segui la pagina su Facebook!

Epoca dell'Equilibrio

Il Sinkal - Copertina
« La magia e la spada sono il simbolo di un'Era che sta per tramontare. Potenti stregoni e cavalieri legati da un codice d'onore sono obbligati a scendere in campo per difendere gli interessi dei loro regni. Gli imperi degli uomini e degli elfi, infatti, si fronteggiano da anni senza un vincitore. I popoli sono costretti a isolarsi; i tradimenti, le battaglie e le conquiste sono all'ordine del giorno. Devan è un sinkal, una creatura dalle straordinarie capacità nata dagli incroci tra i popoli, e il richiamo nel sangue non gli permette di assistere in disparte alla caduta del suo mondo. Dimostrato il valore con la spada, si mette a capo del vasto esercito degli umani e rapidamente sottomette una terra dopo l'altra. Richiama ai suoi comandi i guerrieri più capaci e le specie più terribili, come i vampiri. Combatte mostri guardiani, centauri e città ribelli e viola il regno delle fate, minacciando il cuore dell'impero degli elfi. Ma trovare la pace è più difficile di quanto possa immaginare. »
« La magia e la spada sono il simbolo di un'Era che sta per tramontare. Potenti stregoni e cavalieri legati da un codice d'onore sono obbligati a scendere in campo per difendere gli interessi dei loro regni. Gli imperi degli uomini e degli elfi, infatti, si fronteggiano da anni senza un vincitore. ...vedi tutto
« La magia e la spada sono il simbolo di un'Era che sta per tramontare. Potenti stregoni e cavalieri legati da un codice d'onore sono obbligati a scendere in campo per difendere gli interessi dei loro regni. Gli imperi degli uomini e degli elfi, infatti, si fronteggiano da anni senza un vincitore. I popoli sono costretti a isolarsi; i tradimenti, le battaglie e le conquiste sono all'ordine del giorno. Devan è un sinkal, una creatura dalle straordinarie capacità nata dagli incroci tra i popoli, e il richiamo nel sangue non gli permette di assistere in disparte alla caduta del suo mondo. Dimostrato il valore con la spada, si mette a capo del vasto esercito degli umani e rapidamente sottomette una terra dopo l'altra. Richiama ai suoi comandi i guerrieri più capaci e le specie più terribili, come i vampiri. Combatte mostri guardiani, centauri e città ribelli e viola il regno delle fate, minacciando il cuore dell'impero degli elfi. Ma trovare la pace è più difficile di quanto possa immaginare. »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo. In particolare, per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.
 

Introduzione

 

Un mondo più stabile

L'Epoca dell'Equilibrio è l'ultima epoca di disordini ininterrotti che ha accompagnato Gea dal giorno in cui il pianeta ha iniziato a cambiare in modo radicale e innaturale. Dopo oltre 5 milioni di anni, Gea è libero di raggiungere un equilibrio. Infatti l'Arkronorium, protagonista dell'epoca precedente, ha cessato la sua influenza caotica e l'ichor ha concluso il suo compito di riportare il pianeta al proprio «stato originario».

Per essere più precisi, l'ichor ha fallito in parte il suo proposito, perché quando è stato diffuso su Gea ha subito un'inaspettata corruzione e i cambiamenti futuri sul pianeta sono stati deviati e ritardati. In ogni caso, in quest'epoca la sostanza smette di agire e le mutazioni improvvise scompaiono. Gli eventi storici e naturali che si susseguono sono il frutto del normale corso geologico.

 

La scomparsa delle civiltà

Per il primo miliardo di anni i popoli continuano a evolversi e a sopravvivere, ma si tratta di gruppi che sono intimamente legati al luogo dove vivono e che non hanno interesse ad abbattere gli elementi naturali per fare il posto alle strutture artificiali; anzi, il loro rapporto con la natura si avvicina molto alla simbiosi, dove entrambe le parti traggono dei vantaggi. La loro intelligenza non sembra nemmeno essere adeguata per tentare una scalata tecnologica. I campi scientifici restano ai livelli primitivi, con rare eccezioni, tuttavia si sviluppano delle culture e delle società spesso complesse.

Nel 1.300.040.711 d.C. scompare l'ultima civiltà dotata di una società complessa. Da questo momento il pianeta non vedrà altre civiltà endemiche con un'intelligenza abbastanza spiccata da tentare un progresso culturale e tecnologico.

 

L'estinzione di massa

Al termine dell'epoca, nel 2.442.800.111 d.C., un enorme meteorite impatta sul pianeta, causando una serie di disastri a catena e provocando l'estinzione di gran parte delle specie viventi.

 

Datazione

 

Periodi di riferimento e timeline

[Calendario CE] Da 6:4169510 a 6:2441299090

[Calendario GB] Da 5.670.531 d.C. a 2.442.800.111 d.C.

Apri la timeline dell'epoca

 

Fondazione dell'epoca

L'Epoca dell'Equilibrio inizia nel momento in cui finiscono gli effetti dovuti alla distruzione dell'Arkronorium.

 

Ecosistemi

 

Clima

Il clima e gli ecosistemi riprendono il loro andamento naturale. L'epoca vede un alternarsi di cambiamenti climatici e di glaciazioni, con qualche catastrofe naturale che porta a importanti estinzioni tra le specie; la vita comunque continua a sopravvivere e a prosperare.

 

Flora, fauna e popoli

Con il ritorno dell'equilibrio naturale e la caduta delle civiltà tecnologiche, la vegetazione torna a crescere rigogliosa e senza limiti a ostacolarla. Gea è popolato da creature che si adattano al nuovo clima e si integrano nella natura.

Anche i popoli intelligenti raggiungono una connessione intima con il luogo dove vivono. Spesso imparano a comunicare con le creature naturali, a scambiare favori con loro e a difenderle in cambio di protezione. I predatori continuano a cacciare le prede, ma soltanto per necessità e non per desiderio di supremazia o per un gioco di potere.

 

Arte, musica e letteratura

L'arte è il campo umanitario che risplende più di ogni altro durante l'Epoca dell'Equilibrio. Le civiltà che si susseguono sono numerose e ognuna porta a realizzare una forma d'arte diversa, spesso mai comparsa prima d'ora sul pianeta.

 

Scienze

 

Tecnologia

Delle opere, delle tecnologie e delle imprese del passato sono rimaste tracce troppo misere perché qualcuno possa ricostruire la storia. I popoli ancora presenti non hanno un esempio da seguire per tentare un progresso tecnologico e quindi restano allo stato primitivo. La conseguenza è che il pianeta non viene intaccato da nuove strutture artificiali.

 

Magia

In questo periodo la magia è scomparsa e l'accesso alla trama magica diventa impossibile. Nelle prime generazioni dell'epoca sopravvivono ancora delle creature dotate di magia innata, che in genere non riescono a tramandare ai figli. Nell'arco di poche generazioni la magia smette del tutto di esistere.

 

Date importanti

 

Anni e periodi principali

 
Data inizio
Data fine
GB
5.670.531 d.C.
2.442.800.111 d.C.
Categorie: Cronologia
Universi di appartenenza: Universo Celeste | Universo Terrestre | Universo Specchio
Ere in cui compare: Sesta Era