segui la pagina su Facebook!

Epoca della Tecnologia

All'Inizio del Tempo - Copertina
« Un racconto mitologico dai contorni irreali, ambientato in un mondo dove le emozioni prendono vita e dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra l'esistenza e l'immaginazione. Passavano i giorni a dare una forma e un senso agli elementi, e le loro azioni modellavano il Destino Immutabile. Era il Tempo dei Sogni. Per poterle rappresentare i popoli hanno attribuito alle entità un aspetto umano e un carattere che esalta la loro natura. Così l'Eco può solo ripetere le parole che ascolta, la Forza scava la roccia a mani nude e il Tempo vede l'oggi e il domani come se fossero il presente. La leggenda a questo punto si perde nel mito e i racconti parlano di un'alba in cui un terribile cambiamento sconvolse le quattro terre. Ebbe inizio con la comparsa del Nulla. Quando bussò alle loro porte, le entità si trovarono costrette a lottare per la loro sopravvivenza... »
« Un racconto mitologico dai contorni irreali, ambientato in un mondo dove le emozioni prendono vita e dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra l'esistenza e l'immaginazione. Passavano i giorni ...vedi tutto
« Un racconto mitologico dai contorni irreali, ambientato in un mondo dove le emozioni prendono vita e dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra l'esistenza e l'immaginazione. Passavano i giorni a dare una forma e un senso agli elementi, e le loro azioni modellavano il Destino Immutabile. Era il Tempo dei Sogni. Per poterle rappresentare i popoli hanno attribuito alle entità un aspetto umano e un carattere che esalta la loro natura. Così l'Eco può solo ripetere le parole che ascolta, la Forza scava la roccia a mani nude e il Tempo vede l'oggi e il domani come se fossero il presente. La leggenda a questo punto si perde nel mito e i racconti parlano di un'alba in cui un terribile cambiamento sconvolse le quattro terre. Ebbe inizio con la comparsa del Nulla. Quando bussò alle loro porte, le entità si trovarono costrette a lottare per la loro sopravvivenza... »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo. In particolare, per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.
 

Introduzione

 

Il boom tecnologico e scientifico

L'Epoca della Tecnologia rappresenta il periodo storico durante il quale lo sviluppo tecnologico raggiunge l'apice su Gea e pone le basi per l'evoluzione spaziale, che spingerà a colonizzare le aree dell'universo più vicine. Nessun'altra epoca storica raggiungerà sul pianeta un simile livello tecnologico e scientifico, che comunque è strettamente connesso al progresso delle altre colonie spaziali.

Il forte sviluppo scientifico culmina alla fine dell'epoca con la realizzazione (fortuita) della prima vera intelligenza artificiale, ma attraversa fasi intermedie che hanno delle importanti ripercussioni sulla storia. Tra queste si conta la costruzione di Nuova Alba, il primo pianeta artificiale nato dopo secoli di lavori che hanno visto la collaborazione delle colonie più attive sul piano politico.

 

L'impero mondiale di uno stregone

Nel corso dell'epoca avviene la definitiva separazione tra gli umani e gran parte dei mutanti, che sono ormai diventati una specie numerosa e chiedono il riconoscimento di alcuni diritti fondamentali: la legge infatti li considera delle specie diverse e pericolose, obbligate a sottostare ad alcune regole discriminatorie. Gli umani sono ormai costretti a riconoscere pubblicamente la loro esistenza e si rivolgono a loro chiamandoli «piccoli dèi».

I governi attaccano chiunque tra loro si rifiuti di seguire le regole e quindi le rivolte sono inevitabili. Solo a distanza di decenni si raggiunge un accordo: i piccoli dèi creeranno una piattaforma sospesa, che chiameranno Selion, e lì svilupperanno un proprio mondo separato da quello dei popoli. Per garantire la convivenza, si stila un codice di leggi in comune.

