segui la pagina su Facebook!

Anno 32114, Quarta Era

Attenzione! Le pagine degli anni potrebbero contenere informazioni che possono svelare la trama di un libro
Questa pagina dovrebbe essere vista soltanto dopo aver letto il libro o i libri a cui è collegata.
All'Inizio del Tempo - Copertina
« Un racconto mitologico dai contorni irreali, ambientato in un mondo dove le emozioni prendono vita e dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra l'esistenza e l'immaginazione. Passavano i giorni a dare una forma e un senso agli elementi, e le loro azioni modellavano il Destino Immutabile. Era il Tempo dei Sogni. Per poterle rappresentare i popoli hanno attribuito alle entità un aspetto umano e un carattere che esalta la loro natura. Così l'Eco può solo ripetere le parole che ascolta, la Forza scava la roccia a mani nude e il Tempo vede l'oggi e il domani come se fossero il presente. La leggenda a questo punto si perde nel mito e i racconti parlano di un'alba in cui un terribile cambiamento sconvolse le quattro terre. Ebbe inizio con la comparsa del Nulla. Quando bussò alle loro porte, le entità si trovarono costrette a lottare per la loro sopravvivenza... »
« Un racconto mitologico dai contorni irreali, ambientato in un mondo dove le emozioni prendono vita e dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra l'esistenza e l'immaginazione. Passavano i giorni ...vedi tutto
« Un racconto mitologico dai contorni irreali, ambientato in un mondo dove le emozioni prendono vita e dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra l'esistenza e l'immaginazione. Passavano i giorni a dare una forma e un senso agli elementi, e le loro azioni modellavano il Destino Immutabile. Era il Tempo dei Sogni. Per poterle rappresentare i popoli hanno attribuito alle entità un aspetto umano e un carattere che esalta la loro natura. Così l'Eco può solo ripetere le parole che ascolta, la Forza scava la roccia a mani nude e il Tempo vede l'oggi e il domani come se fossero il presente. La leggenda a questo punto si perde nel mito e i racconti parlano di un'alba in cui un terribile cambiamento sconvolse le quattro terre. Ebbe inizio con la comparsa del Nulla. Quando bussò alle loro porte, le entità si trovarono costrette a lottare per la loro sopravvivenza... »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo.
 

Dettagli sulla notazione

Calendario gregoriano (GB)
22.114 d.C.

Calendario standard (CE)
4:32114

Calendario gregoriano (GA)
2.032,282 d.C.


Per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.

 

Timeline

Anno 4:32114 sulla timeline

Epoca degli Angeli e dei Demoni sulla timeline

 

Riassunto degli eventi

  • Un demone apre un portale verso una dimensione esterna. Gli abitanti del nuovo mondo, scambiati per gli angeli degli antichi miti, si riversano su Gea e accolgono le invocazioni dei popoli di liberarli dal regno di terrore.

 

L'arrivo su Gea

 

Il portale di comunicazione

Dopo quasi duemila anni di dominazione e di terrore, i demoni si ritrovano a governare incontrastati su un impero di disordine. Nel 4:32114 (22114 d.C.), però, uno di loro apre un portale verso un universo sconosciuto e offre libero accesso a quelli che i popoli terrestri chiameranno impropriamente «angeli», recuperando il nome da miti molto antichi che raffiguravano esseri simili a loro nell'aspetto.

I demoni cercano sin da subito di soggiogare la nuova specie, così come hanno fatto con gran parte delle creature e dei popoli che sono apparsi durante l'apertura dei portali precedenti. Un primo gruppo di demoni entra nel nuovo mondo e cerca di schiavizzare gli abitanti, che però si liberano immediatamente degli invasori: nessuno degli aggressori farà ritorno.

Più per curiosità che per vendetta, alcuni degli abitanti attaccati attraversano il portale e scoprono Gea. È a questo punto che il loro aspetto riporta nella mente degli uomini il ricordo di un antico mito, quello degli angeli. I popoli invocano il loro aiuto per liberarli dal regno di terrore che sta soggiogando il pianeta da quasi due millenni.

Il motivo della risposta degli angeli è dovuto probabilmente alla semplice curiosità. Sta di fatto che la specie del nuovo mondo si riversa in massa su Gea.

 

La liberazione

Per non esporsi direttamente, nei successivi attacchi i demoni spingono gli eserciti degli umani ad appoggiarli e solo in un secondo momento intervengono di persona. In entrambi i casi, però, si rendono conto di trovarsi davanti a un popolo incontrollabile, che esce dagli schemi a cui i demoni sono abituati.

Gli angeli reagiscono in malo modo, esibendo una forma di magia naturale di grande impatto. Le loro capacità innate gli permettono di accedere alla trama magica con estrema facilità, motivo per cui gli incantesimi evocati non sono quasi mai trattenuti. La magia innata dei demoni, ritenuta già superiore a quella posseduta da qualsiasi altra creatura, si dimostra insufficiente.

Pagine legate cronologicamente a quest'anno