segui la pagina su Facebook!

Prima Guerra Solariana

Attenzione! L'intera pagina contiene informazioni che possono svelare la trama di un libro
Questa pagina dovrebbe essere vista soltanto dopo aver letto il libro o i libri a cui è collegata.
Legge Massima - Copertina
« Nell'anno 4721 sta per essere inaugurato Nuova Alba, il primo pianeta artificiale costruito dall'uomo. I festeggiamenti per il grande evento sono pronti, ma il clima di sicurezza è minacciato dalle continue rivolte che si fanno ogni giorno più violente. Si mormora della comparsa di una terribile arma caduta in mano ai ribelli, che può modificare le emozioni a piacere e spingere i popoli a protestare contro i governi. La colonia di Europa, satellite di Giove, invia un'ambasciata per avvertire i terrestri, ma viene tradita poco dopo lo sbarco. L’unica superstite è costretta a nascondersi in un mondo sconosciuto e, cacciata a vista, si trova a lottare per sopravvivere e per finire la sua missione. Intanto, nello spazio inesplorato una flotta si sta organizzando per mettere le mani sul pianeta artificiale. Max, un mercenario marziano, viene ingaggiato per fare luce sulla morte di un amico e scopre una fitta trama di segreti e di corruzioni che si espande fino a toccare le alte sfere di Venere, e che rischia di portare le colonie sull'orlo di una guerra. Una space opera intensa che spinge l'immaginazione oltre il futuro dell'uomo, dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
« Nell'anno 4721 sta per essere inaugurato Nuova Alba, il primo pianeta artificiale costruito dall'uomo. I festeggiamenti per il grande evento sono pronti, ma il clima di sicurezza è minacciato dalle continue rivolte che si fanno ogni giorno più violente. Si mormora della comparsa di una terribil...vedi tutto
« Nell'anno 4721 sta per essere inaugurato Nuova Alba, il primo pianeta artificiale costruito dall'uomo. I festeggiamenti per il grande evento sono pronti, ma il clima di sicurezza è minacciato dalle continue rivolte che si fanno ogni giorno più violente. Si mormora della comparsa di una terribile arma caduta in mano ai ribelli, che può modificare le emozioni a piacere e spingere i popoli a protestare contro i governi. La colonia di Europa, satellite di Giove, invia un'ambasciata per avvertire i terrestri, ma viene tradita poco dopo lo sbarco. L’unica superstite è costretta a nascondersi in un mondo sconosciuto e, cacciata a vista, si trova a lottare per sopravvivere e per finire la sua missione. Intanto, nello spazio inesplorato una flotta si sta organizzando per mettere le mani sul pianeta artificiale. Max, un mercenario marziano, viene ingaggiato per fare luce sulla morte di un amico e scopre una fitta trama di segreti e di corruzioni che si espande fino a toccare le alte sfere di Venere, e che rischia di portare le colonie sull'orlo di una guerra. Una space opera intensa che spinge l'immaginazione oltre il futuro dell'uomo, dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo. In particolare, per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.
 

Introduzione

La Prima Guerra Solariana è una guerra combattuta nel sistema Solare tra il 3 dicembre 4:14721 (4721 d.C.) e il 6 gennaio 4:14722 (4722 d.C.). Il conflitto ha visto affrontarsi da una parte la colonia di Gea e dall'altra le colonie appartenenti alla Nuova Coalizione delle Colonie. In seguito, altre colonie si sono formalmente schierate.

La guerra ha provocato numerosi danni alle strutture e alle tecnologie militari, ma si è interrotta prima di raggiungere la sua fase più avanzata, che avrebbe coinvolto direttamente il suolo delle colonie provocando probabilmente milioni di vittime. Le conseguenze sono andate a ripercuotersi su Gea, che si è visto ridurre i privilegi che deteneva da secoli, e su Venere, accusato di essere stato il vero promotore della guerra e di aver manipolato le altre colonie della Nuova Coalizione.

 

Cronologia ordinata dei fatti

 

L'antefatto

Le cause che hanno portato al conflitto devono essere fatte risalire a quarant'anni prima del suo inizio. Nel 4:14682 (4682 d.C.) Conrad Giustan-kara ha i primi incontri con alcuni savariani, un popolo proveniente da una lontana galassia, che sono finiti alla deriva nel sistema Solare e sono intenzionati a conquistare Nuova Alba (il primo pianeta artificiale creato dagli esseri umani) non appena sarà inaugurato. Il loro scopo è di sfruttare l'energia rinnovabile del nucleo planetario per spostare l'intera flotta e tentare numerosi salti nello spazio, nella speranza di tornare prima o poi al prorio sistema stellare.

