segui la pagina su Facebook!

Foglia artificiale

Tracce nella Rete - Copertina
« Tremila anni dopo la costruzione del primo pianeta artificiale, la specie umana assiste alla nascita dell'Onnimente, una IA cosciente che si separa dall'Oracolo per raggiungere l'indipendenza. Le colonie la valutano subito come una minaccia e tentano con ogni mezzo di distruggerla, per impedire che si sostituisca alla rete e che controlli le loro tecnologie. Potenziano l'Oracolo, lo trasformano in un un'entità aggressiva e gli comandano di attaccare la nuova minaccia. Ma l'Onnimente si dimostra più forte del previsto. Ben presto le colonie si accorgono di trovarsi in un punto di non ritorno, dove l'Oracolo aumenta sempre più la violenza e la sua avversaria risponde con armi incomprensibili. Al centro dell'azione si trova Tiria, che si risveglia in una realtà alternativa dove la battaglia ha già raggiunto il suo apice. È stata l'Onnimente a trascinarla in quel futuro disastroso, per convincere lei e la sua famiglia a collaborare insieme per impedire la catastrofe. Tiria la asseconda, ma il padre Kaled sospetta sin da subito che l'Onnimente stia nascondendo il vero scopo che la spinge a proteggere le colonie a tutti i costi. »
« Tremila anni dopo la costruzione del primo pianeta artificiale, la specie umana assiste alla nascita dell'Onnimente, una IA cosciente che si separa dall'Oracolo per raggiungere l'indipendenza. Le colonie la valutano subito come una minaccia e tentano con ogni mezzo di distruggerla, per impedire c...vedi tutto
« Tremila anni dopo la costruzione del primo pianeta artificiale, la specie umana assiste alla nascita dell'Onnimente, una IA cosciente che si separa dall'Oracolo per raggiungere l'indipendenza. Le colonie la valutano subito come una minaccia e tentano con ogni mezzo di distruggerla, per impedire che si sostituisca alla rete e che controlli le loro tecnologie. Potenziano l'Oracolo, lo trasformano in un un'entità aggressiva e gli comandano di attaccare la nuova minaccia. Ma l'Onnimente si dimostra più forte del previsto. Ben presto le colonie si accorgono di trovarsi in un punto di non ritorno, dove l'Oracolo aumenta sempre più la violenza e la sua avversaria risponde con armi incomprensibili. Al centro dell'azione si trova Tiria, che si risveglia in una realtà alternativa dove la battaglia ha già raggiunto il suo apice. È stata l'Onnimente a trascinarla in quel futuro disastroso, per convincere lei e la sua famiglia a collaborare insieme per impedire la catastrofe. Tiria la asseconda, ma il padre Kaled sospetta sin da subito che l'Onnimente stia nascondendo il vero scopo che la spinge a proteggere le colonie a tutti i costi. »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo. In particolare, per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.
 

Descrizione

La foglia artificiale è una foglia creata in laboratorio che simula quelle presenti in natura, assorbendo l'acqua e l'anidride carbonica per produrre ossigeno.

 

Aspetto e funzionalità

Agli inizi la foglia artificiale ha un aspetto più elastico di quella naturale e visibilmente artificiale. Con il trascorrere degli anni e dei secoli si migliora sempre più, diventanto indistinguibile da una vera foglia, ma con la possibilità di essere adattata in laboratorio per assumere colori diversi e un aspetto più originale. Le foglie artificiali più avanzate hanno bisogno di poca acqua e anidride carbonica per produrre una frequente quantità di ossigeno.

Nei secoli successivi le foglie artificiali vengono migliorate, separandosi dal normale meccanismo di fotosintesi delle piante. L’acqua non è più necessaria, mentre rimane indispensabile la luce artificiale o altre fonti di energia (come l’energia zero) per scindere le molecole dell’anidride carbonica, liberando ossigeno. La quantità di energia richiesta per la scissione diretta, comunque, è molto più alta rispetto a quella richiesta nella fotosintesi delle piante; la foglia accumula l’energia necessaria fino a quando non ne ha a sufficienza. Per questi motivi, nelle astronavi dell'Epoca della Tecnologia si preferisce l’uso dell’energia zero come reagente, anziché della luce artificiale.

 

Storia e creazione

La prima foglia artificiale è creata nel 4:12014 (2014 d.C.) da Julian Melchiorri, studente di ingegneria. Si tratta di foglie dotata di veri cloroplasti estratti da cellule vegetali reali, inseriti in un materiale a base di proteine della seta.

 

Uso nelle città e nello spazio

Si dovranno attendere sette anni perché il suo uso si propaghi nelle città maggiori, dove gli edifici si dotano di foglie artificiali per contribuire, all'esterno, alla riduzione dell'inquinamento e all'interno all'ossigenazione dell'aria. Con il trascorrere dei secoli, le foglie artificiali arrivano a tapezzare buona parte degli edifici e delle strutture pubbliche nelle metropoli, dando un aspetto più naturale al complesso.

Ma il loro uso avviene anche nello spazio. Le foglie artificiali, infatti, sono capaci di resistere nello spazio molto più a lungo delle piante terrestri e possono garantire agli equipaggi delle astronavi un ossigeno perpetuo con un minimo di manutenzione.

 

Fonti esterne di approfondimento

Questa sezione raccoglie libri, articoli e link a siti web esterni che permettono di approfondire l'argomento trattato nella pagina. Rappresentano un punto di partenza per una ricerca essenziale e non hanno la pretesa di offrire una descrizione completa. Tieni presente che non esistono controlli di esistenza dei link esterni. Se la destinazione non dovesse essere raggiungibile o se noti che l'argomento di destinazione non è pertinente, segnala il problema in modo da permettere agli amministratori di aggiornare la pagina (grazie).

Pagina dedicata alla foglia artificiale nel sito ufficiale di Melchiorri (inglese). La pagina è stata consultata per l'ultima volta a: dicembre 2019.

 

Date importanti

 

Anni e periodi principali

 
Data inizio
Data fine
CE
 
GB
2.014 d.C.
 
 
Creazione della foglia artificiale
 
Universi di appartenenza: Universo Specchio
Ere in cui compare: Quarta Era