segui la pagina su Facebook!

Anno 930000000, Prima Era

Attenzione! Le pagine degli anni potrebbero contenere informazioni che possono svelare la trama di un libro
Questa pagina dovrebbe essere vista soltanto dopo aver letto il libro o i libri a cui è collegata.
Pioggia di Fuoco - Copertina
« La battaglia per la conquista di Nuova Alba arriva all'epilogo. I savariani e le colonie si affrontano per il possesso del primo pianeta artificiale della storia. Il piano per spingere le colonie a lottare tra loro ha avuto successo e i savariani escono per la prima volta allo scoperto, schierando l'intera flotta. Per il popolo alieno si tratta di una questione di sopravvivenza, perché il nucleo del pianeta artificiale può garantire il suo ritorno a casa, ma le colonie non intendono cedere quello che è il simbolo di un'unione e di un progresso senza precedenti. Entrambe le parti mettono in campo le loro armi più potenti e le migliori tecnologie, affrontando per giorni il nemico. La vittoria delle colonie sembra scontata, ma i savariani hanno delle conoscenze nascoste che potrebbero ribaltare le sorti da un momento all'altro. Intanto Conrad, che è stato da sempre al centro della guerra, si ritira dai giochi e dà inizio a un pericoloso progetto personale. La sua idea è di replicare e diffondere le armi aliene tra le colonie per provocare il disordine e, per farlo, rapisce una savariana e la costringe a collaborare. Sarà il gruppo dell'Occhio Spento a intervenire un'ultima volta, entrando nel villaggio dove è tenuta la prigioniera e affrontando le difese per liberarla. Con questo terzo capitolo si conclude il ciclo di Nuova Alba, una space opera ambientata in un lontano futuro dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
« La battaglia per la conquista di Nuova Alba arriva all'epilogo. I savariani e le colonie si affrontano per il possesso del primo pianeta artificiale della storia. Il piano per spingere le colonie a lottare tra loro ha avuto successo e i savariani escono per la prima volta allo scoperto, schier...vedi tutto
« La battaglia per la conquista di Nuova Alba arriva all'epilogo. I savariani e le colonie si affrontano per il possesso del primo pianeta artificiale della storia. Il piano per spingere le colonie a lottare tra loro ha avuto successo e i savariani escono per la prima volta allo scoperto, schierando l'intera flotta. Per il popolo alieno si tratta di una questione di sopravvivenza, perché il nucleo del pianeta artificiale può garantire il suo ritorno a casa, ma le colonie non intendono cedere quello che è il simbolo di un'unione e di un progresso senza precedenti. Entrambe le parti mettono in campo le loro armi più potenti e le migliori tecnologie, affrontando per giorni il nemico. La vittoria delle colonie sembra scontata, ma i savariani hanno delle conoscenze nascoste che potrebbero ribaltare le sorti da un momento all'altro. Intanto Conrad, che è stato da sempre al centro della guerra, si ritira dai giochi e dà inizio a un pericoloso progetto personale. La sua idea è di replicare e diffondere le armi aliene tra le colonie per provocare il disordine e, per farlo, rapisce una savariana e la costringe a collaborare. Sarà il gruppo dell'Occhio Spento a intervenire un'ultima volta, entrando nel villaggio dove è tenuta la prigioniera e affrontando le difese per liberarla. Con questo terzo capitolo si conclude il ciclo di Nuova Alba, una space opera ambientata in un lontano futuro dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo.
 

Dettagli sulla notazione

Calendario gregoriano (GB)
3.610.000.000 a.C.

Calendario standard (CE)
1:930000000

Calendario gregoriano (GA)
3.610.000.000 a.C.


Per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.

 

Timeline

Anno 1:930000000 sulla timeline

Epoca della Vita sulla timeline

 

Riassunto degli eventi

  • Data convenzionale in cui nasce la prima cellula stabile su Gea.
  • Gli arcansi decidono di allontanarsi per ripetere l'esperimento di creazione della vita su altri sistemi planetari. La loro lontananza durerà per oltre 3 miliardi di anni.
  • Inizia l'Epoca della Vita.

 

La prima cellula

 

Nascita di una vita stabile

L'inseminazione di componenti organici che gli arcansi avevano iniziato 540 milioni di anni prima arriva, finalmente, a dare gli effetti sperati. Dopo innumerevoli tentativi finiti sempre nell'estinzione, si forma la prima cellula stabile su Gea.

Per gli arcansi si tratta di una vittoria, ma dato che la forma di vita appena nata ha caratteristiche non del tutto comprensibili, decidono di tenerla monitorata e di valutare gli stadi evolutivi che assumerà nel futuro. Si limitano per cui a studiarla e a raccogliere i dati che la riguardano, senza interagire direttamente.

 

L'addio degli arcansi

Ben presto le pressioni interne di alcuni arcansi si fanno pesanti e spingono il popolo ad abbandonare il pianeta per riprendere l'esplorazione nello spazio. Le motivazioni sono legate alla mancanza di risorse nel lungo periodo su Theia, la nave-pianeta su cui vivono, ma anche e soprattutto al desiderio di diffondere l'esperimento di creazione della vita in altri pianeti (un processo che richiederà millenni per compiersi e che quindi deve essere avviato il prima possibile).

Il popolo, quindi, abbandona il sistema planetario in cerca di nuovi pianeti su cui tentare una colonizzazione. L'allontanamento si protrae per un tempo lunghissimo: su Gea trascorreranno oltre 3 miliardi di anni prima di un loro ritorno.

Pagine legate cronologicamente a quest'anno