I superpoteri delle stelle marine: rigenerano il corpo e rovesciano lo stomaco fuori dalla bocca

Stella marina arancione

Le stelle marine sono famose per la capacità di rigenerare il loro corpo, ma riescono anche a far uscire lo stomaco per digerire la preda all’esterno [@01]

Le stelle marine sono capaci di rigenerare gli arti mutilati e, in alcuni casi, addirittura di ricreare l’intero corpo.

Inoltre sono specializzate nel mangiare prede senza inglobarle: per farlo, rovesciano lo stomaco all’esterno e le digeriscono fuori dal corpo.

Approfondimento

Stelle marine, creature davvero particolari

In inglese viene chiamata starfish («pesce stella»), ma si tratta di un nome sbagliato: la stella marina infatti non è un pesce, è un echinoderma e appartiene alla stessa famiglia dei ricci di mare.

A parte il fatto di riuscire a mimetizzarsi grazie al loro colore, che usa anche per spaventare i nemici, la stella marina ha delle caratteristiche particolari: è senza sangue e cervello, ma ha un sistema nervoso che si estende lungo le braccia.

Siamo abituati a vederla con 5 braccia, ma alcuni esemplari arrivano ad avere 20 o persino 40 braccia.

Rigenerazione e nutrimento

L’aspetto più straordinario, come forse già saprete, è la capacità della stella marina di rigenerare da zero un braccio mutilato. I suoi organi sono infatti dislocati un po’ ovunque sulle braccia. È un’abilità così efficiente che in alcuni casi riesce a ricreare l’intero corpo a partire da un arto singolo!

Tuttavia una caratteristica meno conosciuta è il fatto di poter mangiare una grande preda senza ingoiarla. Di solito cattura vongole e ostriche, aprendo i gusci con i pedicelli (che hanno delle specie di ventose), poi rovescia lo stomaco fuori dalla bocca e ghermisce la preda.

La vittima viene digerita completamente all’esterno e, a fine digestione, lo stomaco rientra dentro il corpo della stella marina. Questa strategia permette alla stella marina di mangiare prede più grandi di quanto non riuscirebbe a digerire attraverso la bocca. I “pranzi” più piccoli, invece, vengono mangiati normalmente dalla bocca.

Fonti principali



Etichette
Etichette:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.