segui la pagina su Facebook!

La seconda origine delle specie

Il Sinkal - Copertina
« Un'epica fantasy, ambientata in un mondo dove la magia e la spada sono simboli di un'Era che sta per tramontare. Potenti stregoni e cavalieri legati da un codice d'onore sono obbligati a scendere in campo per difendere gli interessi dei loro regni. Gli imperi degli uomini e degli elfi, infatti, si fronteggiano da anni senza un vincitore. I popoli sono costretti a isolarsi; i tradimenti, le battaglie e le conquiste sono all'ordine del giorno. Devan è un sinkal, una creatura dalle straordinarie capacità nata dagli incroci tra i popoli, e il richiamo nel sangue non gli permette di assistere in disparte alla caduta del suo mondo. Dimostrato il valore con la spada, si mette a capo del vasto esercito degli umani e rapidamente sottomette una terra dopo l'altra. Richiama ai suoi comandi i guerrieri più capaci e le specie più terribili, come i vampiri. Combatte mostri guardiani, centauri e città ribelli e viola il regno delle fate, minacciando il cuore dell'impero degli elfi. Ma trovare la pace è più difficile di quanto possa immaginare. »
« Un'epica fantasy, ambientata in un mondo dove la magia e la spada sono simboli di un'Era che sta per tramontare. Potenti stregoni e cavalieri legati da un codice d'onore sono obbligati a scendere in campo per difendere gli interessi dei loro regni. Gli imperi degli uomini e degli elfi, infatti, s...vedi tutto
« Un'epica fantasy, ambientata in un mondo dove la magia e la spada sono simboli di un'Era che sta per tramontare. Potenti stregoni e cavalieri legati da un codice d'onore sono obbligati a scendere in campo per difendere gli interessi dei loro regni. Gli imperi degli uomini e degli elfi, infatti, si fronteggiano da anni senza un vincitore. I popoli sono costretti a isolarsi; i tradimenti, le battaglie e le conquiste sono all'ordine del giorno. Devan è un sinkal, una creatura dalle straordinarie capacità nata dagli incroci tra i popoli, e il richiamo nel sangue non gli permette di assistere in disparte alla caduta del suo mondo. Dimostrato il valore con la spada, si mette a capo del vasto esercito degli umani e rapidamente sottomette una terra dopo l'altra. Richiama ai suoi comandi i guerrieri più capaci e le specie più terribili, come i vampiri. Combatte mostri guardiani, centauri e città ribelli e viola il regno delle fate, minacciando il cuore dell'impero degli elfi. Ma trovare la pace è più difficile di quanto possa immaginare. »
 

Descrizione

La seconda origine delle specie è un discusso libro scritto dal professor Jeams Luke Faulkner che descrive il principio di «involuzione delle specie».

 

Nomi attribuiti

Il titolo ufficiale fa il verso al famoso L'origine delle specie di Charles Darwin, che racchiude le annotazioni del naturalista sul processo di selezione naturale che porta le specie a evolversi. Proprio l'implicito riferimento al libro di Darwin, che in apparenza suona come un attacco diretto alle basi già consolidate della biologia, ha portato il libro di Jeams Faulkner a essere oggetto di aspre critiche da parte della comunità scientifica.

In realtà, per sua stessa ammissione, il professore non aveva intenzione di criticare il contenuto dell'Origine delle specie quanto scelse il titolo, bensì di mettere in luce come nel periodo presente stessero improvvisamente sorgendo delle nuove specie contrarie al principio di evoluzione.

 

Contenuto

 

Il principio di involuzione

Il libro cerca di descrivere la teoria che Jeams Faulkner ha chiamato «involuzione delle specie», riportando degli esempi concreti sulla base di come si stavano evolvendo le creature animali e vegetali del suo tempo (l'Epoca dell'Uomo). Dopo le conseguenze del Progetto Origin, infatti, gli ecosistemi e gli aspetti biologici delle creature hanno subito delle modifiche forzate, innaturali. Jeams Faulkner è stato uno dei primi ad accorgersi dei cambiamenti, anche se non aveva un'idea precisa di cosa li avesse provocati.

Il principio di involuzione si basa su tre elementi principali:

  1. sono nate nuove specie sconosciute e stabili in pochissimi anni, cosa che è contraria al processo di selezione naturale previsto da Darwin (che in genere prevede tempi molto lunghi per portare dei risultati). Jeams Faulkner ha cercato in un primo tempo di capire come fossero state introdotte; non trovando una spiegazione soddisfacente, si è poi concentrato soltanto sulle specie conosciute e ha messo da parte questo punto incomprensibile.
  2. le specie conosciute hanno iniziato a subire delle modifiche piuttosto rapide. In pochi decenni hanno modificato alcuni tratti che avevano mantenuto per millenni; in molti casi hanno sviluppato dei tratti che non sono utili alla sopravvivenza e anzi sono dannosi, tratti che dovrebbero essere già stati debellati dalla natura in passato. È stato soprattutto questo punto a instillare l'idea al professore che la natura stesse seguendo un'involuzione, invece di un'evoluzione.
  3. infine, mentre nella normale evoluzione l'ordine tende a crescere in modo esponenziale, qua avviene il contrario: il disordine cresce in modo esponenziale portando alla formazione di elementi incomprensibili dal punto di vista della sopravvivenza delle specie.
 

Le critiche dei colleghi

Il mondo accademico si è schierato per la quasi totalità contro il principio di involuzione, sostenendo che non esistevano delle prove concrete che la natura avesse scelto all'improvviso di invertire il suo processo. Secondo i colleghi del professore, per quanto i casi riportati fossero numerosi, si trattavano di coincidenze destinate a scomparire.

Jeams Faulkner non ha mai abbandonato la sua teoria, ma le continue critiche (spesso pesanti e che lo hanno costretto a dimettersi da diversi posti di lavoro) lo hanno spinto a rinchiudersi nel silenzio stampa e a condividere le scoperte future soltanto con alcuni colleghi selezionati. A distanza di diversi secoli dalla pubblicazione, il suo libro continuerà a essere preso di mira dagli oppositori, mentre i sostenitori cresceranno di pari passo con le anomalie ambientali che saranno sempre più visibili sul pianeta Gea.

 

Fonti esterne di approfondimento

Questa sezione raccoglie libri, articoli e link a siti web esterni che permettono di approfondire l'argomento trattato nella pagina. Rappresentano un punto di partenza per una ricerca essenziale e non hanno la pretesa di offrire una descrizione completa. Tieni presente che non esistono controlli di esistenza dei link esterni. Se la destinazione non dovesse essere raggiungibile o se noti che l'argomento di destinazione non è pertinente, segnala il problema in modo da permettere agli amministratori di aggiornare la pagina (grazie).

Wikipedia - L'origine delle specie di Charles Darwin

Libri da leggere: Origin
Universi di appartenenza: Universo Specchio
Ere in cui compare: Quarta Era