segui la pagina su Facebook!

Shaline Uralaga

Questa pagina è un abbozzo o è incompleta.
Anche se pubblicato, il contenuto di questa pagina sarà sottoposto a integrazioni e modifiche future.
Pioggia di Fuoco - Copertina
« La battaglia per la conquista di Nuova Alba arriva all'epilogo. I savariani e le colonie si affrontano per il possesso del primo pianeta artificiale della storia. Il piano per spingere le colonie a lottare tra loro ha avuto successo e i savariani escono per la prima volta allo scoperto, schierando l'intera flotta. Per il popolo alieno si tratta di una questione di sopravvivenza, perché il nucleo del pianeta artificiale può garantire il suo ritorno a casa, ma le colonie non intendono cedere quello che è il simbolo di un'unione e di un progresso senza precedenti. Entrambe le parti mettono in campo le loro armi più potenti e le migliori tecnologie, affrontando per giorni il nemico. La vittoria delle colonie sembra scontata, ma i savariani hanno delle conoscenze nascoste che potrebbero ribaltare le sorti da un momento all'altro. Intanto Conrad, che è stato da sempre al centro della guerra, si ritira dai giochi e dà inizio a un pericoloso progetto personale. La sua idea è di replicare e diffondere le armi aliene tra le colonie per provocare il disordine e, per farlo, rapisce una savariana e la costringe a collaborare. Sarà il gruppo dell'Occhio Spento a intervenire un'ultima volta, entrando nel villaggio dove è tenuta la prigioniera e affrontando le difese per liberarla. Con questo terzo capitolo si conclude il ciclo di Nuova Alba, una space opera ambientata in un lontano futuro dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
« La battaglia per la conquista di Nuova Alba arriva all'epilogo. I savariani e le colonie si affrontano per il possesso del primo pianeta artificiale della storia. Il piano per spingere le colonie a lottare tra loro ha avuto successo e i savariani escono per la prima volta allo scoperto, schier...vedi tutto
« La battaglia per la conquista di Nuova Alba arriva all'epilogo. I savariani e le colonie si affrontano per il possesso del primo pianeta artificiale della storia. Il piano per spingere le colonie a lottare tra loro ha avuto successo e i savariani escono per la prima volta allo scoperto, schierando l'intera flotta. Per il popolo alieno si tratta di una questione di sopravvivenza, perché il nucleo del pianeta artificiale può garantire il suo ritorno a casa, ma le colonie non intendono cedere quello che è il simbolo di un'unione e di un progresso senza precedenti. Entrambe le parti mettono in campo le loro armi più potenti e le migliori tecnologie, affrontando per giorni il nemico. La vittoria delle colonie sembra scontata, ma i savariani hanno delle conoscenze nascoste che potrebbero ribaltare le sorti da un momento all'altro. Intanto Conrad, che è stato da sempre al centro della guerra, si ritira dai giochi e dà inizio a un pericoloso progetto personale. La sua idea è di replicare e diffondere le armi aliene tra le colonie per provocare il disordine e, per farlo, rapisce una savariana e la costringe a collaborare. Sarà il gruppo dell'Occhio Spento a intervenire un'ultima volta, entrando nel villaggio dove è tenuta la prigioniera e affrontando le difese per liberarla. Con questo terzo capitolo si conclude il ciclo di Nuova Alba, una space opera ambientata in un lontano futuro dove la tecnologia avanzata fa da sfondo a metropoli sconfinate, astronavi che si autoriparano e robot costruiti per confondersi tra la gente. »
Per informazioni sulla cronologia e sulla misurazione del tempo, vedi la pagina cronologia e misurazione del tempo. In particolare, per i dettagli sul calendario vedi la pagina calendario standard.
 

Descrizione

Shaline Uralaga (6 giugno 4:14694 - 22 maggio 4:14721) è l'ambasciatrice di Europa, inviata su Gea per avvertire il presidente terrestre che i progetti di un'arma pericolosa, l'Akka, sono stati rubati da un gruppo di terroristi.

È una ragazza madre con due figli, Beric (il minore) e Surina, fatti nascere in laboratorio con parto artificiale. Ha speso svariate decine di migliaia di virdin per permettere a entrambi i figli di nascere con dei geni migliorati. Non ha mai avuto un marito.

Shaline è anche un'artista grafica e un'artista anatomica, cioè una musicista: è capace di usare molto bene il pintogramma e, in misura minore, anche il più complesso salforetto.

 

Aspetto, specie e luoghi di appartenenza

Shaline è un'umana nata su Europa, dove ha vissuto tutta la vita. Ha abitato a lungo su Thessa Kat, prima di abbandonarla per raggiungere Gea.

Come tutti gli europeani, è alta (182 cm), ha una pelle tendente al pallido e ha gli occhi più grandi rispetto alla media dei terrestri, motivo per cui i giovani su Gea la chiamano xeye («occhi grandi»).

