze.

Top 20 Heroes

La sua benevolenza è stato il motivo per cui l’America lo ha elevato all’ottavo posto nei Cnn Top 20 Heroes del 2011, la classifica che ogni anno sceglie venti persone per rappresentare il cambiamento quotidiano nel mondo. Nel 2010 aveva “conquistato” un posto tra la lista dei sei eroi negli Stati Uniti stilata dal People magazine.

Bruno Serato è originario di San Bonifacio, in Veneto, trasferitosi poi in California nel 1980 con appena 200 $ nel portafoglio. Dopo sette anni è riuscito ad aprire il suo stimato ristorante.
Le ultime parole del video da lui pronunciate sono state: «Loro sono miei clienti. I miei clienti preferiti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.