segui la pagina su Facebook!

Anno 13125, Quarta Era

Attenzione! Le pagine degli anni potrebbero contenere informazioni che possono svelare la trama di un libro
Questa pagina dovrebbe essere vista soltanto dopo aver letto il libro o i libri a cui è collegata.
Legge Massima - Copertina
« Nell'anno 4721 sta per essere inaugurato Nuova Alba, il primo pianeta artificiale costruito dall'uomo. I festeggiamenti per il grande evento sono pronti, ma il clima di sicurezza è minacciato dalle continue rivolte che si fanno ogni giorno più violente. Si mormora della comparsa di una terribile arma caduta in mano ai ribelli, che può modificare le emozioni a piacere e spingere i popoli a protestare contro i governi. La colonia di Europa, satellite di Giove, invia un'ambasciata per avvertire i terrestri, ma viene tradita poco dopo lo sbarco. L’unica superstite è costretta a nascondersi in un mondo sconosciuto e, cacciata a vista, si trova a lottare per sopravvivere e per finire la sua missione. Intanto, nello spazio inesplorato una flotta si sta organizzando per mettere le mani sul pianeta artificiale. Max, un mercenario marziano, viene ingaggiato per fare luce sulla morte di un amico e scopre una fitta trama di segreti e di corruzioni che si espande fino a toccare le alte sfere di Venere, e che rischia di portare le colonie sull'orlo di una guerra. Una space opera intensa che spinge l'immaginazione oltre il futuro dell'uomo, dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
« Nell'anno 4721 sta per essere inaugurato Nuova Alba, il primo pianeta artificiale costruito dall'uomo. I festeggiamenti per il grande evento sono pronti, ma il clima di sicurezza è minacciato dalle continue rivolte che si fanno ogni giorno più violente. Si mormora della comparsa di una terribil...vedi tutto
« Nell'anno 4721 sta per essere inaugurato Nuova Alba, il primo pianeta artificiale costruito dall'uomo. I festeggiamenti per il grande evento sono pronti, ma il clima di sicurezza è minacciato dalle continue rivolte che si fanno ogni giorno più violente. Si mormora della comparsa di una terribile arma caduta in mano ai ribelli, che può modificare le emozioni a piacere e spingere i popoli a protestare contro i governi. La colonia di Europa, satellite di Giove, invia un'ambasciata per avvertire i terrestri, ma viene tradita poco dopo lo sbarco. L’unica superstite è costretta a nascondersi in un mondo sconosciuto e, cacciata a vista, si trova a lottare per sopravvivere e per finire la sua missione. Intanto, nello spazio inesplorato una flotta si sta organizzando per mettere le mani sul pianeta artificiale. Max, un mercenario marziano, viene ingaggiato per fare luce sulla morte di un amico e scopre una fitta trama di segreti e di corruzioni che si espande fino a toccare le alte sfere di Venere, e che rischia di portare le colonie sull'orlo di una guerra. Una space opera intensa che spinge l'immaginazione oltre il futuro dell'uomo, dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo.
 

Dettagli sulla notazione

Calendario gregoriano (GB)
3.125 d.C.

Calendario standard (CE)
4:13125

Calendario gregoriano (GA)
2.032,15 d.C.


Per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.

 

Timeline

Anno 4:13125 sulla timeline

Epoca dell'Uomo sulla timeline

 

Riassunto degli eventi

  • Nakhraj Subramanian colonizza il primo asteroide, che lui stesso aveva comprato qualche anno prima, e sfrutta le risorse minerarie estratte per arricchirsi.

 

Estrazione delle risorse dagli asteroidi

 

La colonizzazione del primo asteroide

Nakhraj Subramanian è un uomo influente in campo commerciale e nel tempo è riuscito ad accumulare un patrimonio economico sufficiente a permettergli una vita lontana dal lavoro. L'ambizione e un sogno a occhi aperti, però, lo spingono a investire quasi tutte le sue finanze nella creazione di una società dedita all'esplorazione spaziale. Il suo scopo è la colonizzazione degli asteroidi, nei quali vede un'enorme fonte di ricchezza inutilizzata.

Il suo progetto viene sin da subito deriso e screditato, al punto che si vede rifiutare diversi fondi privati su cui all'inizio aveva creduto di poter fare affidamento, e di conseguenza è costretto a indebitarsi. L'acquisto dell'asteroide da lui battezzato «Krishna» lo porta sull'orlo del fallimento, nonostante il costo sia stato relativamente basso.

Ma il progetto prosegue e il magnate è fiducioso fino all'ultimo di portarlo a compimento. Qualche anno dopo gli sforzi danno i loro frutti, contro ogni previsione. Nel 4:13125 (3125 d.C.) le astronavi costruite dalla sua società raggiungono Krishna e impiantano degli stabilimenti, con piccoli intoppi risolti in un secondo momento. Dopo gli studi sul campo e la sicurezza di aver risolto i problemi principali di insediamento e di impianto, si dà avvio all'estrazione dei minerali. Le operazioni risultano complesse e la strumentazione iniziale si usura rapidamente, costringendo a ritardare le estrazioni. Qualche tempo dopo, la strumentazione viene migliorata e si realizza una catena continua di estrazione e trasporto verso Gea.

Da qui a meno di un decennio, Nakhraj diventerà l'uomo più influente su Gea.

Pagine legate cronologicamente a quest'anno