segui la pagina su Facebook!

Artiglio di drago

nomi legati : verbena
All'Inizio del Tempo - Copertina
« Un racconto mitologico dai contorni irreali, ambientato in un mondo dove le emozioni prendono vita e dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra l'esistenza e l'immaginazione. Passavano i giorni a dare una forma e un senso agli elementi, e le loro azioni modellavano il Destino Immutabile. Era il Tempo dei Sogni. Per poterle rappresentare i popoli hanno attribuito alle entità un aspetto umano e un carattere che esalta la loro natura. Così l'Eco può solo ripetere le parole che ascolta, la Forza scava la roccia a mani nude e il Tempo vede l'oggi e il domani come se fossero il presente. La leggenda a questo punto si perde nel mito e i racconti parlano di un'alba in cui un terribile cambiamento sconvolse le quattro terre. Ebbe inizio con la comparsa del Nulla. Quando bussò alle loro porte, le entità si trovarono costrette a lottare per la loro sopravvivenza... »
« Un racconto mitologico dai contorni irreali, ambientato in un mondo dove le emozioni prendono vita e dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra l'esistenza e l'immaginazione. Passavano i giorni ...vedi tutto
« Un racconto mitologico dai contorni irreali, ambientato in un mondo dove le emozioni prendono vita e dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra l'esistenza e l'immaginazione. Passavano i giorni a dare una forma e un senso agli elementi, e le loro azioni modellavano il Destino Immutabile. Era il Tempo dei Sogni. Per poterle rappresentare i popoli hanno attribuito alle entità un aspetto umano e un carattere che esalta la loro natura. Così l'Eco può solo ripetere le parole che ascolta, la Forza scava la roccia a mani nude e il Tempo vede l'oggi e il domani come se fossero il presente. La leggenda a questo punto si perde nel mito e i racconti parlano di un'alba in cui un terribile cambiamento sconvolse le quattro terre. Ebbe inizio con la comparsa del Nulla. Quando bussò alle loro porte, le entità si trovarono costrette a lottare per la loro sopravvivenza... »
 

Descrizione

L'artiglio di drago (chiamato anche verbena) è un'erba sottile alla radice, che si allarga rapidamente verso l'alto formando una sorta di foglia larga con l'estremità frastagliata. Il peso della parte superiore la porta a incurvarsi in avanti come un "artiglio".

 

Locazione

È probabile che l'artiglio di drago si trovi nelle zone boschive, perché durante la Quarta Era era spesso usata dai druidi per indurre uno stato di trance capace di provocare visioni profetiche incontrollabili. Considerando che le visioni, per quanto ingestibili, corrispondevano alla realtà, la pianta doveva essere intrisa di una qualche forma di magia.

Non si sa se sia nata in modo naturale o se sia stata creata artificialmente.

 

Proprietà della pianta

 

Come preparare la medicina

I druidi non avevano una tradizione scritta e ci è quindi difficile capire fino in fondo in che modo erano soliti servirsi dell'artiglio di drago. In compenso è arrivato fino a noi il metodo di preparazione del decotto. Sembra che basti immergere una foglia della pianta in acqua calda e lasciarla in ammollo fino a quando non secerne un fumo pungente. Chi odora i fumi per almeno un'ora, viene travolto da visioni profetiche incontrollabili, che possono verificarsi anche a diversi anni nel futuro.

Categorie: Piante ed erbe
Universi di appartenenza: Universo Specchio
Ere in cui compare: Quarta Era