I marziani potrebbero già essere sulla Terra. Basta guardarci allo specchio

Immagine digitale di Marte con mari e oceani
Alcuni scienziati ipotizzano che il nostro DNA si sia formato su Marte. L’impatto con un enorme asteroide lo avrebbe poi scagliato sulla Terra [@01]

Alcuni scienziati hanno ipotizzato che il DNA si sia formato su Marte, anziché sulla Terra come abbiamo sempre pensato.

L’impatto con un grosso meteorite avrebbe potuto trasportare parte di queste informazioni genetiche sulla Terra. Se così fosse, di fatto, saremmo tutti dei marziani.

Approfondimento

I dubbi ormai sono pochi: su Marte un tempo scorreva acqua liquida in abbondanza. Lo dimostrano le scanalature e i letti scavati da antichi fiumi, senza contare che la misurazione del deuterio lascia immaginare la presenza di un enorme oceano che un tempo si estendeva nell’emisfero nord.

Oggi Marte è un pianeta “spento”, la sua attività tettonica si è fermata del tutto, indice che il suo nucleo si è ormai raffreddato. Ma miliardi di anni fa il clima sulla sua superficie doveva essere di tipo tropicale e questo succedeva molto tempo prima che la Terra si raffreddasse.

La presenza di un clima mite e di acqua ha portato gli scienziati a un’ipotesi plausibile: il DNA potrebbe essersi formato su Marte invece che sulla Terra. L’impatto con un enorme asteroide avrebbe poi staccato una grande quantità di detriti, alcuni dei quali sarebbero finiti sulla Terra, di fatto “fertilizzandola”.

Se così fosse, le basi della vita (noi compresi) non sarebbero state create sulla Terra, ma su Marte. Quindi per trovare un marziano non serve andare troppo lontano: basta che ci guardiamo allo specchio.

Fonti principali

Il futuro dell'umanità, di Michio Kaku




Etichette
Etichette:, , , , ,
Ultimi Commenti
  1. Gaia

Rispondi a Gaia Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.