segui la pagina su Facebook!

Wotan

Tracce nella Rete - Copertina
« Tremila anni dopo la costruzione del primo pianeta artificiale, la specie umana assiste alla nascita dell'Onnimente, una IA cosciente che si separa dall'Oracolo per raggiungere l'indipendenza. Le colonie la valutano subito come una minaccia e tentano con ogni mezzo di distruggerla, per impedire che si sostituisca alla rete e che controlli le loro tecnologie. Potenziano l'Oracolo, lo trasformano in un un'entità aggressiva e gli comandano di attaccare la nuova minaccia. Ma l'Onnimente si dimostra più forte del previsto. Ben presto le colonie si accorgono di trovarsi in un punto di non ritorno, dove l'Oracolo aumenta sempre più la violenza e la sua avversaria risponde con armi incomprensibili. Al centro dell'azione si trova Tiria, che si risveglia in una realtà alternativa dove la battaglia ha già raggiunto il suo apice. È stata l'Onnimente a trascinarla in quel futuro disastroso, per convincere lei e la sua famiglia a collaborare insieme per impedire la catastrofe. Tiria la asseconda, ma il padre Kaled sospetta sin da subito che l'Onnimente stia nascondendo il vero scopo che la spinge a proteggere le colonie a tutti i costi. »
« Tremila anni dopo la costruzione del primo pianeta artificiale, la specie umana assiste alla nascita dell'Onnimente, una IA cosciente che si separa dall'Oracolo per raggiungere l'indipendenza. Le colonie la valutano subito come una minaccia e tentano con ogni mezzo di distruggerla, per impedire c...vedi tutto
« Tremila anni dopo la costruzione del primo pianeta artificiale, la specie umana assiste alla nascita dell'Onnimente, una IA cosciente che si separa dall'Oracolo per raggiungere l'indipendenza. Le colonie la valutano subito come una minaccia e tentano con ogni mezzo di distruggerla, per impedire che si sostituisca alla rete e che controlli le loro tecnologie. Potenziano l'Oracolo, lo trasformano in un un'entità aggressiva e gli comandano di attaccare la nuova minaccia. Ma l'Onnimente si dimostra più forte del previsto. Ben presto le colonie si accorgono di trovarsi in un punto di non ritorno, dove l'Oracolo aumenta sempre più la violenza e la sua avversaria risponde con armi incomprensibili. Al centro dell'azione si trova Tiria, che si risveglia in una realtà alternativa dove la battaglia ha già raggiunto il suo apice. È stata l'Onnimente a trascinarla in quel futuro disastroso, per convincere lei e la sua famiglia a collaborare insieme per impedire la catastrofe. Tiria la asseconda, ma il padre Kaled sospetta sin da subito che l'Onnimente stia nascondendo il vero scopo che la spinge a proteggere le colonie a tutti i costi. »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo. In particolare, per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.
 

Descrizione

Per approfondire l'argomento:

Wotan è il nome di un'armatura tecnologica dell'Epoca della Tecnologia. È pensata per essere usata in campo militare e nello specifico per ingannare il nemico, neutralizzarlo in tempi brevissimi e proteggere il possessore. È un'armatura sensoriale simbiotica, quindi convidide con le armature dello stesso tipo le informazioni e le sensazioni, trasformando i possessori in un unico individuo cooperante.

 

Scheda tecnica

Nome armatura sensoriale simbiotica Wotan
Primo modello armatura sensoriale simbiotica Wotan HJ-948
Primo modello abbreviato X Wotan 948
Ultimo modello armatura sensoriale simbiotica Wotan HJ-78541256
Ultimo modello abbreviato X Wotan 78M
Costruttore Biocybermind
 

Caratteristiche generali

L’armatura è composta principalmente da mimateria di diverso tipo, così da evitare di essere disintegrata a causa di un unico proiettile antiblasto. Infatti, quando un antiblasto impatta su una superficie, causa la disintegrazione di tutta la mimateria dello stesso tipo che è collegata e quindi è indispensabile che l'armatura sia costruita con strati diversi di mimateria. La Wotan presenta inoltre dei componenti di materia ordinaria, che sono immuni agli antiblasti. I comandi dell’armatura sono dati a voce o manualmente toccando parti specifiche; in quest’ultimo caso l’elaborazione è più macchinosa per il possessore. Alcuni comandi sono invece inconsci, come quelli registrati dal visore in base ai micromovimenti del viso.

Il supporto interno dell’armatura registra ogni azione e situazione: immagini, suoni, movimenti oculari del possessore, stati di salute. I dati sono inviati anche in rete attraverso l’Oracolo, se è accessibile. Inoltre, integra le classi di mimetizzazione 1, 2 e 3. È possibile scegliere il mimetismo da attivare, decidendo quindi la quantità di energia consumabile.