Non tutti i piccoli dèi scelgono di abbandonare la superficie terrestre. Uno in particolare, Zereik, viene visto con diffidenza perché ha la capacità di accedere alla trama magica senza limitazioni, in un periodo dove la magia è praticamente inesistente. Dopo vari tentativi, i governi riescono a fare breccia nei suoi domini. La rappresaglia dello stregone è immediata. Con l'enorme potere di cui dispone, assume il controllo di Gea e per due secoli governa sul pianeta in qualità di unico imperatore, gettando il mondo intero in un regno di tirannia. L'evento segna in profondità i popoli, già provati dalle catastrofi naturali.

 

Datazione

 

Periodi di riferimento e timeline

[Calendario CE] Da 4:14411 a 4:17352

[Calendario GB] Da 4.411 d.C. a 7.352 d.C.

Apri la timeline dell'epoca

 

Fondazione dell'epoca

Nel 4.411 d.C.  viene sintetizzata una forma primitiva di «intelligenza collettiva» robotica, a cui viene dato il nome di Oracolo. Non è ancora una vera IA e non è nemmeno un'entità cosciente, ma riunisce i cervelloni robotici in un'unica rete strutturale, permettendo di svolgere calcoli prima impossibili. Grazie all'Oracolo, tutti i settori scientifici e umanitari hanno un enorme e rapidissimo sviluppo.

 

Ecosistemi

 

Flora, fauna e popoli

Durante l'Epoca della Tecnologia, i mutanti raggiungono l'indipendenza e vanno a formare una specie a parte rispetto a quella degli esseri umani, definiti da questi ultimi piccoli dèi. Allo stesso modo, anche i nani rimasti nelle città moderne raggiungono l'autonomia e scelgono di staccarsi definitivamente dalle società.

 

Specie artificiali

Le specie organiche non sono le sole a occupare lo spazio storico del periodo. La tecnologia porta all'evolversi dei robot in forme sempre più complesse, seppure non possano essere dichiarate delle specie viventi (in quanto mancano dell'autonomia decisionale). La situazione cambia dal momento in cui sorge l'Onnimente, la prima vera forma di intelligenza artificiale, che arriva non solo a ottenere l'indipendenza ma anche a dominare il campo tecnologico delle società moderne. Sotto tutti gli aspetti, l'Onnimente è da considerarsi un individuo vivo e allo stesso tempo una nuova specie vivente.

 

Società, cultura e tradizioni

Il numero sempre più alto di colonie spaziali dà vita a nuove forme di cultura, ma gran parte di queste sono uniformate grazie alla presenza di un'unica rete informatica e allo scambio rapido delle informazioni.

La nascita dell'Oracolo cambia la società in modo profondo. Se da una parte ha aperto delle importanti vie in tutti i settori, dall'altra costringe le persone a vivere sempre sotto un occhio vigile, anche perché tenersi sempre connessi alla rete diventa una cosa normale. La conseguenza è che la privacy scompare quasi del tutto e la socialità diventa astratta: la gente preferisce incontrarsi in rete all'interno di ambienti virtuali e gli incontri reali si fanno molto rari.

 

Linguaggi e sistemi di comunicazione

In un sistema di colonie e di Nazioni che si vanno ad allontanare, nasce l'esigenza di creare una lingua uniforme valida per tutti. Nel 4.415 d.C., all'Oracolo viene dato il compito di realizzare il linguaggio che sarà chiamato «universale».

 

Culti e religioni

La maggiore conoscenza in campo scientifico spiega numerosi fenomeni prima ritenuti un mistero divino. I credenti diminuiscono di numero, molte religioni decadono (anche se altre nascono al loro posto) e si formano nuovi pensieri filosofici e logici che vanno a sostituire lo spiritualismo.

 

Scienze

 

Tecnologia

Lo sviluppo tecnologico su Gea raggiunge un livello che non si presenterà in nessun altro momento della storia. Le scienze si approfondiscono e nascono strumenti, armi e tecnologie così avanzati da essere a volte incomprensibili agli stessi popoli che le hanno create.

