segui la pagina su Facebook!

Dispositivo spinale

Pioggia di Fuoco - Copertina
« La battaglia per la conquista di Nuova Alba arriva all'epilogo. I savariani e le colonie si affrontano per il possesso del primo pianeta artificiale della storia. Il piano per spingere le colonie a lottare tra loro ha avuto successo e i savariani escono per la prima volta allo scoperto, schierando l'intera flotta. Per il popolo alieno si tratta di una questione di sopravvivenza, perché il nucleo del pianeta artificiale può garantire il suo ritorno a casa, ma le colonie non intendono cedere quello che è il simbolo di un'unione e di un progresso senza precedenti. Entrambe le parti mettono in campo le loro armi più potenti e le migliori tecnologie, affrontando per giorni il nemico. La vittoria delle colonie sembra scontata, ma i savariani hanno delle conoscenze nascoste che potrebbero ribaltare le sorti da un momento all'altro. Intanto Conrad, che è stato da sempre al centro della guerra, si ritira dai giochi e dà inizio a un pericoloso progetto personale. La sua idea è di replicare e diffondere le armi aliene tra le colonie per provocare il disordine e, per farlo, rapisce una savariana e la costringe a collaborare. Sarà il gruppo dell'Occhio Spento a intervenire un'ultima volta, entrando nel villaggio dove è tenuta la prigioniera e affrontando le difese per liberarla. Con questo terzo capitolo si conclude il ciclo di Nuova Alba, una space opera ambientata in un lontano futuro dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
« La battaglia per la conquista di Nuova Alba arriva all'epilogo. I savariani e le colonie si affrontano per il possesso del primo pianeta artificiale della storia. Il piano per spingere le colonie a lottare tra loro ha avuto successo e i savariani escono per la prima volta allo scoperto, schier...vedi tutto
« La battaglia per la conquista di Nuova Alba arriva all'epilogo. I savariani e le colonie si affrontano per il possesso del primo pianeta artificiale della storia. Il piano per spingere le colonie a lottare tra loro ha avuto successo e i savariani escono per la prima volta allo scoperto, schierando l'intera flotta. Per il popolo alieno si tratta di una questione di sopravvivenza, perché il nucleo del pianeta artificiale può garantire il suo ritorno a casa, ma le colonie non intendono cedere quello che è il simbolo di un'unione e di un progresso senza precedenti. Entrambe le parti mettono in campo le loro armi più potenti e le migliori tecnologie, affrontando per giorni il nemico. La vittoria delle colonie sembra scontata, ma i savariani hanno delle conoscenze nascoste che potrebbero ribaltare le sorti da un momento all'altro. Intanto Conrad, che è stato da sempre al centro della guerra, si ritira dai giochi e dà inizio a un pericoloso progetto personale. La sua idea è di replicare e diffondere le armi aliene tra le colonie per provocare il disordine e, per farlo, rapisce una savariana e la costringe a collaborare. Sarà il gruppo dell'Occhio Spento a intervenire un'ultima volta, entrando nel villaggio dove è tenuta la prigioniera e affrontando le difese per liberarla. Con questo terzo capitolo si conclude il ciclo di Nuova Alba, una space opera ambientata in un lontano futuro dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
 

Descrizione

Il dispositivo spinale è uno strumento creato per mettere in comunicazione diretta il cervello umano con i dati informatici di un qualsiasi altro oggetto tecnologico.

 

Aspetto e funzionalità

A seconda del periodo e del modello, le dimensioni del dispositivo spinale possono cambiare. Lo strumento può essere esterno (spesso ingombrante), portatile o innestato nella persona stessa, per esempio nella forma di un chip sottopelle. In tutti i casi, il funzionamento è molto simile:

  • il dispositivo riceve i segnali informatici degli oggetti esterni, per esempio da un computer o da una stampante 3D;
  • nei primi modelli, si interfaccia con dei particolari innesti che il soggetto deve avere impiantati nella colonna vertebrale e che vengono usati come tramite tra il dispositivo e il cervello (questo passaggio intermedio non è presente nei modelli successivi);
  • il dispositivo esegue vari controlli di sicurezza;
  • se i controlli vanno a buon fine, il dispositivo invia i segnali informatici al cervello.

Il procedimento è a doppio senso e permette al soggetto sia di ricevere i dati dall'oggetto esterno, sia di inviare dei comandi all'oggetto stesso, facendolo funzionare a distanza e senza bisogno di interagire fisicamente. Un modo tipico di usare il dispositivo spinale è di travasare nel cervello una grande mole di dati, apprendendo un argomento in pochi minuti o in poche ore. In fase avanzata, infatti, il dispositivo spinale è innestato nel corpo del soggetto e si comporta come un secondo cervello sempre presente e pronto a "istruire" il reale cervello.

 

Storia e creazione

I dispositivi spinali fondano le loro radici nel 4:12223 (2223 d.C.), quando si realizza il primo innesto funzionante a livello spinale. Il dispositivo è esterno, ingombrante e simile al cervello di un computer e il suo raggio di azione è limitato a pochi metri. Tuttavia, si rivela perfetto nel suo scopo: riesce infatti a mettere in comunicazione la mente dei soggetti con degli oggetti tecnologici esterni; i soggetti riescono a far funzionare lo strumento esterno senza errori anche nei compiti più complessi. Qualche anno più tardi, nel 4:12229 (2229 d.C.), il tramite esterno sarà sostituito dalle armature sensoriali: pur essendo ingombranti, non obbligano a rimanere nella stessa stanza e permettono di spostarsi per connettersi con le tecnologie presenti in altri luoghi.

Per il primo, vero dispositivo spinale si deve aspettare il 4:12304 (2304 d.C.), quando fa la sua apparizione sul mercato Next Glory, un dispositivo portatile capace di integrarsi con gli innesti spinali che sono fisicamente inseriti nella spina dorsale del soggetto. Il suo successore, il Future Next, eliminerà anche la scomoda presenza degli innesti spinali e permetterà di travasare i dati direttamente nel cervello del proprietario, assicurando un apprendimento rapido. Con quest'ultima versione si ha una modifica radicale nella società, che non deve più preoccuparsi di imparare specifiche nozioni (perché saranno sempre disponibili nel "secondo cervello").

Un ulteriore miglioramento si ha con il successivo Free Mind Evolution, che diventa piccolo come un microchip innestabile sottopelle.

Universi di appartenenza: Universo Specchio
Ere in cui compare: Quarta Era