Le proteste di Conrad non servono a nulla e, quindi, il terrestre decide di assecondarli ed elabora una strategia per aiutare i savariani a raggiungere l'obiettivo, cioè la cattura di Nuova Alba, provocando meno vittime possibili. La strategia prevede di spingere le colonie ad attaccarsi tra loro, indebolendosi; una volta logorate, i savariani potranno sferrare un attacco improvviso e sperare di impadronirsi del pianeta.

I savariani accettano il suo aiuto, ma per precauzione lo tengono prigioniero nello spazio, quindi Conrad è costretto ad agire per vie traverse. Inoltre, il piano che ha in mente richiede un enorme uso di risorse che soltanto una colonia può sobbarcarsi. Alla fine, sceglie di stringere un patto con Toinaoo, il Primo Presidente di Venere, al quale però non rivela né l'esistenza dei savariani né l'accordo stretto con loro. Conrad spinge Toinaoo ad accettare, facendogli credere che lo scopo dell'intera strategia sia di togliere i privilegi di Gea e spingere all'uguaglianza tra le colonie. Da secoli, infatti, Gea detiene il controllo economico e politico del sistema Solare, una condizione vista con invidia da diverse colonie.

 

L'Akka 3 e il terrorismo

Il primo passo per screditare Gea è minare l'opinione pubblica nei confronti del governo terrestre. Per farlo, Venere finanzia un'organizzazione terroristica molto attiva sul suolo terrestre, la LAD, e la rifornisce di nascosto di armi e di strumenti tecnologici. Lo scopo iniziale dei terroristi è di portare scompiglio e di diffondere un clima di diffidenza tra la popolazione.

Tra le varie tecnologie messe a disposizione c'è anche la seconda versione dell'Akka, una pericolosa arma capace di modificare le emozioni umane. La seconda versione è ancora instabile, ma sufficiente per corrompere diversi uomini in posizione di spicco su varie colonie, che contribuiscono a screditare Gea. Inoltre, Venere fa in modo di corrompere l'Alto Ministro Nobia con la promessa di essere introdotta nel programma di reintegrazione (cioè di essere clonata dopo la morte). Nobia ha accesso ha importanti risorse e permete alla LAD di rinforzarsi, lasciandole trafugare delle armi militari.

L'Akka è una tecnologia creata da una delle aziende di Conrad e offerta a Venere proprio per perseguire il piano progettato. Mentre Conrad è costretto a viaggiare nello spazio, nei suoi laboratori si sta sviluppando la terza versione, che è molto più stabile, precisa e veloce nel modificare le emozioni, molto meno soggetta a errori. L'unico problema è che l'Akka 3 può attivarsi soltanto in vicinanza di tre persone. Conrad fa in modo di lasciare un buco nella sicurezza dell'azienda e permette ai terroristi di rubare i progetti per costruire l'Akka 3. Durante il furto, tuttavia, muore uno dei soggetti che può attivarla. Gli unici due rimasti in vita sono Conrad (che è irraggiungibile) e Triscan Dusk, che è detenuto nelle prigioni terrestri.

Il furto dei dati avviene sulla colonia di Europa e, non appena scoperto il crimine, il governo europeano invia su Gea una falsa ambasciata diplomatica, il cui scopo in realtà è di rivelare al Primo Presidente terrestre il nome dei soggetti capaci di attivare l'Akka 3 (in particolare il nome di Triscan, che si trova per l'appunto su Gea). Ma l'europeano Norman Zoldav, manipolato dall'Akka, avverte in anticipo i terroristi dell'ambasciata in arrivo e permette loro di organizzarsi per un assalto. Il 28 dicembre 4:14720 (4720 d.C.) gli ambasciatori vengono uccisi assieme alla scorta di soldati e l'unica donna che riesce a scampare al massacro è Shaline Uralaga, che si rifugia nella metropoli di Novadia.

 

L'Occhio Spento e i suoi collaboratori

L'Occhio Spento è un'organizzazione illegale che agisce nell'ombra e che, incuriosito dalla situazione, decide di prendere Shaline sotto la sua protezione. La fa accogliere da un gruppo di suoi dipendenti, che avranno il compito di difenderla fino a nuovi ordini: si tratta di Kirenai Dauhal, e Laizer Adman. Dopo due settimane di convivenza, il 16 gennaio 4:14721 (4721 d.C.) Kirenai e Yè scortano Shaline a Carasia Azzurra per ottenere una migliore protezione. La LAD, però, trova l'abitazione di Laizer, lo catturano e lo costringono a rivelare la posizione dei compagni.

