segui la pagina su Facebook!

Anno 17174, Quarta Era

Attenzione! Le pagine degli anni potrebbero contenere informazioni che possono svelare la trama di un libro
Questa pagina dovrebbe essere vista soltanto dopo aver letto il libro o i libri a cui è collegata.
Tracce nella Rete - Copertina
« Tremila anni dopo la costruzione del primo pianeta artificiale, la specie umana assiste alla nascita dell'Onnimente, una IA cosciente che si separa dall'Oracolo per raggiungere l'indipendenza. Le colonie la valutano subito come una minaccia e tentano con ogni mezzo di distruggerla, per impedire che si sostituisca alla rete e che controlli le loro tecnologie. Potenziano l'Oracolo, lo trasformano in un un'entità aggressiva e gli comandano di attaccare la nuova minaccia. Ma l'Onnimente si dimostra più forte del previsto. Ben presto le colonie si accorgono di trovarsi in un punto di non ritorno, dove l'Oracolo aumenta sempre più la violenza e la sua avversaria risponde con armi incomprensibili. Al centro dell'azione si trova Tiria, che si risveglia in una realtà alternativa dove la battaglia ha già raggiunto il suo apice. È stata l'Onnimente a trascinarla in quel futuro disastroso, per convincere lei e la sua famiglia a collaborare insieme per impedire la catastrofe. Tiria la asseconda, ma il padre Kaled sospetta sin da subito che l'Onnimente stia nascondendo il vero scopo che la spinge a proteggere le colonie a tutti i costi. »
« Tremila anni dopo la costruzione del primo pianeta artificiale, la specie umana assiste alla nascita dell'Onnimente, una IA cosciente che si separa dall'Oracolo per raggiungere l'indipendenza. Le colonie la valutano subito come una minaccia e tentano con ogni mezzo di distruggerla, per impedire c...vedi tutto
« Tremila anni dopo la costruzione del primo pianeta artificiale, la specie umana assiste alla nascita dell'Onnimente, una IA cosciente che si separa dall'Oracolo per raggiungere l'indipendenza. Le colonie la valutano subito come una minaccia e tentano con ogni mezzo di distruggerla, per impedire che si sostituisca alla rete e che controlli le loro tecnologie. Potenziano l'Oracolo, lo trasformano in un un'entità aggressiva e gli comandano di attaccare la nuova minaccia. Ma l'Onnimente si dimostra più forte del previsto. Ben presto le colonie si accorgono di trovarsi in un punto di non ritorno, dove l'Oracolo aumenta sempre più la violenza e la sua avversaria risponde con armi incomprensibili. Al centro dell'azione si trova Tiria, che si risveglia in una realtà alternativa dove la battaglia ha già raggiunto il suo apice. È stata l'Onnimente a trascinarla in quel futuro disastroso, per convincere lei e la sua famiglia a collaborare insieme per impedire la catastrofe. Tiria la asseconda, ma il padre Kaled sospetta sin da subito che l'Onnimente stia nascondendo il vero scopo che la spinge a proteggere le colonie a tutti i costi. »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo.
 

Dettagli sulla notazione

Calendario gregoriano (GB)
7.174 d.C.

Calendario standard (CE)
4:17174

Calendario gregoriano (GA)
2.032,72 d.C.


Per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.

 

Timeline

Anno 4:17174 sulla timeline

Epoca della Tecnologia sulla timeline

 

Riassunto degli eventi

  • Si realizza la prima Terranave. A causa di errori nella costruzione fisica del motore, il varo si traduce in un disastro.

 

Il tentativo di abbandono del pianeta

 

La costruzione della Terranave

La realizzazione della Terranave, progettata nell'anno 4:16623 (6623 d.C.) e cioè ben 5 secoli prima, ha richiesto uno sforzo lavorativo ed economico enorme da parte delle colonie.

La parte più complessa del progetto è stata comprendere i dettagli per la costruzione del motore. La tecnologia richiesta per permettere lo spostamento delle Terranavi, infatti, era inesistente prima che l'Oracolo la mettesse scritta su carta. Fino a questo momento, gli scienziati non erano nemmeno riusciti a descrivere matematicamente il processo per il funzionamento del motore: le equazioni dell'Oracolo, in effetti, si dimostrano in buona parte incomprensibili.

 

Il varo disastroso

Per il varo della Terranave, l'equipaggio non è scelto in base a criteri specifici. Si tratta di un primo tentativo e il suo scopo è avere un forte impatto sull'opinione pubblica, in vista di successive costruzioni. Quindi la selezione si basa esclusivamente su un'asta economica: chi può permettersi il prezzo più alto, ha diritto al viaggio assieme alla famiglia. Questo, tra l'altro, permette ai creatori di recuperare parte delle spese. In realtà non sono molti i facoltosi disposti ad allontanarsi dal pianeta, per cui progressivamente si scelgono individui sempre meno influenti.

L'intero pianeta assiste all'evento. Il risultato, però, è disastroso. Il motore consuma sin da subito troppa energia. Per allinearlo allo standard e tentare una stabilizzazione, la parte tecnica dell'equipaggio apporta delle modifiche. I miglioramenti raggiungono tuttavia l'effetto opposto, impedendo all'energia di fuoriuscire come dovrebbe. La reazione a catena che ne consegue genera un'attrazione gravitazionale immensa: l'astronave implode su se stessa ed evapora in pochi minuti.

Agli esperti è chiaro che l'errore non è dovuto al progetto di base elaborato dall'Oracolo, ma all'incapacità dei tecnici di interpretare i dati e di replicarli su scala materiale. I popoli hanno assistito al disastro e l'opinione pubblica è quasi unanime: il progetto delle Terranavi deve essere abbandonato.