segui la pagina su Facebook!

Centro di Massima Protezione Carceraria (CMPC)

nomi legati : Centro di Massima Protezione Carceraria
Questa pagina è un abbozzo o è incompleta.
Anche se pubblicato, il contenuto di questa pagina sarà sottoposto a integrazioni e modifiche future.
All'Inizio del Tempo - Copertina
« Un'epica fantasy ambientata in un mondo dove le emozioni prendono vita, dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra la realtà e l'immaginazione. Passavano i giorni a dare una forma e un senso agli elementi, e le loro azioni modellavano il Destino Immutabile. Era il Tempo dei Sogni. Per poterle descrivere i popoli hanno attribuito a queste entità un aspetto umano e un carattere che esalta la loro natura. Così l'Eco può solo ripetere le parole che ascolta, la Forza scava la roccia a mani nude e il Tempo vede il domani come se fosse il presente. La leggenda a questo punto si perde nel mito e i racconti parlano di un'alba in cui un terribile cambiamento sconvolse le quattro terre. Ebbe inizio con la comparsa del Nulla. Quando bussò alle loro porte, le entità si riunirono per discutere e furono costrette a lottare per la loro sopravvivenza... »
« Un'epica fantasy ambientata in un mondo dove le emozioni prendono vita, dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra la realtà e l'immaginazione. Passavano i giorni a dare una forma e un senso ag...vedi tutto
« Un'epica fantasy ambientata in un mondo dove le emozioni prendono vita, dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra la realtà e l'immaginazione. Passavano i giorni a dare una forma e un senso agli elementi, e le loro azioni modellavano il Destino Immutabile. Era il Tempo dei Sogni. Per poterle descrivere i popoli hanno attribuito a queste entità un aspetto umano e un carattere che esalta la loro natura. Così l'Eco può solo ripetere le parole che ascolta, la Forza scava la roccia a mani nude e il Tempo vede il domani come se fosse il presente. La leggenda a questo punto si perde nel mito e i racconti parlano di un'alba in cui un terribile cambiamento sconvolse le quattro terre. Ebbe inizio con la comparsa del Nulla. Quando bussò alle loro porte, le entità si riunirono per discutere e furono costrette a lottare per la loro sopravvivenza... »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo. In particolare, per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.
 

Descrizione

Il Centro di Massima Protezione Carceraria (abbreviato con CMPC) è una struttura carceraria mobile e sospesa magneticamente, situata su Gea. Il carcere si sposta di luogo a intervalli irregolari e senza nessun preavviso al pubblico, per posizionarsi in spazi liberi sopra ad altre regioni o continenti.

 

Sistema di sicurezza

Ha un sistema di protezione elettronica che si può disattivare solo grazie a due chiavi codificate. Inserendo entrambe le schede, appare un pannello dove inserire una combinazione numerica. In mancanza delle chiavi, chiunque attraversi la porta si trova ad affrontare uno dei sistemi di protezione più avanzati mai costruiti dall'uomo e migliorato nel corso dei secoli. Il continuo spostamento da una Nazione all'altra fa parte del sistema di sicurezza che ha reso l'edificio tanto famoso.

È dotato di sistemi di conservazione energetica auto-rigeneranti e da strumenti autonomi per la manutenzione, che gli permettono di funzionare per milioni di anni. L'esterno appare come un'enorme parete di metallo durissimo e profondo 200 metri. La parete è del tutto liscia, a eccezione delle due fessure in cui inserire le chiavi.

Il CMPC era il Centro di Massima Protezione Carceraria, una fortezza dove erano rinchiusi i delinquenti che si macchiavano di gravi crimini contro l'umanità. Era una struttura sospesa in aria e che si spostava a intervalli casuali, in modo da non essere subito rintracciabile. Con tutte le misure di sicurezza che aveva, era quasi impossibile assaltarla e ancora di più evadere, ma era anche costosa da mantenere. I trasferimenti lì dentro erano rari e riguardavano i criminali più pericolosi.

Descrizione tratta da La Colonia Fantasma
 

Storia e fondazione

Il CMPC è stato inaugurato nel 4:13218 (3218 d.C.) e ha subito vari riammodernamenti, rafforzando i sistemi di difesa e i controlli di sicurezza. Il progetto ha origine in Italia, come si nota dal nome e dalla sigla, sebbene gli ingegneri italiani non l'abbiano mai portato a compimento. La costruzione effettiva è stata portata avanti da squadre di varie nazionalità, ma il nome di partenza è rimasto.

Creato nella Quarta Era, il carcere è sopravvissuto indenne alla storia e alle catastrofi naturali che hanno colpito il pianeta, tanto che se ne trova traccia anche nella Quinta Era.

 

Date importanti

 

Anni e periodi principali

 
Data inizio
Data fine
CE
 
GB
3.218 d.C.
 
 
Costruzione dell'edificio
 
Libri da leggere: La Colonia Fantasma
Universi di appartenenza: Universo Specchio
Ere in cui compare: Quarta Era | Quinta Era