Quando i video non si vedono – risolvere i problemi con flash player nei browser

Non è una novità che il software Flash di Adobe causi a volte problemi di compatibilità con i vari browser. Mentre navighiamo su internet, spesso ci viene chiesto di aggiornare alla nuova versione e noi, immaginando che un upgrade sia sinonimo di “miglioramento”, accettiamo senza troppi scrupoli. Poi però può capitare che, ritornando su un nostro vecchio link, non riusciamo più a vedere un video.

Nella peggiore delle ipotesi, il computer può andare in crash. E’ quello che mi è successo di recente. Dopo aver installato l’ultima release di flash player (la 10.2), ogni volta che aprivo il browser e cercavo di caricare un video, per esempio su Youtube, il browser si bloccava e appariva la fantomatica schermata blu. Sto parlando naturalmente di Windows (XP). Il computer in questione ha quattro o cinque anni, quindi è probabile che sia qualche componente hardware datato a interferire con il normale funzionamento.

Qualsiasi sia la causa, se il plugin Flash non funziona, il primo tentativo che mi era stato proposto era l’aggiornamento dei drivers del computer.
Se anche questo non dovesse funzionare, l’unica soluzione è installare una versione precedente di Flash Player.

Per evitare conflitti sarà necessario innanzitutto rimuovere la versione presente (nel mio caso, la 10.2). Per controllare la versione del vostro Flash Player:
– in Internet Explorer 8 dobbiamo cercare l’ActiveX di Flash Player. Scegliete il menu Strumenti e quindi cliccate su Gestione componenti aggiuntivi. La voce interessata è “Shockwave Flash Object”.
– in Firefox cliccate su Strumenti e quindi su Componenti aggiuntivi, poi entrate nella scheda Plugin. Il campo che vi interessa è quello alla voce “Shockwave Flash”. I più smanettoni possono invece raggiungere la voce scrivendo “about:plugins” sulla barra degli indirizzi del browser.
– in Chrome digitate nella barra degli indirizzi del browser “chrome://plugins” e cercate la voce “Flash” nella lista.

Nota: se il link qui sotto non fosse raggiungibile (ogni tanto Adobe modifica la destinazione) o se la procedura fosse cambiata nel tempo in qualche modo, cercate su Google “uninstall flash player” e dovreste trovare la pagina ufficiale di Adobe che vi spiega come portare a termine l’operazione.

Come dicevamo, innanzitutto bisogna rimuovere la versione in corso di Flash Player. La cosa più pulita è usare l’utility che la stessa Adobe mette a disposizione a questo indirizzo:
https://fpdownload.macromedia.com/get/flashplayer/current/support/uninstall_flash_player.exe
Scaricatela ed eseguitela, dopo aver chiuso gli altri eventuali programmi che avete attivi (soprattutto, chiudete i browser aperti).

A questo punto, il nostro sistema è privo del plugin di Flash Player e dobbiamo installarlo. Seguite questo link e scaricate l’archivio della versione immediatamente precedente a quella che prima usavate. Nel mio caso, ho scaricato “Flash Player 10.1” dalla sezione “Older Archives”, che contiene l’intero archivio della release 10.1.
Scompattate lo zip così scaricato e cercate, nella cartella con la versione più recente, i file .exe ricercati (in genere, per chi ha Windows, i due che terminano per “_win.exe” e “_winax.exe”). Cliccateci sopra ed eseguiteli.

Fatto. Il vostro downgrade alla versione precedente è concluso.
Per sicurezza, fatevi un giretto con i browser e assicurativi che il plugin sia correttamente installato. In caso di problemi, provate prima a riavviare il sistema.

Nota: con Flash Player 10, l’Adobe ha permesso lo sviluppo di tecnologie particolari. Se installate una versione precedente, per esempio la 9, alcuni video realizzati con la versione 10 potrebbero non essere visualizzati correttamente.

Ultimi Commenti
  1. Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *