Quanta acqua consumiamo per produrre i beni, per l’agricoltura e per l’industria? [infografica]

Infografica sul consumo di acqua - anteprima
Per produrre un singolo bene, per l’allevamento e per l’agricoltura, l’uomo spreca una quantità d’acqua dolce sproporzionata. E molti dei prodotti finiscono nella spazzatura [@01]

[apri l’infografica nelle dimensioni originali]

L’impronta idrica è un indicatore che aiuta a calcolare la quantità di acqua consumata, sia in modo diretto che indiretto. Può essere riferita a un singolo individuo o a una comunità, fino a includere il mondo intero.

Nel 2012 solo in Italia sono stati usati 12,6 miliardi di metri cubi d’acqua per produrre 14 milioni di tonnellate di prodotti agricoli che poi non sono mai stati raccolti. In generale, l’Italia è al 4° posto per consumo individuale di acqua, dopo gli Stati Uniti (che sono al primo posto), la Grecia e la Malaysia.

Approfondimento

L’infografica: lo spreco in un’unica immagine

Buona parte dei beni che produciamo richiede il consumo di un volume di acqua dolce sproporzionato in confronto al prodotto finale. Tanto l’allevamento quanto l’agricoltura e la produzione (per esempio) di vestiti nei Paesi industrializzati porta a uno spreco di acqua dolce, che è preziosa: infatti l’essere umano ha a disposizione circa lo 0,001% dell’acqua presente nel pianeta.

L’infografica mostra in modo chiaro che i litri di acqua necessari a produrre un singolo bene sono sin troppo esagerati. I dati sono naturalmente una stima, anche perché è molto difficile calcolare il consumo di ogni Nazione e, soprattutto, capire nello specifico quanta parte dell’acqua è destinata a uno scopo; lo stesso quantitativo d’acqua infatti potrebbe essere destinato a produrre più prodotti diversificati. Ma anche se dovessimo abbassare i numeri, lo spreco continuerebbe a essere evidente.

[vedi anche: Come l’agricoltura ha trasformato l’essere umano (con tutte le conseguenze)]

[vedi anche: Ecco come l’uomo distrugge ambienti e animali per nutrirsi]

I numeri dello spreco

Riportando i dati dell’infografica in un elenco notiamo subito la quantità enorme di acqua consumata:

– tazza di caffè: 140 litri
– litro di latte: 1000 litri
– una mela: 70 litri
– 1 kg di carne: 3.900 litri
– un bicchiere di birra: 75 litri
– 1 kg di mais: 900 litri
– 1 kg di carne bovina: 15.400 litri
– una fetta di pane: 40 litri
– 1 kg di cotone: 10.000 litri
– 1 kg di formaggio: 5.000 litri

Fonti principali
Etichette
Etichette:, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.