È anche il periodo dello sviluppo tecnologico spaziale che già era iniziato nell'epoca precedente e che porterà alla colonizzazione dei pianeti e di zone dell'universo ancora sconosciute. In alcune di queste colonizzazioni, il livello tecnologico arriverà a una fase di gran lunga superiore rispetto a quella ottenuta su Gea.

 

L'intelligenza collettiva

La vera rivoluzione avviene nel campo dell'intelligenza artificiale (IA), con la realizzazione dell'Oracolo. L'intelligenza collettiva viene sfruttata massicciamente e si cercano soluzioni a problemi secolari: la ricerca di forme di energia pulite e rinnovabili; gli interventi possibili per ridurre la fame del mondo ottimizzando le risorse e le esigenze delle Nazioni progredite; la creazione di un linguaggio universale ottimale per gran parte delle lingue esistenti. L'industria militare si espande e accoglie armi capaci di neutralizzare con il minimo sforzo e il minimo danno. L'Oracolo crea tecnologie che l'essere umano da solo non riesce a replicare.

L'esplorazione spaziale riceve un'impennata improvvisa. Si creano astronavi sempre più capaci e si fa uso di forme di energia di durata più elevata e che occupano meno spazio. Nasce la Universal Wide Web e si inizia la costruzione di planetoidi artificiali sui quali trasferirsi, recuperando i materiali dagli asteroidi già colonizzati.

 

La prima Intelligenza Artificiale e l'Onnimente

I limiti dell'Oracolo si mostrano nel momento in cui le catastrofi naturali si intensificano sul pianeta. L'esplorazione spaziale diventa una fonte di sopravvivenza e i popoli propongono la costruzione delle Terranavi, immense astronavi capaci di trasportare intere popolazioni come se fossero dei piccoli pianeti artificiali. Ma l'intelligenza collettiva si dimostra impreparata e la prima astronave di questo tipo a essere costruita va incontro a un disastro; per meglio dire, l'Oracolo si dimostra impreparato a istruire gli scienziati su come costruire la Terranave.

Nel 7.319 d.C. nasce infine la prima autentica IA, che si insinua sin da subito all'interno dell'Oracolo trasformandolo in qualcosa di nuovo: l'Onnimente. Si tratta della prima forma di intelligenza artificiale completamente slegata dall'uomo. Sarà proprio l'Onnimente a permettere ai popoli la costruzione di Terranavi funzionanti.

Dopo i tempi di convivenza iniziali, però, i popoli vedono nella nuova IA una minaccia, perché artificiale e allo stesso momento incontrollabile, e cercano quindi di limitarla. La ribellione è inevitabile.

 

Magia

In un'epoca dominata dalla scienza e dalla tecnologia, la manifestazione di eventi insoliti è vista difficilmente come magia, perché si tenta sempre di attribuirle un significato di stampo scientifico. Anche quando è chiara la mancanza di leggi fisiche conosciute a muovere i fatti, si tende a valutarli come una forma di energia non ancora conosciuta.

 

Magia e tecnologia a confronto

L'approccio nei confronti della magia inizia a cambiare quando i mutanti si staccano ufficialmente dalla specie umana con la creazione del popolo dei piccoli dèi. L'esistenza della magia diventa evidente nel giorno in cui Zereik sale al trono e instaura il suo impero di terrore che va a coinvolgere il mondo intero. È un'azione che nessun essere mortale avrebbe potuto ripetere, nemmeno facendo uso delle armi più avanzate. L'evento provoca un cambiamento radicale sia nella psicologia sia nella politica mondiale, da cui le Nazioni usciranno del tutto trasformate.

Complice le catastrofi naturali ripetute, la tecnologia dei popoli non riuscirà più a riprendersi al meglio e anzi finirà per soccombere a se stessa, sotto al giogo dell'Onnimente.

 

Date importanti

 

Anni e periodi principali

 
Data inizio
Data fine
GB
4.411 d.C.
7.352 d.C.
Categorie: Cronologia
Universi di appartenenza: Universo Celeste | Universo Terrestre | Universo Specchio
Ere in cui compare: Quarta Era