segui la pagina su Facebook!

Baras Nantino Barno

All'Inizio del Tempo - Copertina
« Un'epica fantasy ambientata in un mondo dove le emozioni prendono vita, dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra la realtà e l'immaginazione. Passavano i giorni a dare una forma e un senso agli elementi, e le loro azioni modellavano il Destino Immutabile. Era il Tempo dei Sogni. Per poterle descrivere i popoli hanno attribuito a queste entità un aspetto umano e un carattere che esalta la loro natura. Così l'Eco può solo ripetere le parole che ascolta, la Forza scava la roccia a mani nude e il Tempo vede il domani come se fosse il presente. La leggenda a questo punto si perde nel mito e i racconti parlano di un'alba in cui un terribile cambiamento sconvolse le quattro terre. Ebbe inizio con la comparsa del Nulla. Quando bussò alle loro porte, le entità si riunirono per discutere e furono costrette a lottare per la loro sopravvivenza... »
« Un'epica fantasy ambientata in un mondo dove le emozioni prendono vita, dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra la realtà e l'immaginazione. Passavano i giorni a dare una forma e un senso ag...vedi tutto
« Un'epica fantasy ambientata in un mondo dove le emozioni prendono vita, dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra la realtà e l'immaginazione. Passavano i giorni a dare una forma e un senso agli elementi, e le loro azioni modellavano il Destino Immutabile. Era il Tempo dei Sogni. Per poterle descrivere i popoli hanno attribuito a queste entità un aspetto umano e un carattere che esalta la loro natura. Così l'Eco può solo ripetere le parole che ascolta, la Forza scava la roccia a mani nude e il Tempo vede il domani come se fosse il presente. La leggenda a questo punto si perde nel mito e i racconti parlano di un'alba in cui un terribile cambiamento sconvolse le quattro terre. Ebbe inizio con la comparsa del Nulla. Quando bussò alle loro porte, le entità si riunirono per discutere e furono costrette a lottare per la loro sopravvivenza... »
 

Descrizione

Baras Nantino Barno è un ribelle che ha combattuto contro l'impero di Kerastra durante la Guerra dei Popoli.

 

Aspetto, specie e luoghi di appartenenza

Baras è un umano nato su Gea.

Ha un orecchio mozzato a causa di un'incursione finita male. Nonostante il suo grado di istruzione sia piuttosto basso, ha una parlatina sciolta e sa farsi rispettare in caso di bisogno.

 

Nomi e titoli attribuiti

Baras Nantino Barno non è il suo nome completo. In La via della guerra nel tempo e nello spazio si specifica che possiede almeno un'altra decina di nomi da affiancare a questi. In molti popoli umani di Kerastra, infatti, è tradizione che sia l'individuo stesso a scegliersi il nome, con la possibilità di affiancarsi un numero illimitato di termini.

 

Biografia

Baras ha lavorato come acconciatore di pelli, prima di unirsi ai rivoluzionari contro l'imperatore.

Nel corso della resistenza si è nascosto nelle montagne a nord dell'impero assieme a un gruppo di ribelli. Da qui, ha organizzato alcune scorrerie, tra l'altro abbastanza infruttuose da portare l'esercito a ignorarli.

Attenzione! Questa parte contiene informazioni che possono svelare la trama di un libro

Irritato dalle continue incursioni, l'imperatore Wintar ha inviato il Monaco del Vuoto a catturarli, che ha risalito le montagne a nord assieme ad alcuni soldati, penetrando nell'accampamento dei ribelli piuttosto facilmente.

 

Date importanti

 

Eventi collegati

La datazione rientra nell'arco di tempo descritto in queste pagine:

Libri da leggere: Il Sinkal
Categorie: Personaggi
Universi di appartenenza: Universo Specchio
Ere in cui compare: Quinta Era