Due giorni dopo, i terroristi raggiungono Carasia Azzurra e cercano di uccidere Shaline per impedire che arrivi al presidente e gli riveli il nome di Triscan. Falliscono nel loro intento, anche grazie all'intervento di R-Jay, un robumano avanzato inviato dall'Occhio Spento per proteggere i suoi collaboratori; ma nell'operazione riescono ad assassinare Kirenai. In seguito, l'Occhio Spento organizzerà il recupero del corpo di Kirenai e il 9 maggio riuscirà a riportare in vita un suo clone.

 

Le indagini del Libero

Mentre i collaboratori dell'Occhio Spento si occupano di proteggere Shaline, Max Henry Stagger indaga in parallelo e per conto proprio sulla situazione generale. Scopre, infatti, che il 1 gennaio 4:14721 (4721 d.C.) l'astronave turistica Fedrago Oriente è stata vittima di un attacco, che ha portato alla morte dell'intero equipaggio a eccezione di una donna: Lahaia Nan, l'unica marziana presente a bordo. Lahaia è stata poi venduta come schiava a un'organizzazione di criminali, i Mitiani.

Max libera Lahaia per ottenere informazioni sull'assalto alla Fedrago Oriente e, durante la fuga, riceve anche l'aiuto di R-Jay, che nel frattempo ha abbandonato il precedente gruppo dopo averlo messo in salvo. I venusiani li inseguono con le navette e li costringono a rimanere nello spazio per settimane, impedendogli di sbarcare su qualsiasi colonia e di rivelare a chiunque altro le informazioni possedute da Lahaia.

 

Il ruolo di Triscan

L'Akka 3 ha un ruolo determinante per mettere le colonie contro Gea, perciò i terroristi organizzano un piano per liberare Triscan durante un suo trasferimento verso una prigione di massima sicurezza. Sarà Nobia ad aiutarli, rivelando l'intero tragitto del trasferimento. Il 17 marzo 4:14721 (4721 d.C.) i terroristi assaltano il gruppo di agenti con un grande contingente e facendo uso di armi militari (trafugate nelle scorrerie del passato). Molti agenti perdono la vita nel tentativo di completare la missione, ma l'incarico fallisce e Triscan si libera. Alle operazioni hanno partecipato anche Chan Baa e Nia Havock, due rinomati mercenari della Corpore.

Da questo momento, Triscan collabora con i terroristi e usa spesso l'Akka 3 per accelerare le operazioni. In particolare, manipola numerosi umanidi, li spinge a odiare il governo terrestre e a compiere vari attentati terroristici. Gli umanidi fanno parte di elementi catturati contro la loro volontà, tra i quali figura anche Yè. La ragazza è stata rapita mentre si trovava in visita a un museo insieme a Shaline, che ha tentato di proteggerla con i mezzi che aveva a disposizione. Nella collutazione, Shaline è stata inavvertitamente uccisa.

 

L'assassinio dei presidenti

Infine, Triscan e la LAD danno il via all'atto finale del progetto preparato per anni. Il segnale di inizio è dato dal ritorno di Conrad su Gea, dopo decenni trascorsi nello spazio. Il 1 settembre Venere invia in rete un video anonimo dove accusa Gea di vari crimini. Incolpa il governo terrestre di aver creato e usato l'Akka 3 su persone innocenti e di aver finanziato di nascosto gli atti terroristici per depistare l'opinione pubblica e nascondere gli esperimenti. Come prova, porta il video di alcuni cittadini influenzati dall'Akka (nella realtà, il vero autore delle manipolazioni è Triscan). Alcune colonie si uniscono nella Nuova Coalizione, una lega anti-terrestre che mira a ridurre i privilegi che Gea detiene da secoli. Nel frattempo, la LAD scopre di essere stata usata da Venere, perché nel video non si fa alcun riferimento alle pretese dei terroristi di ritagliarsi un posto su Nuova Alba.

Circa un mese dopo, il 10 ottobre, i mutanti manipolati dai terroristi sono inviati ad assassinare i presidenti ancora in vita, allo scopo di provocare un vuoto al potere su Gea. Yè è inviata a uccidere il Terzo Presidente Farè Cobba, su Titano. Kirenai la insegue per impedire l'assassinio, affiancato da R-Jay, ma non riesce ad arrivare in tempo; lungo il tragitto, tra l'altro, R-Jay si deve sacrificare per liberarsi degli uomini messi a difesa. Per evitare che la sua ragazza sia incriminata, Kirenai uccide personalmente il presidente.

Nobia si occupa di assassinare il Primo Presidente Dhimat Creane, mentre un altro umanide attacca il Quarto Presidente Izedeja Machstreic, facendolo precipitare su Miranda mentre sta praticando parapendio. Due settimane dopo, vista l'assenza di presidenti al governo, Nobia assume il ruolo di principale figura politica di Gea.

 

La causa occasionale

Lo scopo di assassinare i presidenti era proprio di permettere a Nobia di salire al comando. Il passo successivo prevede che Nobia finga di valutare le condizioni imposte dalla Nuova Coalizione e, infine, faccia arrendere Gea così da far perdere ai terrestri i privilegi secolari. Tuttavia, il piano è interrotto dall'Occhio Spento, che attraverso una tecnologia requisita ai savariani (da lui chiamata Occhio Vivo) riesce a modificare in parte la realtà in modo che il Quarto Presidente risulti essere sopravvissuto alla caduta su Miranda.

Il 6 novembre una squadra di agenti parte per recuperare Izedeja, ma è intercettata da un folto gruppo di mercenari capeggiati da Triscan e pagati da Nobia. Izedeja riesce a fuggire, tuttavia molti agenti finiscono uccisi, incluso Chan Baa. Nia tenta di vendicare il compagno affrontando Triscan, che si dimostra troppo forte per lei. Nia è gravemente ferita e finisce in coma, dal quale si risveglierà due mesi più tardi cambiata nella psicologia.

Izedeja assume il ruolo di comando, mentre Nobia si dà alla fuga per evitare di essere incriminata. Le ostilità tra Gea e la Nuova Coalizione si fanno sempre più accese fino a quando, il 29 novembre, Venere abbatte la sonda terrestre Kuno 205, affermando che ha sconfinato di territorio. Questo attacco inaspettato rappresenta la causa occasionale della Prima Guerra Solariana, che però ufficialmente ha inizio qualche giorno più tardi, il 3 dicembre, quando Gea decide di mettere in azione la flotta spaziale e di attaccare i punti di ancoraggio delle colonie nemiche per ritardare le loro comunicazioni.

 

L'evoluzione della guerra

La Prima Guerra Solariana durerà per circa un mese. Tra le colonie coinvolte, inizia una serie di sabotaggi e di spionaggi, che causano danni tecnologici ed economici ma che per il momento provocano poche vittime umane. Si ha una breve tregua dal conflitto soltanto il 1 gennaio 4:14722 (4722 d.C.) e per i successivi due giorni, allo scopo di festeggiare l'inaugurazione di Nuova Alba, il primo pianeta artificiale costruito dagli esseri umani. Ma non appena le ostilità riprendono, Gea rompre lo stallo e attacca alcune stazioni spaziali, provocando in totale 1.207 vittime tra i coloni della Nuova Coalizione. La Nuova Coalizione reagisce di conseguenza, schierando tutte le flotte attorno a Gea e preparandosi a iniziare uno scontro sanguinoso.

La guerra vera e propria, che avrebbe coinvolto anche i civili, è evitata all'ultimo momento dall'Occhio Spento. L'organizzazione illegale, infatti, ha chiesto la collaborazione di Max e insieme sono riusciti finalmente a ricomporre i pezzi e a trovare la verità dei fatti. Il 6 gennaio l'Occhio Spento recupera le prove e le fornisce pubblicamente ai governi di tutte le colonie, rivelando un piano ben progettato che ha avuto inizio quarant'anni prima. In particolare, si nota chiaramente che Conrad e Venere hanno cospirato per mettere le colonie contro Gea, e che i terrestri sono coinvolti solo indirettamente a causa di alcuni politici corrotti (tra cui Nobia).

I principali esecutori di Venere sono messi sotto accusa e in seguito incriminati in un processo: il Primo Presidente Toinaoo, il Delegato Portavoce Walcan Racsoi, l'esperta di logistica Alexdia Ti e il diplomatico Zanasei Gadà (che però si è già dato alla fuga). Inoltre, viene stabilito un ordine di cattura e una taglia sulla testa di Conrad e di Nobia.

Nelle registrazioni inviate dall'Occhio Spento si nota anche una questione più importante, cioè la presenza di una flotta aliena che è rimasta nel sistema Solare ad aspettare l'indebolimento delle colonie. Vista la situazione, è probabile che i savariani decidano di attaccare a momenti per conquistare Nuova Alba e quindi tutte le colonie mettono da parte le divergenze per formare un fronte unito. Il 2 marzo i savariani sferrano il primo attacco e ha inizio la Guerra Savariana.

 

I retroscena del conflitto

Mentre la Guerra Savariana incombe, il gruppo dell'Occhio Spento si occupa di fermare Conrad, che aveva sin da subito un obiettivo personale da raggiungere. Per Conrad, infatti, la guerra non è mai stata una priorità e anzi ha contribuito a causarla soltanto perché costretto dai savariani. Il suo obiettivo reale, invece, era di sfruttare le conoscenze apprese dai savariani per costruire nuove tecnologie aliene e portare il disordine tra le colonie. Il suo scopo in realtà è più complicato di così, perché il disordine è solo un mezzo per spingere le colonie a eliminare le restrizioni sulla tecnologia e a permettere che la reintegrazione diventi legale e alla portata di tutti. In pratica, quello che desidera è permettere a chiunque di potersi clonare alla morte e di diventare virtualmente immortale. Per l'Occhio Spento, però, si tratta di una forzatura e non è disposto a permettergli di raggiungere uno scopo tanto vago, causando dei disordini politici ed economici.

Durante la Prima Guerra Solariana, Conrad è riuscito a catturare una savariana finita alla deriva nello spazio e il suo intento è di costringerla a collaborare per creare le nuove tecnologie, accelerando il suo piano di decenni. Il 28 marzo 4:14722 (4722 d.C.) l'Occhio Spento invia i suoi collaboratori migliori per fermarlo. Ne fanno parte Kirenai, Yè e Laizer, ai quali si aggiungono Nia e Max. Lungo il loro cammino si trovano ad affrontare robot difensivi e mercenari messi a sorveglianza, e soprattutto Triscan, che vuole trattenerli per permettere a Conrad di fuggire con la savariana. Lo scontro si dimostra ostico per entrambe le parti e finisce con la morte di Triscan. L'Occhio Spento, intanto, si occupa personalmente di catturare e di uccidere Conrad, dopo avergli dato la possibilità di spiegare le sue vere intenzioni.

Anziché riportare la savariana dall'Occhio Spento, com'era stato stabilito, il gruppo decide di liberarla, temendo che l'organizzazione sfrutti a sua volta le conoscenze dell'aliena per scopi poco nobili. Kirenai e Yè s'imbarcano su una navetta assieme alla savariana, facendo poi perdere le loro tracce. In seguito, al loro equipaggio si uniranno anche Laizer e Nia.

 

Le conseguenze della Prima Guerra Solariana

La Prima Guerra Solariana ha esasperato il clima di diffidenza e il desiderio di cambiamento che già aleggiavano da secoli tra le colonie. In particolare, Gea ha detenuto sin dalle origini alcuni privilegi esclusivi, come il diritto di controllare tutti gli armamenti militari degli altri governi. Mentre le colonie erano ancora giovani, i privilegi erano accettati senza troppi problemi perché Gea, dopotutto, era stato il pianeta iniziale dal quale si erano espansi tutti i popoli e continuava a essere il fulcro della scienza e della tecnologia, che spesso condivideva con il resto della galassia. Ma quando le prime colonie (specialmente Marte) si sono affermate, hanno cominciato a chiedere un'indipendenza sempre più grande che Gea continuava a negare loro.

Era prevedibile che, prima o poi, una delle colonie più antiche avrebbe cercato di raggiungere l'indipendenza e nel caso della Prima Guerra Solariana si è trattato di Venere. Altrettanto prevedibile era lo schieramento di Marte al suo fianco, nonché di molte altre colonie che formalmente hanno appoggiato la Nuova Coalizione.

Dopo la fine del conflitto e della successiva Guerra Savariana, le colonie si sono riunite per rivedere i privilegi e le restrizioni. Le decisioni non sono state prese sulla base delle responsabilità nella guerra, anche perché Gea si è dimostrata più vittima che carnefice e la vera colpa sarebbe da imputare semmai al governo di Venere; al contrario, si è presa l'occasione per ribadire quei concetti che già si sapevano e per concretizzare un cambio di leggi. Le colonie hanno così ottenuto una maggiore indipendenza e Gea si è visto ridurre buona parte dei privilegi. Per contro, Gea si è svincolato dai suoi obblighi morali e non si è più sentito in dovere di aiutare il progresso delle altre colonie, perciò ha ridotto l'esportazione di tecnologie e la condivisione delle scoperte scientifiche.

 

Date importanti

 

Anni e periodi principali

 
Data inizio
Data fine
GB
4.721 d.C.
4.722 d.C.
 
Inizia la Prima Guerra Solariana
Termina la Prima Guerra Solariana
Libri da leggere: Pioggia di Fuoco
Categorie: Eventi
Universi di appartenenza: Universo Specchio
Ere in cui compare: Quarta Era