Quando l’armatura rimane priva di energia o danneggiata, in alcuni casi può recuperare energia dalle altre armature a cui è legata in simbiosi (su consenso di queste) per riattivarsi temporaneamente. L’energia è inviata in wireless, per cui deve trovarsi entro un breve raggio, e deve esserne immagazzinata una certa quantità per permettere all’armatura offline di riattivarsi con un burst.

 

Software e gestione dei dati

 

Centro di elaborazione

È dotata di tre cervelli. Il principale è situato all’altezza dello sterno, il secondario all’altezza della pancia e il terziario nel casco. Quando tutti e tre sono efficienti, elaborano informazioni in modo molto rapido e consumando meno energia. Se si disattiva uno dei cervelli, gli altri sono capaci di sfruttare la tuta al pieno della funzionalità, ma la perdita di energia sarà enorme (in alternativa è possibile disattivare alcune funzionalità); se resta un solo cervello efficiente, alcune funzionalità sono automaticamente disattivate e il consumo di energia resta comunque alto.

Ogni singolo cervello è in comunicazione con l’Oracolo. Può quindi recuperare informazioni avanzate attraverso la rete, accedere a livelli di elaborazione avanzati e comunicare direttamente con il centro di comando e con i componenti del gruppo.

 

Dispositivi di conservazione dei dati

L'armatura è progettata per effettuare il download dell'intero Oracolo in locale quando si trova in standby, ma in ogni caso i sistemi agiscono in tempo reale con l'Oracolo online: la versione offline è usata non appena l'armatura non è più connessa alla rete. In caso di messa off-line, i cervelli possono accedere al supporto interno dell’armatura, che contiene la copia statica dell'Oracolo.

 

Componenti

Il visore, il gestore sonico e il componente olfattivo lavorano a piena potenza soltanto se integrati nella Wotan, perché sfruttano le sue funzioni interne. Le sigle alfanumeriche riportate vicino al componente corrispondono alla prima versione del componente stesso, che è quindi il modello meno performante.

 

Visore ZXH956

Tra le varie caratteristiche:

  • Aumenta la nitidezza, definendo i dettagli degli oggetti e stabilendo la quantità di luce in entrata. Ha uno zoom digitale teoricamente illimitato. I dati recuperati, ingranditi dallo zoom, saranno elaborati dai cervelli che cercheranno di interpretare il disegno con i dati contenuti nel database.
  • Può passare dalla normale visione, ai raggi X e ai raggi termici.
  • Integrandosi con i cervelli, crea nella retina del possessore dati e immagini di qualsiasi genere elaborati dai cervelli stessi.
  • Funge da spettroscopio e può estrarre lo spettro visivo di un oggetto. Passa poi le informazioni all’IES che, in base alla composizione delle linee dello spettro, può capire di quali elementi chimici è composto l’oggetto e darne una descrizione precisa.
 

Gestore sonico AAR122

Tra le varie caratteristiche:

  • Può isolare un suono tra molti altri e amplificarlo.
  • Ha un sistema di elaborazione del suono che confronta i propri dati con i miliardi di rumori presenti nell’Oracolo o nel supporto interno dell’armatura, dando una possibile indicazione di cosa possa produrlo.
  • Integrandosi con il visore ZXH956, stabilisce la distanza dall'origine dei suoni e offre sul visore uno schema sonico dell’ambiente.
 

Componente olfattivo Ultra BN45

Tra le varie caratteristiche:

  • Può isolare un odore tra molti altri e amplificarlo.
  • Ha un sistema di elaborazione dell'odore che confronta i propri dati con le miliardi di fragranze presenti nell’Oracolo o nel supporto interno dell’armatura, dando una possibile indicazione di cosa possa produrlo.
  • Può alterare un odore nel naso del possessore, in modo da distorcere la sensazione di nausea e di trasformarlo in qualsiasi profumo gradevole.
 

IES Noble 508

L'IES si occupa di monitorare l’ambiente e di trasmettere informazioni utili all’armatura. Di seguito si elencano le funzioni rese disponibili dall'IES dell'armatura Wotan:

