segui la pagina su Facebook!

Dolore (entità)

Pioggia di Fuoco - Copertina
« La battaglia per la conquista di Nuova Alba arriva all'epilogo. I savariani e le colonie si affrontano per il possesso del primo pianeta artificiale della storia. Il piano per spingere le colonie a lottare tra loro ha avuto successo e i savariani escono per la prima volta allo scoperto, schierando l'intera flotta. Per il popolo alieno si tratta di una questione di sopravvivenza, perché il nucleo del pianeta artificiale può garantire il suo ritorno a casa, ma le colonie non intendono cedere quello che è il simbolo di un'unione e di un progresso senza precedenti. Entrambe le parti mettono in campo le loro armi più potenti e le migliori tecnologie, affrontando per giorni il nemico. La vittoria delle colonie sembra scontata, ma i savariani hanno delle conoscenze nascoste che potrebbero ribaltare le sorti da un momento all'altro. Intanto Conrad, che è stato da sempre al centro della guerra, si ritira dai giochi e dà inizio a un pericoloso progetto personale. La sua idea è di replicare e diffondere le armi aliene tra le colonie per provocare il disordine e, per farlo, rapisce una savariana e la costringe a collaborare. Sarà il gruppo dell'Occhio Spento a intervenire un'ultima volta, entrando nel villaggio dove è tenuta la prigioniera e affrontando le difese per liberarla. Con questo terzo capitolo si conclude il ciclo di Nuova Alba, una space opera ambientata in un lontano futuro dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
« La battaglia per la conquista di Nuova Alba arriva all'epilogo. I savariani e le colonie si affrontano per il possesso del primo pianeta artificiale della storia. Il piano per spingere le colonie a lottare tra loro ha avuto successo e i savariani escono per la prima volta allo scoperto, schier...vedi tutto
« La battaglia per la conquista di Nuova Alba arriva all'epilogo. I savariani e le colonie si affrontano per il possesso del primo pianeta artificiale della storia. Il piano per spingere le colonie a lottare tra loro ha avuto successo e i savariani escono per la prima volta allo scoperto, schierando l'intera flotta. Per il popolo alieno si tratta di una questione di sopravvivenza, perché il nucleo del pianeta artificiale può garantire il suo ritorno a casa, ma le colonie non intendono cedere quello che è il simbolo di un'unione e di un progresso senza precedenti. Entrambe le parti mettono in campo le loro armi più potenti e le migliori tecnologie, affrontando per giorni il nemico. La vittoria delle colonie sembra scontata, ma i savariani hanno delle conoscenze nascoste che potrebbero ribaltare le sorti da un momento all'altro. Intanto Conrad, che è stato da sempre al centro della guerra, si ritira dai giochi e dà inizio a un pericoloso progetto personale. La sua idea è di replicare e diffondere le armi aliene tra le colonie per provocare il disordine e, per farlo, rapisce una savariana e la costringe a collaborare. Sarà il gruppo dell'Occhio Spento a intervenire un'ultima volta, entrando nel villaggio dove è tenuta la prigioniera e affrontando le difese per liberarla. Con questo terzo capitolo si conclude il ciclo di Nuova Alba, una space opera ambientata in un lontano futuro dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
 

Descrizione

Dolore è una delle entità del Tempo dei Sogni. In genere è considerata di sesso maschile.

È rappresentato come un lupo di dimensioni enormi, reso folle dalla sua stessa natura che gli provoca continue fitte di sofferenza. È cieco a causa di ferite che si è inferto da solo.

Una zampa pelosa e artigliata sbucò alla luce del sole, accompagnata da ringhi collerici. Il corpo della bestia sbucò all'aperto. Aveva l'aspetto di un lupo sciupato, con zanne affilate e un muso proteso che continuava a sbavare.
[...] Aveva le unghie così lunghe e affilate che grattavano la roccia a ogni passo. Grigio cenere, dal pelo rizzato, si muoveva basso sulle zampe, con la schiena incurvata e le orecchie tese.
[...] Gli occhi del lupo erano chiusi, segnati da ferite che forse si era inferto da solo con gli artigli.

Descrizione tratta da All'Inizio del Tempo
 

Nomi attribuiti

Come per ogni abitante della terra dell'ovest, i popoli si riferiscono quasi sempre a questa entità mantenendo il suo nome originale di «Dolore» (tradotto nella lingua del popolo che la descrive).

 

Natura e magia

Con il morso e gli artigli, Dolore riesce a causare delle grandi lacerazione che si avvertono a livello sia fisico che psicologico. Anche subire il suo alito porta a delle sofferenze atroci.

 

Locazione

Dolore abita nella terra dell'ovest del Wyrd.

 

Legami e nemesi

La sua nemesi è Volontà.

 

Storia e mitologia

Nel giorno in cui Morte gli fece visita la prima volta, Dolore cercò di colpirla inutilmente per undici giorni; Morte, infatti, è immune ai suoi attacchi così come a gran parte dei poteri delle altre entità. Al dodicesimo giorno, frustrato e avvilito, Dolore si accecò da solo per impedirsi di vedere che i suoi colpi andavano continuamente a vuoto.

Libri da leggere: All'Inizio del Tempo
Universi di appartenenza: Universo Specchio
Ere in cui compare: Tempo dei Sogni