WordPress – 5 plugin di base che non dovrebbero mai mancare

Indipendentemente dal contenuto del blog o del sito costruito in WordPress, esistono dei plugin che considero indispensabili e che a mio avviso non dovrebbero mai mancare nell’installazione di base.
Si tratta di funzionalità che servono a migliorare la sicurezza del sito e la sua indicizzazione in rete, aiutando di conseguenza a diffonderlo attraverso i motori di ricerca e a renderlo più conosciuto al pubblico.

L’elenco dei plugin che segue non è esclusivo. Si tratta di una base, che va migliorata a seconda delle tipologia del sito e dell’uso che se ne deve fare. Ognuno è poi libero di sostituirli con plugin equivalenti, purché abbiano una buona validità e siano costantemente aggiornati.

Akismet

Ottimo per intercettare i commenti di spam. Se il vostro sito è avviato e le sue pagine cominciano a diffondersi, è probabile che sarete bersagliati da commenti pubblicitari, che c’entrano ben poco con i vostri articoli. Akismet li seleziona in base ad alcuni parametri e li mette in sospeso, in modo che possiate controllarli prima di pubblicarli.
Non solo. Nel vostro pannello di amministrazione avrete a disposizione le “Statistiche Akismet”: qui potrete visionare il numero di commenti spam bloccati, anche in un comodo grafico.
Una volta installato, occorre iscriversi (gratuitamente) per ricevere una chiave valida per l’intero sito, che dovrà essere inserita tra le impostazioni del plugin.
Plugin per WordPress: http://wordpress.org/extend/plugins/akismet/
Indirizzo per ottenere la chiave: http://akismet.com/wordpress/
Sito ufficiale: http://akismet.com/

All in one seo pack

Una volta installato, sotto ogni articolo troverete tre campi aggiuntivi. Grazie a questi potrete associare, per ogni singolo articolo, un titolo, una descrizione e le keywords da mostrare tra i metatag della pagina. E’ il sistema più diretto perché i motori di ricerca vi trovino: il loro primo compito, infatti, è di monitorare i metatag della pagina.
Naturalmente il plugin offre soltanto la possibilità di indicizzare meglio l’articolo, ma dovrete essere voi a inserire una descrizione e delle keywords adatte.
Plugin per WordPress: http://wordpress.org/extend/plugins/all-in-one-seo-pack/

Google XML site map

Schermata di Google XML sitemap

La schermata delle impostazioni di Google XML sitemap

Genera automaticamente una sitemap in formato xml, che conterrà tutti gli articoli da voi scritti, ma anche le categorie e i tag. Dalle impostazioni è possibile selezionare cosa immettere nella sitemap e cosa invece scartare.
La sitemap ci permetterà di raggiungere anche gli angoli più nascosti del nostro sito e di renderli visibili ai principali motori di ricerca (Google, Bing e Ask.com).
Al primo utilizzo, entrate nelle impostazioni e cliccate sul link per generare la vostra prima sitemap. In seguito sarà in questa pagina che dovrete fare riferimento per personalizzare l’xml generato e per visionare la correttezza dell’operazione. Le informazioni sono molto chiare e, tranne per particolari esigenze, potete anche lasciarle come sono in default.
Plugin per WordPress: http://wordpress.org/extend/plugins/google-sitemap-generator/

WordPress database backup

Buon plugin per fare un backup automatico o manuale del nostro database. L’utilità è indubbia, nel caso di record persi o di errori da recuperare. Anche nel caso in cui il dominio dove avete il sito vi conceda un backup automatico, consiglio l’uso di questo plugin, che è gestibile direttamente da voi. Se sapete di dover fare un aggiornamento importante alle fondamenta del sito, potrete scegliere di avviare manualmente un backup.
Dalle impostazioni è possibile selezionare o deselezionare qualsiasi tabella del database su cui è installato WordPress. I backup possono essere inviati a una specifica email e ogni tot di giorni.
Plugin per WordPress: http://wordpress.org/extend/plugins/wp-db-backup/

Yet another related posts

A meno che non siate programmatori e non abbiate migliorato di persona lo script che evidenzia eventuali articoli simili al corrente, ci tornerà utile questo plugin.
Che cosa fa? Ci permette di creare un layout personalizzato (oppure di prendere quello minimale che c’è di default) e di “agganciare” gli altri articoli del sito a quello che il lettore sta sfogliando. In pratica, trova articoli simili e li mostra a fondo pagina, nella speranza che il visitatore ne sia attratto. La bellezza del plugin è di poter stabilire i parametri di ricerca, il numero di risultati ed altre aggiunte come il riassunto del post.
Permette inoltre di eseguire lo stesso script ai nostri feed rss.
Plugin per WordPress: http://wordpress.org/extend/plugins/yet-another-related-posts-plugin/

Ultimi Commenti
  1. cialis erfahrungen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *