segui la pagina su Facebook!

Anno 14693, Quarta Era

Attenzione! Le pagine degli anni potrebbero contenere informazioni che possono svelare la trama di un libro
Questa pagina dovrebbe essere vista soltanto dopo aver letto il libro o i libri a cui è collegata.
All'Inizio del Tempo - Copertina
« Un'epica fantasy ambientata in un mondo dove le emozioni prendono vita, dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra la realtà e l'immaginazione. Passavano i giorni a dare una forma e un senso agli elementi, e le loro azioni modellavano il Destino Immutabile. Era il Tempo dei Sogni. Per poterle descrivere i popoli hanno attribuito a queste entità un aspetto umano e un carattere che esalta la loro natura. Così l'Eco può solo ripetere le parole che ascolta, la Forza scava la roccia a mani nude e il Tempo vede il domani come se fosse il presente. La leggenda a questo punto si perde nel mito e i racconti parlano di un'alba in cui un terribile cambiamento sconvolse le quattro terre. Ebbe inizio con la comparsa del Nulla. Quando bussò alle loro porte, le entità si riunirono per discutere e furono costrette a lottare per la loro sopravvivenza... »
« Un'epica fantasy ambientata in un mondo dove le emozioni prendono vita, dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra la realtà e l'immaginazione. Passavano i giorni a dare una forma e un senso ag...vedi tutto
« Un'epica fantasy ambientata in un mondo dove le emozioni prendono vita, dove la luce e l'oscurità si affrontano senza vie di mezzo. Prima della storia che conosciamo, le entità vivevano in un mondo al confine tra la realtà e l'immaginazione. Passavano i giorni a dare una forma e un senso agli elementi, e le loro azioni modellavano il Destino Immutabile. Era il Tempo dei Sogni. Per poterle descrivere i popoli hanno attribuito a queste entità un aspetto umano e un carattere che esalta la loro natura. Così l'Eco può solo ripetere le parole che ascolta, la Forza scava la roccia a mani nude e il Tempo vede il domani come se fosse il presente. La leggenda a questo punto si perde nel mito e i racconti parlano di un'alba in cui un terribile cambiamento sconvolse le quattro terre. Ebbe inizio con la comparsa del Nulla. Quando bussò alle loro porte, le entità si riunirono per discutere e furono costrette a lottare per la loro sopravvivenza... »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo.
 

Dettagli sulla notazione

Calendario gregoriano (GB)
4.693 d.C.

Calendario standard (CE)
4:14693

Calendario gregoriano (GA)
2.032,37 d.C.


Per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.

 

Timeline

Anno 4:14693 sulla timeline

Epoca della Tecnologia sulla timeline

 

Riassunto degli eventi

  • Conrad Giustan-kara parte come turista spaziale.

 

Il turismo spaziale

 

L'addio ufficiale di Conrad

Da secoli è attivo il turismo spaziale tra le colonie, per cui quando Conrad Giustan-kara, nel 4:14682 (4682 d.C.), afferma pubblicamente di voler partire per un viaggio di piacere della durata di qualche decennio, le sue parole vengono prese con la stessa emozione di qualsiasi altro riccone che ha compiuto lo stesso tipo di vacanza in passato. Anche il suo desiderio di staccarsi del tutto dalla rete e dall'Oracolo è visto come una semplice stravaganza.

In realtà, la lunga assenza è dovuta a uno stringente accordo stipulato con i savariani, i quali sono finiti alla deriva nello spazio del sistema Solare e si nascondono da decenni, cercando un mezzo per tornare al loro pianeta natale. L'accordo prevede la prigionia forzata di Conrad sulla sua nave e l'assenza completa di comunicazione verso l'esterno; in cambio, Conrad riceverà la visita periodica di un savariano che lo istruirà sulle conoscenze del suo popolo.

 

Gli ultimi incontri prima della partenza

L'annuncio di Conrad era stato seguito da lunghe assenze intervallate da brevi contatti con alcuni individui precisi: dirigenti importanti delle sue aziende, amicizie strette e uomini d'affari; ma in nessun caso l'imprenditore si è connesso alla rete e all'Oracolo, preferendo incontrare di persona l'individuo. In questo modo, in mancanza di tracce in rete, nessuno ha sospettato che i suoi incontri non fossero destinati a sistemare "le questioni in sospeso", bensì a preparare il piano stabilito con i savariani. Nemmeno le sue frequenti visite su Venere hanno destato dei sospetti.

Nel 4:14693 (4693 d.C.), quindi, Conrad parte definitivamente per il viaggio turistico senza destare sospetti.

 

La segretezza

Gli stessi venusiani che hanno stretto un patto segreto con lui non conoscono l'obiettivo reale di Conrad, cioè aiutare i savariani nella conquista di Nuova Alba; anzi, non sono nemmeno a conoscenza che una flotta proveniente da una galassia esterna stia sostando di nascosto nelle vicinanze. Lo scopo dichiarato da Conrad a Venere per giustificare la sua partenza è che, in questo modo, durante le ribellioni impedirà che si indaghi sulla sua azienda a fondo e si scopra l'uso reale dell'Akka, la principale arma con cui Venere intende ottenere un vantaggio sui terrestri. Senza un'indagine sull'azienda, il governo terrestre scoprirà troppo tardi che la terza versione dell'Akka sarà stata perfezionata.

Conrad abbandona così il pianeta natale e vi farà ritorno soltanto dopo trent'anni, lasciando l'esecuzione del suo piano in mano a Venere e ai terroristi che quest'ultimo finanzierà per creare scompiglio su Gea.