L’incredibile mossa di Michael Jackson che piega il corpo a 45 gradi è davvero possibile?

45 Degree Lean - Smooth Criminal screenshot
La 45 Degree Lean, una delle famose mosse di Michael Jackson, era possibile grazie a un trucco artistico, che richiedeva però un enorme sforzo muscolare [@01]

La 45 Degree Lean (piegamento a 45°) di Michael Jackson era possibile grazie a un trucco artistico, in cui le scarpe si agganciavano ai chiodini sul pavimento.

Ma anche con questo trucco, si tratta di un movimento alla portata di pochissimi, perché richiede un enorme sforzo su buona parte dei muscoli del corpo.

Un movimento impossibile

Michael Jackson ha fatto la storia della musica. Al di là della sua vita tormentata e dell’innegabile talento musicale, aveva anche la capacità di stupire il pubblico con dei passi di danza difficili da copiare, come la famosa moonwalk.

Un altro dei suoi talenti era la capacità di piegare tutto il corpo di 45 gradi, mantenendosi rigido e tenendo i piedi ancorati a terra: un movimento chiamato 45 Degree Lean (o anti-gravity lean) che è impossibile da replicare per qualunque essere umano.

Un piegamento simile, infatti, fa perno sulle caviglie e porta gran parte del carico sul tendine d’Achille. Il rischio è di cadere e di provocarsi strappi e tendiniti, ma con un po’ di allenamento è un gesto possibile. In ogni caso, persino il più esperto danzatore può arrivare al massimo a 30°.

Non solo un trucco

45 degree lean di Michael Jackson
Uno schema del funzionamento della 45 degree lean [@02]

Naturalmente dietro a tutto c’era un trucco artistico ben organizzato, visto che la forza muscolare non basta a farci piegare di 45° e a tenerci in piedi (il nostro baricentro risulterebbe troppo spostato). E il trucco erano le scarpe.

Michael usava delle scarpe a forma di «V» pensate apposta per agganciarsi a dei chiodini messi sul pavimento. In questo modo poteva sfruttare tutta la forza delle gambe senza cadere.

Nella prima parte di questo video si vede uno spezzone del famoso brano Smooth Crimnal, nella seconda parte viene spiegato il trucco artistico. Il video è di bassa qualità, ma la dimostrazione è chiara.

Sia chiaro, si tratta comunque di un gesto atletico non da poco, perché la forza richiesta anche da agganciati è enorme. Bisogna allenare addominali, lombari, trapezio, gambe, caviglie e ogni muscolo del busto. Inoltre non è per niente semplice ritornare nella posizione dritta originale.

In definitiva, non è possibile eseguire la 45 Degree Lean senza un aiuto; ma anche usando un trucco, è un movimento alla portata di pochissimi.

Fonti principali
Il brevetto del metodo anti-gravity illusion sul sito dei marchi USA (inglese). Ringrazio un'amica esperta di marchi e brevetti per la segnalazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.