Autopubblicare il libro con Amazon: KDP (Kindle Direct Publishing)

Cartellone di Amazon e del KDP
Autopubblicare il nostro libro con il KDP di Amazon ci assicura l’accesso a un grande mercato. La procedura guidata è semplice e intuitiva [@01]

Amazon è senz’altro il canale online per eccellenza, se quello che vogliamo è autopubblicare il nostro libro. Si è imposto tra i colossi mondiali come il principale sito di e-commerce e, negli ultimi tempi, sta velocemente inglobando anche il mercato librario (purtroppo a danno delle librerie fisiche).

Ci sono vari siti che ci permettono di raggiungere Amazon in modo indiretto, perché di solito qualsiasi servizio di POD (print on demand) include anche la possibilità di far entrare il libro nel suo catalogo. Ma esiste uno strumento diretto per autopubblicarci messo a disposizione proprio da Amazon: si chiama KDP (acronimo per «Kindle Direct Publishing») e negli anni si è migliorato parecchio, diventando sempre più intuitivo e facile da usare.

In questo articolo vediamo i pro e i contro del KDP e, in linea generale, come funziona e cosa ci mette a disposizione.

Sommario

Una procedura guidata
— Anno 2018: la procedura si semplifica
Come funziona il KDP
— Preparare il testo
— Preparare la copertina
— Caricare testo e copertina, scegliere il prezzo
— Creare l’eBook dal cartaceo
Riassunto: vantaggi e svantaggi
— Vantaggi del KDP
— Svantaggi del KDP

Una procedura guidata

Anno 2018: la procedura si semplifica

Fino al 2018 dovevamo lavorare su due fronti per pubblicare il libro: il KDP si occupava di creare gli ebook a partire dalla nostra opera, mentre il cartaceo doveva essere creato attraverso un sito parallelo chiamato CreateSpace. Per fortuna, i due servizi sono stati poi uniti ed è rimasto soltanto il KDP, che permette di gestire sia il cartaceo che il digitale.

Non solo. Dopo questo assemblamento, KDP è diventato molto più semplice da usare; chi ha fatto in tempo a usare CreateSpace se ne sarà accorto di sicuro. Innanzitutto è prevista la lingua italiana (CreateSpace era solo inglese); in secondo luogo la procedura guidata è diventata più veloce, comprensibile e meno soggetta a errori. Infine, dopo aver creato la versione cartacea del nostro libro, ci bastano poche operazioni per creare anche la versione ebook.

Come funziona il KDP

Il sito del KDP vi mette a disposizione una guida chiara e completa da seguire. Una volta che vi siete registrati, potete subito pubblicare il vostro libro. Vi saranno richiesti i dati necessari da compilare: titolo, autore, ISBN (se non ce l’avete ve lo fornirà Amazon stesso in modo gratuito), genere, categorie in cui volete far ricadere la vostra opera, ecc.

Vi consiglio di leggervi la guida prima di iniziare, in modo da costruire il libro come si deve. Gli strumenti del KDP, infatti, faranno delle verifiche e non pubblicheranno il vostro libro finché tutte le linee guida non saranno rispettate.

Preparare il testo

Se dovete ancora scrivere il libro, KDP vi mette a disposizione il modello per il testo in tutti i formati che possono interessarvi (in alternativa, potete scaricare un file pronto per Word da questa pagina). Scaricate il modello e scrivete il vostro libro.

Preparare la copertina

Vi mette a disposizione anche il modello per la copertina, che potete importare per esempio in Photoshop per poi adattarlo a vostro piacere. Vi consiglio di scaricare il modello solo dopo aver completato la stesura del libro: infatti, il procedimento vi chiederà il numero di pagine totali, in modo da prepararvi il modello con le dimensioni esatte.

In alternativa, potete scegliere una delle copertine pronte che KDP vi mette a disposizione (naturalmente con una grafica essenziale, niente di personalizzato: ricordiamoci sempre che la copertina è il nostro biglietto da visita).

Caricare testo e copertina, scegliere il prezzo

Una volta preparati testo e copertina, potete caricarli. Per il testo potete semplicemente caricare il modello compilato che avete pronto; se avete la copertina personalizzata, vi conviene esportarla in PDF (con la qualità migliore possibile) e poi caricarla.

KDP controllerà entro le prossime 72 ore (ma in genere lo fa in poche ore) se testo e copertina rispettano le linee guida. Se tutto va bene, il vostro libro sarà approvato. Nel frattempo potrete scegliere il vostro prezzo al pubblico, partendo da una base che corrisponde ai costi di stampa.

Creare l’eBook dal cartaceo

La procedura è andata a buon fine e il vostro libro cartaceo è stato pubblicato? Ottimo, il prossimo passo è creare anche la versione eBook per il Kindle. A questo punto la procedura è davvero semplice, perché avete già tutto pronto: sarà il KDP stesso a proporvi di creare la versione eBook con un semplice click.

Da questo punto in poi, la vostra opera è pronta per essere venduta su Amazon. Non vi resta che promuoverla e attirare i lettori.

Riassunto: vantaggi e svantaggi

Riassumo in breve i pro e i contro che possiamo trovare affidandoci al KDP di Amazon per autopubblicare il nostro libro.

Vantaggi del KDP

  • Amazon è il principale canale di vendita online per i libri, per il semplice fatto che vende di tutto. Se riusciamo a pubblicizzarci bene, un lettore indeciso che naviga in cerca di altro potrebbe decidere di acquistare anche il nostro libro (che magari ha tenuto nella wishlist), a volte soltanto per raggiungere il costo necessario a evitare le spese di spedizione.
  • La procedura è semplice, veloce e professionale. Inoltre, prima di accettare il nostro libro, analizza il suo contenuto in cerca di errori tecnici.
  • Permette all’autore di acquistare numerose copie delle sue opere cartacee a prezzo di costo (in genre 7-8 €) e di farsele spedire a casa.
  • Proprio perché è di proprietà di una ricca azienda, il KDP si migliorerà con il tempo e difficilmente si arenerà come invece è già capitato ad altri servizi di POD.
  • Ha alcuni strumenti di promozione interni e gratuiti – anche se alcuni sono molto restrittivi e ci costringono a dei compromessi, per esempio a rinunciare a pubblicare l’eBook su servizi esterni.

Svantaggi del KDP

  • La concorrenza su Amazon è molta e dovrete lottare un bel po’ per arrivare o restare in classifica. Preparatevi all’idea che molti autori giocheranno sporco pur di restare in cima, spesso anche cercando di affossarvi. Quindi il KDP (e Amazon) non deve essere il vostro unico strumento per autopubblicarvi.
  • Amazon è un’azienda “a porte chiuse”: tutto quello che produce in genere è compatibile solo con i suoi servizi e gli ebook non fanno eccezione. Attraverso il KDP riusciremo a creare soltanto gli ebook nel formato MOBI/AZW, che è per l’appunto lo standard dedicato per il Kindle di Amazon. Il formato ePub, che è libero, non viene contemplato. Detto in altri termini, quell’ebook acquistato su Amazon si potrà leggere soltanto con il Kindle (o programmi che lo emulano); per pubblicarlo in altri formati senza dover costringere i nostri lettori a convertirlo dovremmo affidarci a servizi esterni.
Etichette
Etichette:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.