segui la pagina su Facebook!

Epoca della Creazione

Legge Massima - Copertina
« Nell'anno 4721 sta per essere inaugurato Nuova Alba, il primo pianeta artificiale costruito dall'uomo. I festeggiamenti per il grande evento sono pronti, ma il clima di sicurezza è minacciato dalle continue rivolte che si fanno ogni giorno più violente. Si mormora della comparsa di una terribile arma caduta in mano ai ribelli, che può modificare le emozioni a piacere e spingere i popoli a protestare contro i governi. La colonia di Europa, satellite di Giove, invia un'ambasciata per avvertire i terrestri, ma viene tradita poco dopo lo sbarco. L’unica superstite è costretta a nascondersi in un mondo sconosciuto e, cacciata a vista, si trova a lottare per sopravvivere e per finire la sua missione. Intanto, nello spazio inesplorato una flotta si sta organizzando per mettere le mani sul pianeta artificiale. Max, un mercenario marziano, viene ingaggiato per fare luce sulla morte di un amico e scopre una fitta trama di segreti e di corruzioni che si espande fino a toccare le alte sfere di Venere, e che rischia di portare le colonie sull'orlo di una guerra. Una space opera intensa che spinge l'immaginazione oltre il futuro dell'uomo, dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
« Nell'anno 4721 sta per essere inaugurato Nuova Alba, il primo pianeta artificiale costruito dall'uomo. I festeggiamenti per il grande evento sono pronti, ma il clima di sicurezza è minacciato dalle continue rivolte che si fanno ogni giorno più violente. Si mormora della comparsa di una terribil...vedi tutto
« Nell'anno 4721 sta per essere inaugurato Nuova Alba, il primo pianeta artificiale costruito dall'uomo. I festeggiamenti per il grande evento sono pronti, ma il clima di sicurezza è minacciato dalle continue rivolte che si fanno ogni giorno più violente. Si mormora della comparsa di una terribile arma caduta in mano ai ribelli, che può modificare le emozioni a piacere e spingere i popoli a protestare contro i governi. La colonia di Europa, satellite di Giove, invia un'ambasciata per avvertire i terrestri, ma viene tradita poco dopo lo sbarco. L’unica superstite è costretta a nascondersi in un mondo sconosciuto e, cacciata a vista, si trova a lottare per sopravvivere e per finire la sua missione. Intanto, nello spazio inesplorato una flotta si sta organizzando per mettere le mani sul pianeta artificiale. Max, un mercenario marziano, viene ingaggiato per fare luce sulla morte di un amico e scopre una fitta trama di segreti e di corruzioni che si espande fino a toccare le alte sfere di Venere, e che rischia di portare le colonie sull'orlo di una guerra. Una space opera intensa che spinge l'immaginazione oltre il futuro dell'uomo, dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo. In particolare, per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.
 

Introduzione

Il pianeta Gea è il protagonista indiscusso dell'Epoca della Creazione. In questo periodo dove il pianeta sta completando la sua prima formazione, gli arcansi fanno vari tentativi di avvicinamento, nella speranza che un giorno possa diventare un luogo adatto dove insediarsi. Ma l'attesa si prolunga per oltre 300 milioni di anni, cioè fino a quando sul pianeta inizia a formarsi un'atmosfera primitiva dove tuttavia mancano ancora alcuni elementi fondamentali, quali l'ossigeno e uno strato di ozono per proteggere il suolo dalle radiazioni.

Gli arcansi quindi devono prolungare l'attesa a tempo indefinito. In questo periodo decidono di tentare un esperimento ambizioso: inseminano il pianeta con alcuni componenti organici e monitorano la loro evoluzione durante i millenni successivi, certi che alla fine produrrà una forma di vita. Nei primi millenni, tuttavia, i risultati non sono quelli sperati.

 

Datazione

 

Periodi di riferimento e timeline

[Calendario CE] Da 1:0 a 1:929999999

[Calendario GB] Da 4.540.000.000 a.C. a 3.610.000.001 a.C.

