segui la pagina su Facebook!

Anno 14721, Quarta Era - gennaio 5

Attenzione! Le pagine degli anni potrebbero contenere informazioni che possono svelare la trama di un libro
Questa pagina dovrebbe essere vista soltanto dopo aver letto il libro o i libri a cui è collegata.
Pioggia di Fuoco - Copertina
« La battaglia per la conquista di Nuova Alba arriva all'epilogo. I savariani e le colonie si affrontano per il possesso del primo pianeta artificiale della storia. Il piano per spingere le colonie a lottare tra loro ha avuto successo e i savariani escono per la prima volta allo scoperto, schierando l'intera flotta. Per il popolo alieno si tratta di una questione di sopravvivenza, perché il nucleo del pianeta artificiale può garantire il suo ritorno a casa, ma le colonie non intendono cedere quello che è il simbolo di un'unione e di un progresso senza precedenti. Entrambe le parti mettono in campo le loro armi più potenti e le migliori tecnologie, affrontando per giorni il nemico. La vittoria delle colonie sembra scontata, ma i savariani hanno delle conoscenze nascoste che potrebbero ribaltare le sorti da un momento all'altro. Intanto Conrad, che è stato da sempre al centro della guerra, si ritira dai giochi e dà inizio a un pericoloso progetto personale. La sua idea è di replicare e diffondere le armi aliene tra le colonie per provocare il disordine e, per farlo, rapisce una savariana e la costringe a collaborare. Sarà il gruppo dell'Occhio Spento a intervenire un'ultima volta, entrando nel villaggio dove è tenuta la prigioniera e affrontando le difese per liberarla. Con questo terzo capitolo si conclude il ciclo di Nuova Alba, una space opera ambientata in un lontano futuro dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
« La battaglia per la conquista di Nuova Alba arriva all'epilogo. I savariani e le colonie si affrontano per il possesso del primo pianeta artificiale della storia. Il piano per spingere le colonie a lottare tra loro ha avuto successo e i savariani escono per la prima volta allo scoperto, schier...vedi tutto
« La battaglia per la conquista di Nuova Alba arriva all'epilogo. I savariani e le colonie si affrontano per il possesso del primo pianeta artificiale della storia. Il piano per spingere le colonie a lottare tra loro ha avuto successo e i savariani escono per la prima volta allo scoperto, schierando l'intera flotta. Per il popolo alieno si tratta di una questione di sopravvivenza, perché il nucleo del pianeta artificiale può garantire il suo ritorno a casa, ma le colonie non intendono cedere quello che è il simbolo di un'unione e di un progresso senza precedenti. Entrambe le parti mettono in campo le loro armi più potenti e le migliori tecnologie, affrontando per giorni il nemico. La vittoria delle colonie sembra scontata, ma i savariani hanno delle conoscenze nascoste che potrebbero ribaltare le sorti da un momento all'altro. Intanto Conrad, che è stato da sempre al centro della guerra, si ritira dai giochi e dà inizio a un pericoloso progetto personale. La sua idea è di replicare e diffondere le armi aliene tra le colonie per provocare il disordine e, per farlo, rapisce una savariana e la costringe a collaborare. Sarà il gruppo dell'Occhio Spento a intervenire un'ultima volta, entrando nel villaggio dove è tenuta la prigioniera e affrontando le difese per liberarla. Con questo terzo capitolo si conclude il ciclo di Nuova Alba, una space opera ambientata in un lontano futuro dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo.
 

Dettagli sulla notazione

Calendario gregoriano (GB)
4.721 d.C. (5 gennaio)

Calendario standard (CE)
4:14721 (5 gennaio)

Calendario gregoriano (GA)
2.032,37 d.C.


Per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.

 

Timeline

Anno 4:14721 sulla timeline

Epoca della Tecnologia sulla timeline

 

Riassunto degli eventi

  • Norman Zoldav assolda Max Henry Stagger per indagare sul furto dell'Akka 3.

 

La scelta del Libero

 

L'Akka e l'ambasciata

Norman Zoldav assolda Max Henry Stagger, suo amico e mercenario prezzolato conosciuto con il soprannome di Libero, per indagare sugli ultimi eventi che lo hanno portato a commettere degli illeciti contro la sua volontà. Norman, infatti, ha subito l'influenza dell'Akka, una potente arma capace di modificare le emozioni umane, ed è stato spinto a tradire il governo di Europa per il quale lavorava come direttore della CENCO.

Qualche giorno prima, Europa ha inviato un'ambasciata su Gea per avvertire il Primo Presidente che i progetti della terza versione dell'Akka sono stati trafugati e che i terroristi autori del furto hanno adesso la possibilità di costruire un'arma più stabile e rapida da usare. Norman, però, è andato contro i suoi principi e ha avvertito i terroristi dell'arrivo dell'ambasciata, che l'hanno accolta con le armi in pugno. L'ambasciata è stata distrutta e adesso che gli effetti dell'Akka su di lui sono venuti meno, Norman non riesce a sopportare il senso di colpa.

 

L'incarico di Max

Norman offre a Max un alto compenso e lo spinge a indagare per scoprire quali sono i reali scopi dei terroristi. Per la precisione, lo scopo del Libero è di capire chi sia stato il mandante originario, l'autore principale delle operazioni, così da vendicare l'amico ormai caduto in depressione. Prima di lasciarsi, Norman gli affida un secondo incarico: chiede a Max di ucciderlo. Max rifiuta di farlo personalmente, ma due giorni dopo invia un sicario per eseguire il compito al suo posto.