Ha un carattere facile all'emozione e molto curioso, al punto da diventare a volte imprudente pur di soddisfare la sua curiosità; di conseguenza pone molte domande, soprattutto quando sbarca su Gea, un pianeta mai visitato prima, e si trova di fronte alle usanze di un popolo tecnologicamente più avanzato e che la vede con un occhio di diffidenza.

 

Biografia

 

L'ambasciata di Europa

Attenzione! Questa parte contiene informazioni che possono svelare la trama di un libro

Il 28 dicembre 4:14720 (4720 d.C.), il governo di Europa inviò una finta ambasciata su Gea, per avvertire segretamente il presidente che la LAD (un'organizzazione terroristica) aveva rubato i progetti di una nuova e pericolosa arma: l'Akka. Uno dei pochi soggetti in grado di attivarla era presente proprio su Gea. L'ambasciata aveva il compito di avvertire il governo terrestre e di rivelargli il nome dell'individuo, in modo che fosse rintracciato prima dei terroristi.

Shaline faceva parte del gruppo inviato. Appena sbarcata su Gea, però, l'ambasciata fu attaccata e i suoi membri uccisi assieme agli agenti di protezione, segno di un tradimento all'interno del governo di Europa. Shaline fu l'unica a sopravvivere e si rifugiò nella città di Novadia, braccata sia dai terroristi sia dai militari terrestri, convinti che la traditrice dell'ambasciata fosse proprio lei.

 

L'incontro con i membri dell'Occhio Spento

Attenzione! Questa parte contiene informazioni che possono svelare la trama di un libro

Nella metropoli, Shaline entrò in comunicazione con l'Occhio Spento, un'organizzazione illegale che decise di accogliere la sua richiesta di aiuto. L'Occhio Spento fece in modo di ospitarla nella casa di alcuni suoi membri presenti nella città: Kirenai, e Laizer. Da questo momento, la strada dell'europeana sarà sempre intrecciata con quella dell'organizzazione.

In seguito, il gruppo intero si trasferì nella città di Carasia Azzurra (con l'eccezione di Laizer, che rimase a Novadia). Due giorni dopo, il 18 gennaio 4:14721 (4721 d.C.), i terroristi riuscirono comunque a rintracciarli e li attaccarono all'Oasis del Sol. Shaline e Yè riuscirono a fuggire grazie al provvidenziale intervento di R-Jay, un robot inviato dall'Occhio Spento come protezione. Kirenai, però, fu ucciso dallo sparo di un cecchino.

Shaline si trovò di nuovo a fuggire.

 

Gli ultimi mesi su Gea

Attenzione! Questa parte contiene informazioni che possono svelare la trama di un libro

Un mese dopo, Shaline e Yè furono scortate dall'Occhio Spento in uno stanzone di computer che contenevano le copie statiche dell'Oracolo, ognuna salvata in date diverse. Dopo tre giorni di ricerche, il 28 febbraio 4:14721 (4721 d.C.) riuscirono a rintracciare il fantasma di Raymound risalente a 26 anni prima, quando non aveva ancora assunto l'identità di Triscan Dusk. Interrogare il fantasma permise al gruppo di ottenere dei preziosi indizi sui vicini scopi terroristici della LAD.

L'interrogatorio con il fantasma di Raymound fu registrato e il video fu usato da Shaline per scagionare se stessa davanti al governo terrestre, dimostrando di essere stata al centro di un complotto ben organizzato da parte dei terroristi. Nell'incontro con il presidente terrestre ottenne anche dei favori per la sua amica Yè: il governo s'impegnò a non scansionare la ragazza, assicurandole così la possibilità di muoversi sul pianeta senza che scoprissero la sua natura di mutante. Tuttavia, proprio per questa concessione contraria alla legge, Yè doveva abbandonare Gea entro un anno.

Shaline si propose di ospitare Yè a Thessa Kat, nella sua colonia natale. Il 22 maggio 4:14721 (4721 d.C.) celebrarono la partenza visitando la Città dell'Arte, un rinomato museo dedicato all'arte e alla musica, materie di cui Shaline era appassionata. All'interno del museo furono però attaccate da alcuni uomini della LAD, che desideravano rapire Yè per sfruttare le sue capacità di mutante. Nel tentativo di proteggere la compagna, Shaline fu uccisa. Yè, stordita da una droga, fu rapita dai terroristi.

 

Date importanti

 

Anni e periodi principali

 
Data inizio
Data fine
GB
4.694 d.C.
4.721 d.C.
 
Data di nascita
Data di morte
 

Eventi collegati

La datazione rientra nell'arco di tempo descritto in queste pagine:

Categorie: Personaggi
Universi di appartenenza: Universo Specchio
Ere in cui compare: Quarta Era