Con il cambio di imperatore nel 2019, inizia una nuova Era e il Giappone rischia un millenium bug

Imperatore del Giappone - Palazzo imperiale di Tokyo

Il 1 maggio 2019 in Giappone salirà al trono un nuovo imperatore. Nascerà una nuova Era nel calendario, con il rischio di innescare una specie di millennium bug [@01]

Può un uomo costringere un’intera Nazione a cambiare il suo calendario, al punto da spingere i computer di tutto il mondo ad adattarsi? Sì, se la decisione di quest’uomo è legata alle tradizioni, soprattutto se ci troviamo nel Paese del Sol Levante, dove le usanze sono una cosa seria.

Tra il 30 aprile e il 1 maggio 2019 l’imperatore del Giappone lascerà il posto a un nuovo erede. Uno dei calendario giapponesi, chiamato «nengō», prevede una suddivisione di Ere basate sui regni degli imperatori: quando sale al trono un nuovo regnante, inizia un’altra Era.

Fino a oggi questa divisione del calendario non ha mai dato problemi, si trattava soltanto di adattarsi, ma con l’avvento del computer la situazione cambia. L’attuale era Hesei è iniziata nel 1989 con la salita dell’imperatore Akihito: a quel tempo non c’era nessuno a preoccuparsi di cosa sarebbe successo ai pc al successivo cambio di imperatore. Semplicemente i sistemi non sono stati tarati per riconoscere la futura Era (visto che, tra l’altro, il suo nome non si sa ancora). Di conseguenza alcuni servizi delle poste, delle banche e dei governi locali in Giappone che sono strettamente legati all’Era attuale rischiano di andare in tilt e di bloccarsi.

Le aziende informatiche sono già pronte

La preoccupazione è stata lanciata dal New Scientist, ma era già presente in casa Microsoft che si sta preparando a sopportare questo raro evento. A detta di Microsoft, il cambio di imperatore sarebbe molto simile al famoso «millennium bug» che all’inizio del 2000 ha dato qualche problema nei pc di tutto il mondo, a causa del passaggio di millennio che nei vecchi sistemi risultava difficile da riconoscere.

Come è avvenuto durante l’inizio del 2000, c’è da immaginare che le grandi aziende del settore informatico riusciranno ad arginare il problema in anticipo. Resta però da chiedersi quanti soldi saranno spesi e quante ore occupate per aggiornare i vari pc coinvolti dal cambio dell’imperatore. Un esempio di come, a volte, un solo evento possa trasformarsi in un importante problema da risolvere.

Fonti principali



Etichette
Etichette:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.