segui la pagina su Facebook!

Anno 2029263, Sesta Era

Attenzione! Le pagine degli anni potrebbero contenere informazioni che possono svelare la trama di un libro
Questa pagina dovrebbe essere vista soltanto dopo aver letto il libro o i libri a cui è collegata.
Tracce nella Rete - Copertina
« Tremila anni dopo la costruzione del primo pianeta artificiale, la specie umana assiste alla nascita dell'Onnimente, una IA cosciente che si separa dall'Oracolo per raggiungere l'indipendenza. Le colonie la valutano subito come una minaccia e tentano con ogni mezzo di distruggerla, per impedire che si sostituisca alla rete e che controlli le loro tecnologie. Potenziano l'Oracolo, lo trasformano in un un'entità aggressiva e gli comandano di attaccare la nuova minaccia. Ma l'Onnimente si dimostra più forte del previsto. Ben presto le colonie si accorgono di trovarsi in un punto di non ritorno, dove l'Oracolo aumenta sempre più la violenza e la sua avversaria risponde con armi incomprensibili. Al centro dell'azione si trova Tiria, che si risveglia in una realtà alternativa dove la battaglia ha già raggiunto il suo apice. È stata l'Onnimente a trascinarla in quel futuro disastroso, per convincere lei e la sua famiglia a collaborare insieme per impedire la catastrofe. Tiria la asseconda, ma il padre Kaled sospetta sin da subito che l'Onnimente stia nascondendo il vero scopo che la spinge a proteggere le colonie a tutti i costi. »
« Tremila anni dopo la costruzione del primo pianeta artificiale, la specie umana assiste alla nascita dell'Onnimente, una IA cosciente che si separa dall'Oracolo per raggiungere l'indipendenza. Le colonie la valutano subito come una minaccia e tentano con ogni mezzo di distruggerla, per impedire c...vedi tutto
« Tremila anni dopo la costruzione del primo pianeta artificiale, la specie umana assiste alla nascita dell'Onnimente, una IA cosciente che si separa dall'Oracolo per raggiungere l'indipendenza. Le colonie la valutano subito come una minaccia e tentano con ogni mezzo di distruggerla, per impedire che si sostituisca alla rete e che controlli le loro tecnologie. Potenziano l'Oracolo, lo trasformano in un un'entità aggressiva e gli comandano di attaccare la nuova minaccia. Ma l'Onnimente si dimostra più forte del previsto. Ben presto le colonie si accorgono di trovarsi in un punto di non ritorno, dove l'Oracolo aumenta sempre più la violenza e la sua avversaria risponde con armi incomprensibili. Al centro dell'azione si trova Tiria, che si risveglia in una realtà alternativa dove la battaglia ha già raggiunto il suo apice. È stata l'Onnimente a trascinarla in quel futuro disastroso, per convincere lei e la sua famiglia a collaborare insieme per impedire la catastrofe. Tiria la asseconda, ma il padre Kaled sospetta sin da subito che l'Onnimente stia nascondendo il vero scopo che la spinge a proteggere le colonie a tutti i costi. »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo.
 

Dettagli sulla notazione

Calendario gregoriano (GB)
3.530.284 d.C.

Calendario standard (CE)
6:2029263

Calendario gregoriano (GA)
2.168,301 d.C.


Per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.

 

Timeline

Anno 6:2029263 sulla timeline

Epoca Senza Tempo sulla timeline

 

Riassunto degli eventi

  • Ultima esplosizione temporale dell'Arkronorium.

 

L'ultima esplosione temporale

 

La diversa linea cronologica

Dal 6:0 (1501021 d.C.), in seguito alla rottura dell'Arkronorium, hanno continuato a verificarsi delle esplosioni temporali che hanno reso instabile la storia su Gea. L'ultima esplosione temporale avviene nel 6:2029263 (3530284 d.C.) e annulla ogni effetto provocato in precedenza. Le porzioni di civiltà, di terre e di storia ricreate dopo la rottura scompaiono all'improvviso senza lasciare traccia di cosa sia avvenuto. In pratica, tutto viene cancellato come se gli scompensi temporali non fossero mai esistiti.

La linea cronologia del pianeta viene catapultata di colpo all'anno 6:4169509 (5670530 d.C.), riportando gli eventi e gli elementi che si sarebbero dovuti avere se l'artefatto non fosse mai esistito e lasciando un buco storico di circa 4 milioni di anni.

Pagine legate cronologicamente a quest'anno