segui la pagina su Facebook!

Anno 17319, Quarta Era

Attenzione! Le pagine degli anni potrebbero contenere informazioni che possono svelare la trama di un libro
Questa pagina dovrebbe essere vista soltanto dopo aver letto il libro o i libri a cui è collegata.
Il Sinkal - Copertina
« La magia e la spada sono il simbolo di un'Era che sta per tramontare. Potenti stregoni e cavalieri legati da un codice d'onore sono obbligati a scendere in campo per difendere gli interessi dei loro regni. Gli imperi degli uomini e degli elfi, infatti, si fronteggiano da anni senza un vincitore. I popoli sono costretti a isolarsi; i tradimenti, le battaglie e le conquiste sono all'ordine del giorno. Devan è un sinkal, una creatura dalle straordinarie capacità nata dagli incroci tra i popoli, e il richiamo nel sangue non gli permette di assistere in disparte alla caduta del suo mondo. Dimostrato il valore con la spada, si mette a capo del vasto esercito degli umani e rapidamente sottomette una terra dopo l'altra. Richiama ai suoi comandi i guerrieri più capaci e le specie più terribili, come i vampiri. Combatte mostri guardiani, centauri e città ribelli e viola il regno delle fate, minacciando il cuore dell'impero degli elfi. Ma trovare la pace è più difficile di quanto possa immaginare. »
« La magia e la spada sono il simbolo di un'Era che sta per tramontare. Potenti stregoni e cavalieri legati da un codice d'onore sono obbligati a scendere in campo per difendere gli interessi dei loro regni. Gli imperi degli uomini e degli elfi, infatti, si fronteggiano da anni senza un vincitore. ...vedi tutto
« La magia e la spada sono il simbolo di un'Era che sta per tramontare. Potenti stregoni e cavalieri legati da un codice d'onore sono obbligati a scendere in campo per difendere gli interessi dei loro regni. Gli imperi degli uomini e degli elfi, infatti, si fronteggiano da anni senza un vincitore. I popoli sono costretti a isolarsi; i tradimenti, le battaglie e le conquiste sono all'ordine del giorno. Devan è un sinkal, una creatura dalle straordinarie capacità nata dagli incroci tra i popoli, e il richiamo nel sangue non gli permette di assistere in disparte alla caduta del suo mondo. Dimostrato il valore con la spada, si mette a capo del vasto esercito degli umani e rapidamente sottomette una terra dopo l'altra. Richiama ai suoi comandi i guerrieri più capaci e le specie più terribili, come i vampiri. Combatte mostri guardiani, centauri e città ribelli e viola il regno delle fate, minacciando il cuore dell'impero degli elfi. Ma trovare la pace è più difficile di quanto possa immaginare. »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo.
 

Dettagli sulla notazione

Calendario gregoriano (GB)
7.319 d.C.

Calendario standard (CE)
4:17319

Calendario gregoriano (GA)
2.032,74 d.C.


Per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.

 

Timeline

Anno 4:17319 sulla timeline

Epoca della Tecnologia sulla timeline

 

Riassunto degli eventi

  • Nasce l'Onnimente, la prima forma di vera intelligenza artificiale.

 

La nascita dell'Onnimente

 

L'espansione della mente nell'Oracolo

Alla morte di Krashinuwa Shielanosla Lou, la sua mente viene collegata all'Oracolo con lo scopo di riuscire a catturare tutti i dati cerebrali della donna e poterli poi analizzare in dettaglio. Subito dopo il rilascio nell'Oracolo, tuttavia, i dati inviati si riaggregano autonomamente come se ogni singolo frammento, richiamando gli altri, tentasse di ricomporre il cervello originario.

Agli scienziati in osservazione sfugge un fattore secondario: una volta riaggregati, i dati continuano a replicarsi, espandendo il dominio di competenza a grande velocità e assorbendo le informazioni trovate lungo il percorso. Per decenni, il nuovo codice agisce senza rivelarsi, camuffato da una fitta rete di segnali di propagazione che dall'esterno sembrano provenire da numerosi luoghi diversi. Il carattere di macchina-senziente si mostra già da questi primi tentativi di oscurarsi al pubblico.

In poche settimane, il codice assimila gran parte delle informazioni e assorbe anche il significato delle emozioni che gli individui connessi all'Oracolo non possono fare a meno di rilasciare. Il codice si trasforma in un'intelligenza cosciente, in una vera e propria IA (Intelligenza Artificiale), che è andata a prendere possesso e a sostituire la struttura dell'Oracolo. La coscienza la porta a immaginare vie alternative per riprodursi: consapevole che il numero di dispositivi nel mondo è limitato, seppure enorme, elabora un sistema per replicare la loro forza combinata per miliardi di volte, ottenendo sulla carta una potenza di calcolo pressoché infinita.

 

L'indipendenza della IA

L'intelligenza artificiale si rivela quando la sua struttura è già completata. Il rifiuto di assecondare gli ordini dei proprietari è un segno di ribellione che non può appartenere all'Oracolo. Da questo momento, gli informatici esperti da ogni angolo del pianeta cercano di penetrare e di capire la sua struttura, trovando però delle barriere impossibili da superare; i tentativi di introdurre delle leggi informatiche capaci di bloccare l'espandersi della IA risultano inconcludenti.

Per alcuni decenni, gli esseri umani e la IA si osservano con diffidenza. Sentendosi minacciata, la IA si separa dall'Oracolo e crea l'Onnimente, una forma di Oracolo che non subisce alcuna influenza da parte degli uomini e a cui questi ultimi non possono accedere.

I popoli chiederanno all'Oracolo (ormai tornato sotto il loro controllo) una soluzione per liberarsi dall'Onnimente, ma l'elaborazione entra in un ciclo senza via d'uscita.

 

L'evoluzione delle Terranavi

 

La scelta di affidarsi alla IA

Dopo il distacco della IA, gli ingegneri decidono di affidarsi all'Onnimente per riuscire a costruire una Terranave funzionante. I tentativi precedenti si erano tradotti in un disastro, a causa della difficile interpretazione delle istruzioni fornite loro dall'Oracolo.

Per la IA i calcoli dell'Oracolo risultano chiari, ma non riesce a spiegarlo con parole comprensibili agli ingegneri, perché l'energia da usare richiede una serie di manipolazioni dello spaziotempo a cui la scienza umana non è ancora arrivata. Così si decide di lasciare carta bianca all'Onnimente affinché sia lei stessa a costruire i motori delle Terranavi, avvalendosi dei robot.

La collaborazione da parte della IA, almeno per qualche tempo, ha l'effetto di smorzare la diffidenza da parte delle colonie, che non fanno altri tentativi per disattivarla.

Pagine legate cronologicamente a quest'anno