  • Informazioni di base: si tratta di informazioni standard legate al monitoraggio dell’ambiente, che spaziano dalla temperatura all’umidità nell’aria, dagli elementi chimici presenti in un liquido al possibile cambiamento climatico.
  • Informazioni di database: permette di recuperare informazioni statiche su un dettaglio presente nell’ambiente. Il dettaglio può essere di qualsiasi tipo: proprietà fisiche e chimiche di un oggetto, componenti chimici di un oggetto (solo se può interfacciarsi con il visore), informazioni su una creatura, identità di un soggetto a partire dal viso o dalle impronte digitali. L’interazione con varie componenti dell’armatura (per esempio, toccare l’oggetto) permette il recupero d'informazioni più dettagliate. Da notare che questo tipo d'informazioni sono disponibili soltanto se connessi all’Oracolo o se le informazioni volute sono presenti nel supporto interno dell’armatura.
  • Scudo magnetico: in caso di proiettili in avvicinamento, si attiva automaticamente la funzionalità scudo magnetico della rete elettromagnetica (vedi sotto). L’attivazione avviene dopo aver valutato alcuni parametri del proiettile: densità, velocità, direzione, possibile danneggiamento all’impatto. Questa funzione è disponibile dall’IES Noble 515 o superiori, e con la presenza della Rete elettromagnetica C4RW11 o superiori; inoltre devono essere funzionanti almeno due cervelli del centro di elaborazione. Alcuni modelli precedenti integravano la funzionalità, ma si sono dimostrati non sufficientemente intelligenti nell’analisi del proiettile e sono stati ritirati dal mercato.
 

Rete elettromagnetica C4RF72

I canali di trasmissione dell’elettricità del corpo possono generare un campo elettromagnetico a seconda dell’intensità con cui si concentra l’energia elettrica in punti specifici. Per la precisione si possono riprodurre due capacità:

  • Attrazione magnetica: facendo scorrere l’energia a basso dosaggio su un punto specifico del corpo, consente di distorcere i campi magnetici circostanti (una bussola, per esempio, viene attratta dall'armatura; un macchinario magnetico ha comportamenti anomali). Aumentando sensibilmente il dosaggio sempre in un unico punto del corpo è possibile attrarre oggetti di metallo di dimensioni variabili. Questa funzione è usata spesso per mantenere l’aderenza tra l’armatura e una superficie metallica, utile in condizioni di assenza di gravità.
  • Scudo magnetico: aumentando il dosaggio in vari punti specifici posti alla stessa distanza sul corpo e mantenendo il dosaggio stabile, si crea uno scudo magnetico capace di deflettere proiettili a velocità elevata e a garantire uno strato di assorbimento dalle cadute. L’uso dello scudo magnetico non è semplice: innanzitutto, i proiettili non rimbalzano ma scivolano sulla cupola magnetica creata, con il rischio di rivolgersi in direzioni inaspettate e di provocare danni indesiderati; in secondo luogo il mantenimento dello scudo richiede una notevole quantità di energia, motivo per cui un timer lo spegne automaticamente dopo 10 secondi dall’utilizzo.
 

Monitoraggio dei dati fisici e mentali

L’armatura monitora in automatico, e senza possibilità di blocco manuale, i dati fisici e mentali del possessore: stato di salute, battiti, ansia, movimenti muscolari, struttura ossea. Queste rilevazioni non vengono fatte dall’IES, ma da sensori isolati sparsi in ogni parte del corpo. Quasi tutte le funzioni di controllo non sono disattivabili manualmente. Se connessa all’Oracolo, i dati possono essere condivisi con gli altri del gruppo che possiedono un’armatura sensoriale simbiotica; inoltre, il comando base può monitorare le variazioni e avvisare il possessore di eventuali problemi non visibili, intervenendo di conseguenza. L’armatura è capace di inviare segnali neuronali al cervello del possessore o di bloccare alcune funzionalità del suo corpo. Per esempio, può smorzare o annullare la sensazione di dolore.

 

Guanti e scarpe

I guanti e le scarpe sono in grado di esercitare una forte aderenza alle superfici. A seconda del tipo di superficie, potrebbero affidarsi alla Rete elettromagnetica C4RF72 (per superfici metalliche) oppure sfruttare le nanotecnologie per emulare il comportamento di animali arrampicatori, per esempio i ragni o i gechi che si affidano alle forze di van der Waals. Tuttavia, a differenza degli animali, i guanti usano le nanotecnologie per aderire dinamicamente alle superficie, agendo come un collante artificiale per ignorare la ruvidità e la polvere. Con una superficie dove l’aderenza è più semplice, riesce a sostenere una massa pari a 12 765 kg.

 

Arto Animal

Gli arti del modello Animal aggiungono sempre il nome inglese di un animale, identificativo delle funzioni che racchiudono. I modelli più recenti mantengono le caratteristiche dei modelli passati (eventualmente migliorate) e il loro nome è indicativo delle nuove funzioni; per esempio, i modelli Animal Snake mantengono le caratteristiche dell’Animal Bear e aggiungono funzioni utili per il movimento. Gli arti superiori e inferiori sono costruiti in coppia e, in genere, nell’armatura appartengono allo stesso modello; in casi rari possono adottare modelli diversi, ma si tratta più che altro di un ripiego temporaneo. Negli arti non sono inclusi guanti e scarpe, considerati come componenti a parte. Di seguito si elencano le funzioni in ordine cronologico dalla loro comparsa.

