Diario di viaggio in Trentino: Lago di Tenno – borgo Canale di Tenno [immagini]

Lago di Tenno

A pochi minuti da Riva del Garda, il lago di Tenno offre acque cristalline e verdi scenari. Obbligatoria è la visita al vicino Canale di Tenno, splendido borgo medievale

Periodi di riferimento: 10 giugno 2017

Indirizzo lago di Tenno: Lago di Tenno, 38060 Tenno (TN)
Indirizzo Canale di Tenno: Via Sant’ Antonio, 38060 Tenno (TN)

Come arrivare: il lago e il borgo si trovano a pochi minuti di distanza tra loro; il borgo si può addirittura raggiungere a piedi a partire da una vietta del lago. Per arrivarci a partire da Riva del Garda (estremo paese a nord del Lago di Garda), avete due alternative:
– se volete iniziare la visita dal lago, la via più rapida è prendere la Strada Provinciale SP37 che vi porta nei pressi del lago.
– se volete iniziare la visita dal borgo, prendete la Strada Statale SS421.

Percorso generale: Lago di Tenno – Canale di Tenno

I verdi scenari del Lago di Tenno

Il nord Italia è una zona ricca di bacini lacustri. Il più famoso è naturalmente il Lago di Garda, viste le dimensioni e la quantità di paesi che permette di visitare lungo le sue coste, ma risalendo verso il Trentino si trovano dei laghetti spettacolari e, in qualche modo, dotati di un fascino particolare.

È il caso del lago di Tenno (in tedesco «Tennosee» o «Thennersee»), un gioiello naturale a 20 minuti dal Lago di Garda e dalle splendide acque color verde smeraldo. Il lago è piuttosto piccolo: 0,3 km quadrati, con una profondità media di 20 metri e una massima di 47 metri. Nonostante le dimensioni, ha delle caratteristiche che lo rendono un lago unico tra quelli che finora ho avuto modo di visitare: acque cristalline, un panorama verde che lo circonda lungo la costa, alcune spiagge (ghiaiose) per stendersi e pesci che nuotano fino a pochi centimetri dalla riva.

Potrei cercare di esprimere a parole la bellezza del posto, ma quando si parla di luoghi naturali è più facile mostrare delle foto, che trovate di seguito; e per apprezzare in pieno l’atmosfera che si respira, l’invito è di visitare di persona la zona. Tra le immagini trovate alcune descrizioni utili per la visita.

Lago di Tenno

Le spiagge ghiaiose non impediscono di stendersi e di fare il bagno, persino quando l’acqua è fredda

Lago di Tenno

Vista da uno dei lati in cui il lago accoglie gli immissari, con lo sfondo che dà sulle montagne

A giugno, nel periodo in cui sono stato, ho trovato il lago quasi vuoto di turisti e ho potuto apprezzarlo fino in fondo. Alcuni conoscenti, però, mi dicono che in alta stagione i turisti possono minare un po’ la tranquillità del posto: in ogni caso la passeggiata lungo la riva è sempre fattibile.

Trattandosi di un lago di montagna, le temperature possono essere proibitive per il bagno se la giornata non è abbastanza calda. Comunque dipende dalle vostre abitudine e dalla vostra tempra, perché ho visto foto di turisti che hanno fatto il bagno anche ad aprile.

Lago di Tenno

Un sentiero permette di costeggiare l’intero lago. Per chi ama le escursioni, esistono sentieri che dal lago si dirigono nel cuore del verde alle sue spalle

Il lago ha un sentiero che lo costeggia da parte a parte e che si può percorrere in un’oretta. Al centro si trova una piccola isola, raggiungibile a nuoto; oppure potete noleggiare la barca e farvi un giretto tranquillo lungo la superficie.

Lago di Tenno

Un’altra vista del lago da costa a costa. Il lago si è formato attorno al 1100 dopo una frana del monte Misone che ha interrotto il corso del torrente Rì Sec

Se vi avvicinate alla riva, potete notare dei frequenti banchi di pesce nuotare in cerca di cibo. Le acque sono così pure e cristalline da mettere in mostra il fondale anche per l’occhio nudo.