Apri la timeline dell'epoca

 

Fondazione dell'epoca

L'Epoca della Creazione inizia ufficialmente con la formazione del pianeta Gea, avvenuta circa nell'anno 4.540.000.000 a.C.

 

Geologia e geografia

Gea impiega milioni di anni per trasformarsi in un ambiente adatto ad ospitare la vita. Al tempo della sua formazione subisce un continuo bombardamento di meteoriti e di comete di ghiaccio, che apporteranno l'acqua sul pianeta. I vulcani e il vapore acqueo contribuiscono a formare un'atmosfera primitiva.

All'inizio la parte interna del protopianeta è ancora abbastanza caldo per fondere i metalli più pesanti, che si liquefanno e sprofondano verso il centro (un fenomeno conosciuto con il nome di catastrofe del ferro). In 10 milioni di anni si genera così un mantello primitivo e un nucleo ferroso che andrà a formare il campo geomagnetico. Con il trascorrere del tempo, Gea acquisisce un'attrazione gravitazionale abbastanza potente per trattenere l'acqua e l'atmosfera.

Però nel 4.533.000.000 a.C. l'enorme nave-pianeta Theia, sulla quale gli arcansi stanno viaggiando in cerca di un luogo stabile dove insediarsi, sbaglia manovra e va a impattare su Gea. Le conseguenze sono catastrofiche: parte del materiale del mantello e delle croste viene espulsa nello spazio, dove rimane a orbitare intorno al pianeta. La superficie del pianeta diventa un oceano di magma. La primitiva atmosfera viene spazzata via e l'inclinazione del suo asse si modifica assumendo in breve il valore di 23,50°.

Senza l'atmosfera primitiva a contenere il calore, Gea si raffredda in fretta e dopo 150 milioni di anni dall'impatto si forma già una crosta solida di basalto.

 

Ecosistemi

 

Clima

È attorno al 4.200.000.000 a.C. che gli oceani cominciano a formarsi grazie a una combinazione di effetti: l'acqua portata dalle comete di ghiaccio, i vapori gassosi che escono dalla crosta terrestre e dai vulcani, e soprattutto l'impatto con piccoli protopianeti (infatti le comete precipitate da sole non possono spiegare la quantità di acqua presente sul pianeta). Il raffreddamento permette la formazione delle nubi e della forte pioggia che scroscia ininterrotta.

Per capire quanto la pioggia torrenziale sia intensa in questo periodo, basti dire che è la causa del livellamento delle montagne e della formazione delle prime valli. Gli impatti esterni aiutano a creare una seconda, più stabile atmosfera composta da anidride carbonica, azoto, ammoniaca e metano. La vita come la conosciamo al momento è ancora impossibile, perché nell'atmosfera mancano sia l'ossigeno che l'ozono (che protegge dalle radiazioni ultraviolette).

Ma nell'arco di 200 milioni di anni una parte dei materiali del nucleo riaffiorano e danno vita ai continenti e ai primi fiumi.

 

Flora, fauna e popoli

Gli arcansi hanno tenuto sotto controllo l'evoluzione del pianeta e quando avvistano il formarsi di un'atmosfera, decidono di dare il via a un ambizioso esperimento: inseminare Gea con dei componenti organici, tra cui amminoacidi e nucleotidi, nel tentativo di accelerare la formazione della vita.

Il popolo visiterà varie volte il pianeta nei millenni futuri, senza però trovare risultati apprezzabili. L'esperimento non sembra andare a buon fine come sperato. Di tanto in tanto, qualche forma di vita viene a galla, ma al successivo passaggio di Theia scoprono che non ha attecchito e che è stata distrutta dalla natura.

Si dovrà infatti aspettare l'epoca seguente per ottenere un reale successo.

 

Date importanti

 

Anni e periodi principali

 
Data inizio
Data fine
GB
4.540.000.000 a.C.
3.610.000.001 a.C.
Categorie: Cronologia
Ere in cui compare: Prima Era