 

Animal Bear

L'arto riflette l’estensione e la distensione muscolare del possessore, incrementando però il numero virtuale di fibre coinvolte e quindi la forza complessiva impressa. La forza può essere anche di tipo statico, come la spinta o il sollevamento di un oggetto.

 

Animal Snake

Integra la capacità dell’arto di ruotare su se stesso. In realtà, è solo lo strato superiore a ruotare, mentre lo strato interno rimane stabile. L’utilità è molteplice: liberarsi da una costrizione, creare calore per sfregamento, ecc. Lo strato superiore può staccarsi completamente da quello inferiore, nel caso in cui sia danneggiato e comprometta il movimento (naturalmente, in questo caso perde la capacità di rotazione).

 

Animal Chameleon

Lo strato superiore (già presente nell’Animal Snake) è ora composto di una mimateria diversa rispetto allo strato inferiore e capace di reagire per pochi secondi a determinati impulsi elettrici. A seconda dell’intensità degli impulsi elettrici inviati, lo strato superiore può trasformarsi per pochi secondi in materiali diversi, rendendo l’arto più morbido o più coriaceo. Questo tipo di operazione richiede un dispendio di energia molto alto.

 

Armi

 

Illusore dinamico

Si tratta di un'arma integrata, che quindi non funziona in modo autonomo e sfrutta invece le caratteristiche dell'armatura. Può avvalersi dell’intera struttura dell’armatura o solo di alcune parti. È in grado di emettere delle vibrazioni sintonizzate con l’attività neuronale umana, per poi generare suoni o immagini illusorie nella mente di un soggetto, facendo presa sull’attività inconscia del cervello che reagisce alle situazioni di stress e di pericolo. Una volta attivata l’illusione, la sua durata dipende dalla struttura cerebrale del soggetto e dall’intensità delle onde emesse dall’armatura; può durare solo un attimo o permanere per minuti. Una maggiore intensità elaborata dall’armatura equivale a un consumo maggiore di energia.

L’illusore dinamico contiene al suo interno oltre un miliardo di illusioni ricreabili, ognuna identificata con un’etichetta. Il proprietario deve sapere a memoria il nome dell’etichetta da attivare. L’illusore dinamico è facile da bloccare usando dispositivi come computer corporali e armature, mentre agisce quasi sempre con successo sui soggetti che non hanno protezioni tecnologiche. In alcuni casi, l’immagine o il suono è interpretato in modo diverso dalle aspettative.

 

Membrana a ultrasuoni

Una membrana integrata sul fianco sinistro dell’armatura. Vibrando, è capace di produrre ultrasuoni potenti fino a un raggio di 10 metri. Tutti i soggetti nel raggio di udito sono colti da nausea, capogiro e spesso svenimento. Gli oggetti più fragili vengono distrutti. Una volta attivata, il casco dell’armatura isola automaticamente il possessore dai suoni esterni. L’armatura controlla la presenza di civili entro il raggio e lo segnala per non coinvolgerli, ma è possibile ignorare l’avvertimento.

 

Supporto previsionale

Una funzionalità integrata e da attivare a comando, che va a coinvolgere l’intera struttura dell’armatura. Una volta attivata, l’armatura continua a monitorare attivamente l’ambiente e i soggetti attorno, cercando di capire i loro movimenti ripetuti e quindi di prevedere le future azioni qualche istante prima che si verifichino. Sul campo permette, per esempio, di anticipare di una frazione di secondo le mosse di un avversario o lo scatto di una trappola in base al rumore. Nel suo database contiene il linguaggio inconscio del corpo umano e il comportamento ciclico degli elementi naturali (come può essere il volo di un insetto o la vampata di una fiamma a seconda dei fattori ambientali), che usa come base sulla quale calcolare le previsioni.

Il supporto previsionale consuma una grande quantità di energia dall’armatura. Presente già in altri prototipi esterni, con il modello Wotan HJ-56448211 e seguenti ha raggiunto un livello incomparabile dalle altre armature, anche grazie alla struttura robusta messa a disposizione dalla Wotan. Si tratta comunque di un’arma imperfetta, basata sulle probabilità di azione.

 

Granata a naniti

Un'arma semi-mobile, cioè che pur essendo separata dall'armatura ha bisogno di quest'ultima per funzionare. Quindi non può essere usata se la Wotan è disattivata. Prima di estrarre la granata, l’armatura permette di agganciare fino a 10 forme di calore entro un raggio di 200 metri. Una volta lanciata, la granata sparge dei proiettili-nanobot intelligenti che inseguono i bersagli.

 

Date importanti

 

Anni e periodi principali

 
Data inizio
Data fine
GB
4.691 d.C.
4.822 d.C.
 
Primo prototipo dell'armatura
Dismissione dell'armatura
Universi di appartenenza: Universo Specchio
Ere in cui compare: Quarta Era