segui la pagina su Facebook!

Barlang

La Colonia Fantasma - Copertina
« I savariani, un popolo che proviene da una galassia lontana, sono finiti alla deriva nel sistema Solare e per tornare a casa hanno bisogno del nucleo di Nuova Alba, il primo pianeta costruito dagli esseri umani. Per raggiungere l'obiettivo, progettano di mettere le colonie una contro l'altra e di attaccarle una volta che si saranno indebolite. Dopo anni di preparazione, i ribelli stanno per iniziare l'ultima parte del piano per screditare la Terra e metterla contro le altre colonie. Intanto, i savariani schierano la flotta per colpire i punti strategici e mettere in campo le loro tecnologie più potenti. L'unica speranza che può impedire l'inizio della guerra è riposta nell'Occhio Spento, un'organizzazione illegale che sta cercando le prove per smascherare il complotto. Il suo gruppo è formato da elementi scelti per le capacità fuori dal comune, come Max, un mercenario specializzato nella raccolta delle informazioni, e la giovane Yè, una donna trapiantata nel corpo di una mutante che può uccidere gli uomini senza toccarli. Il gruppo sarà aiutato da un robot dotato di una personalità umana e da Nia Havock, un'agente che indossa l'armatura militare più avanzata sul mercato. Ma tutte le risorse insieme potrebbero non bastare. Quando i terroristi attaccano la Terra e i savariani sparano il primo colpo, la situazione precipita in un attimo. »
« I savariani, un popolo che proviene da una galassia lontana, sono finiti alla deriva nel sistema Solare e per tornare a casa hanno bisogno del nucleo di Nuova Alba, il primo pianeta costruito dagli esseri umani. Per raggiungere l'obiettivo, progettano di mettere le colonie una contro l'altra e di...vedi tutto
« I savariani, un popolo che proviene da una galassia lontana, sono finiti alla deriva nel sistema Solare e per tornare a casa hanno bisogno del nucleo di Nuova Alba, il primo pianeta costruito dagli esseri umani. Per raggiungere l'obiettivo, progettano di mettere le colonie una contro l'altra e di attaccarle una volta che si saranno indebolite. Dopo anni di preparazione, i ribelli stanno per iniziare l'ultima parte del piano per screditare la Terra e metterla contro le altre colonie. Intanto, i savariani schierano la flotta per colpire i punti strategici e mettere in campo le loro tecnologie più potenti. L'unica speranza che può impedire l'inizio della guerra è riposta nell'Occhio Spento, un'organizzazione illegale che sta cercando le prove per smascherare il complotto. Il suo gruppo è formato da elementi scelti per le capacità fuori dal comune, come Max, un mercenario specializzato nella raccolta delle informazioni, e la giovane Yè, una donna trapiantata nel corpo di una mutante che può uccidere gli uomini senza toccarli. Il gruppo sarà aiutato da un robot dotato di una personalità umana e da Nia Havock, un'agente che indossa l'armatura militare più avanzata sul mercato. Ma tutte le risorse insieme potrebbero non bastare. Quando i terroristi attaccano la Terra e i savariani sparano il primo colpo, la situazione precipita in un attimo. »
 

Descrizione

Il barlang è un animale di aspetto grottesco e feroce, che abita in genere tra la vegetazione boschiva del pianeta Gea.

 

Aspetto e carattere

Il suo corpo non ha la pelle e quindi sono ben in evidenza muscoli, vene e scaglie corazzate. Le scaglie corazzate fungono da protezione e da alternativa al suo strato cutaneo assente.

Cammina in modo goffo, perché ha delle zampe corte ed è pesante, ma dispone di due braccia di lunghezza sproporzionata rispetto al corpo, tanto muscolose da permettergli di usarle come "trampoli" per compiere enormi salti e come uncini per aggrapparsi ai rami più alti.

Era alta una volta e mezza un uomo, e la stava puntando con occhi ridotti a due fessure gialle. [...]
Il barlang era un essere disgustoso, esattamente come lo descrivevano i bestiari degli alchimisti. Aveva un corpo senza pelle, ricoperto di muscoli, di vene e di scaglie corazzate. Le zampe piccole lo costringevano a una camminata goffa; ma aveva braccia sproporzionate e muscolose, e [Eshal] sapeva che appoggiandole a terra era capace di spiccare dei balzi incredibili. […]
I barlang erano conosciuti per la loro stupidità e impulsività.

Descrizione tratta da Il Sinkal
 

Riproduzione e sessualità

Il barlang si riproduce a fatica e la gestazione può durante da dodici a sedici mesi. Il parto è molto doloroso e porta la madre alla morte nel 70% dei casi. Difficilmente una femmina partorirà una seconda volta.

A causa della difficoltà di avere nuovi nascituri, le femmine in gravidanza sono protette a vista da "guardie personali" che comprendono di solito almeno tre esemplari e che si occupano di ogni esigenza: nutrimento, protezione, a volte persino il lavaggio del corpo.

 

Habitat

I barlang abitano generalmente nei boschi e nelle foreste, dove fanno ampio uso delle loro braccia per spostarsi tra i rami e piombare sulle prede. Una delle loro locazioni è il Bosco di Greik.

 

Nutrimento

I barlang attaccano principalmente percuotendo la preda con i pugni. Una volta bloccata a terra, afferrano la vittima con i denti fino a farla soffocare. Si presume, quindi, che i loro denti abbiano la stessa funzione delle zanne di un felino predatore.

 

Struttura sociale e cultura

I barlang si spostano di frequente in gruppi di pochi individui, creando dei brevi accampamenti per riposarsi da usare. Mentre sono accampati, diventando tremendamente territoriali e sono portati a uccidere qualsiasi essere vivente che si presenti e che possa costituire una minaccia.

Anche durante le soste, alcuni barlang continuano ad aggirarsi nei dintorni per cacciare e per esplorare. Non è raro infatti vedere degli esemplari muoversi in solitario e attaccare le prede senza aspettare l'arrivo del suo gruppo.

 

Condizione della donna/uomo

La femmina ricopre un ruolo sottomesso, perché non gode del diritto di cacciare, unica attività davvero importante nella società dei barlang. I motivi sono legati soprattutto alla bassa riproduzione e all'alta mortalità nei parti, che rendono il sesso femminile vulnerabile e bisognoso di protezione per preservare la specie in pericolo di estinzione.

Le femmine non sono comunque maltrattate e, anzi, spesso si approfittano della loro posizione per farsi concedere dei favori dai maschi che la proteggono.

 

Storia e origine

Attenzione! Questa parte contiene informazioni che possono svelare la trama di un libro

Eshal, durante il viaggio per incontrare il popolo dei dazar, viene assalita da un barlang e si ritrova ad assaggiare di persona la strategia predatoria della creatura. Il barlang arriva a metterla in seria difficoltà e solo l'intervento di Wolgard le impedisce di soccombere.

Libri da leggere: Il Sinkal
Categorie: Creature
Universi di appartenenza: Universo Specchio
Ere in cui compare: Quinta Era