I pesci rossi sopravvivono mesi senza ossigeno

Pesci rossi

Il pesce rosso e il carassio sono capaci di sopravvivere per mesi in ambienti senza ossigeno.

Quando l’ossigeno scarseggia viene prodotto l’acido lattico, che è tossico: ma queste due specie di pesci sono in grado di convertirlo in etanolo, di liberarlo attraverso le branchie e di evitare così l’avvelenamento.

Approfondimento

Un antenato del pesce rosso e del carassio, vecchio di 8 milioni di anni, era già in possesso di una capacità simile. I ricercatori hanno studiato il fenomeno e hanno scoperto la presenza di due gruppi di proteine particolari, uno dei quali si attiva in mancanza di ossigeno e porta a formare l’alcol da espellere.

In casi di emergenza, il carassio riesce addirittura a creare 50 mg di alcol ogni 100 ml di sangue: un valore che, se rapportato, porterebbe un guidatore umano a uscire dai limiti previsti dalla legge. Questo gli permette di sopravvivere per mesi negli stagni che hanno la superficie ghiacciata.

Fonti principali




Etichette
Etichette:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.