Lago di Tenno - pesci a riva

Le acque sono trasparenti, favorite dal fondo ghiaioso, e si notano di continuo i pesci nuotare vicino alla riva

Purtroppo, il lago è a rischio di prosciugamento. Negli ultimi trent’anni si è abbassato di svariati metri e mentre un tempo l’isola era raramente collegata alla terraferma, oggi d’estate succede spesso. In questo caso, la colpa non è naturale ma dell’azione dell’essere umano, che ha prosciugato i laghi Soi da cui il Rì Sec prendeva nutrimento e ha bloccato le sorgenti di Tenèra per fornire acqua alle abitazioni e agli impianti di pattinaggio: di conseguenza, anche Tenno ne subisce la sorte.
Se dalle foto non sembra messo tanto male è perché negli ultimi anni è in corso un’opera di ricreazione dei laghi Soi, che per l’appunto ha riportato Tenno a livelli decenti. Il timore però è che sia un intervento temporaneo.

Lago di Tenno - pesci a riva

A causa dell’azione indiscriminata dell’uomo, il lago rischia il prosciugamento

Prima di passare a parlare del borgo, alcuni consigli utili:
– il lago si raggiunge attraverso una breve scalinata verso il basso, a partire dal parcheggio soprastante.
– potete lasciare l’auto nel comodo parcheggio (a pagamento). Esistono anche dei ristoranti vicini in cui potete mangiare e, con un po’ di fortuna visto che i posti sono molto limitati, lasciare l’auto gratuitamente.



vedi dove si trova il Lago di Tenno

Canale di Tenno, il borgo rimasto allo stato medievale

Canale di Tenno (o Villa Canale) è uno dei borghi medievali più belli d’Italia. Dal lago di Tenno è raggiungibile a piedi con mezz’ora di scarpinata, mentre in auto si trova a 5-6 minuti di distanza, seguendo una strada di montagna ben asfaltata e in salita.
Alla base del borgo, prima della salita per raggiungerlo, trovate dei parcheggi appositi.

Anche in questo caso, le foto esprimono il concetto più delle parole, ma in linea di massima vi troverete di fronte a uno scenario rimasto fermo nel tempo. Le stradine e gli edifici sono di stampo medievale. Le case sono costruite in pietra e in legno, con delle decorazioni che richiamano il vecchio. Appesi ai muri trovate persino le leggi che erano in vigore nel medioevo, quando un furto era punito con il taglio della mano e quando si invitava a non lasciare sporcizia per le strade, pena una multa salata.

Canale di Tenno

I circa 50 abitanti si adoperano ancora in vecchi mestieri. Gran parte delle antiche famiglie si sono ritirate in città esterne dopo la rivoluzione industriale

Canale di Tenno

Una delle vie in salita del Canale di Tenno

Canale di Tenno

Una casa caratteristica del borgo. Le case sono spesso decorate da affreschi

Canale di Tenno è iscritto tra i «Borghi più belli d’Italia» e sembra esistere dal 1211, come riporta il più antico documento ritrovato. Quattro strade portano al centro del paese e le case sono collegate le une e alle altri da archi in pietra.

Canale di Tenno

Una grotta presente anche d’estate ma aperto solo d’inverno, con all’interno uno scenario adatto per il Natale

Canale di Tenno

Un’altra delle vie in salita, con gli archi in pietra

Canale di Tenno

Un antro tipico con la carriola e le botti per il vino

Il pittore italiano Giacomo Vittone prese particolarmente a cuore il borgo e lo ritrasse in varie opere. Canale ha infatti un museo artistico a lui dedicato. Inoltre, nelle prime due settimane di agosto di ogni anno il borgo crea delle manifestazioni a stampo medievale, dove mette in scena attività tipiche di quel tempo.
Infine, non potevano mancare i mercatini di Natale (vedi foto sopra), che si tengono durante tutti i weekend di dicembre.

Le due foto sotto ritraggono la locandina presente in un vicolo interno del borgo. Apritele a pieno schermo su una nuova pagina e leggerete le informazioni dettagliate sul posto e sulla storia di Canale di Tenno.

Canale di Tenno - Locandina

>> Apri l’immagine a pieno schermo

Canale di Tenno - Locandina

>> Apri l’immagine a pieno schermo



vedi dove si trova il borgo Canale di Tenno

Copyright immagini

Tutte le foto sono state scattate dall’autore dell’articolo.

Etichette
Etichette:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.