Empusa pennata, la mantide dalle lunghe antenne che ricorda l’Alien dei film

Mantide Empusa pennata

A differenza di altre mantidi, l’Empusa pennata femmina non mangia il maschio dopo l’accoppiamento. Il maschio ha lunghe antenne pennate, da cui deriva il nome [@01]

L’Empusa pennata prende il nome dalle lunghe antenne caratteristiche del maschio adulto, che danno a questo insetto un aspetto particolare.

L’Empusa pennata è piuttosto difficile da vedere e, al di là dell’aspetto, ha una caratteristica distintiva rispetto alle altre mantidi: dopo l’accoppiamento, la femmina non cannibalizza il maschio.

Approfondimento

L’Empusa pennata riesce a mimetizzarsi molto bene tra la vegetazione, grazie al colore del corpo che è bruno-marrone nei giovani esemplari e verde negli adulti. Anche per questo è molto difficile da fotografare, nonostante sia presente in un po’ tutta Italia, isole Sicilia e Sardegna comprese.

Le lunghe antenne dei maschi e la testa triangolare hanno aiutato a diffondere nel web il paragone con lo spietato extraterrestre del film Alien. In realtà, sebbene sia un’abile cacciatrice come tutte le mantidi (tra l’altro specializzata nel catturare le prede al volo), a differenza delle altre specie dello stesso Ordine si distingue per il fatto che la femmina non mangia il maschio dopo l’accoppiamento.

Il motivo è semplice: maschi e femmine sono all’incirca delle stesse dimensioni.

Fonti principali



Etichette
Etichette:, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.